Home » Ricette Abruzzo » Il parrozzo, il dolce di D’Annunzio: come preparare la ricetta

Il parrozzo, il dolce di D’Annunzio: come preparare la ricetta

di Marina Denegri

parrozzo

Come ottenere il tipico dolce abruzzese, a forma di cupola e ricoperto di cioccolato fondente, noto per essere stato decantato da D’Annunzio

È tante ‘bbone stu parrozze nove che pare na pazzie de San Ciattè, c’avesse messe a su gran forne tè la terre lavorata da lu bbove, la terre grasse e lustre che se coce… e che dovente a poche a poche chiù doce de qualunque cosa doce…”. Così nel madrigale “La Canzone del parrozzo” Gabriele D’ Annunzio descrisse il tipico dolce abruzzese.

Le origini del parrozzo risalgono al 1920 quando Luigi D’Amico, pasticcere pescarese, ebbe l’idea di fare un dolce dalle sembianze del “pan rozzo”, una pagnotta semisferica che veniva preparata dai contadini con la farina di mais, cotta nel forno a legna e destinata ad essere conservata per molti giorni. D’Amico, ispirato dalle forme e dai colori di questo pane, riprodusse il giallo del granoturco con le uova e aggiunse una finissima copertura di cioccolato per sostituire il colore scuro dato dalla bruciatura della crosta del pane, proprie della cottura nel forno a legna. La prima persona alla quale Luigi D’Amico fece assaggiare il parrozzo fu Gabriele d’Annunzio, che finì per tesserne le lodi nel sonetto sopracitato.

Inizialmente associato alle tradizioni enogastronomiche natalizie, oggi il parrozzo viene preparato in qualsiasi momento dell’anno. Se ne consiglia l’accostamento con un vino zuccherino, di bassa gradazione alcoolica e possibilmente fruttato, quale potrebbe essere il Piemonte Moscato passito.

Ingredienti

  • 6 uova
  • 150 gr di semolino
  • 200 gr di zucchero
  • 200 gr di mandorle tritate
  • 1 limone non trattato
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 30 g di burro

Preparazione

Separate gli albumi dai tuorli. In una terrina montate gli albumi a neve, con la frusta elettrica. In un’altra terrina lavorate i tuorli, sempre con una frusta elettrica, aggiungendo a poco a poco lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso e successivamente unire il semolinoe  la scorza grattugiata del limone. Unite i due composti e aggiungete le mandorle.

Imburrate e infarinate uno stampo a cupola, apposito per il parrozzo, e versatevi il composto e e cuocete in forno caldo a 160° per circa 50 minuti.

A cottura ultimata lasciate raffreddare il dolce e rovesciatelo su un piatto da portata.Nel frattempo preparate la glassa: in un pentolino fate sciogliere il cioccolato fondente insieme al burro. poi fate in modo che la glassa dal centro del parrozzo scenda gradualmente fino a ricoprire l’intera superficie del parrozzo. Lasciate raffreddare la glassa e servite.

SCOPRI LE ALTRE RICETTE DI ABRUZZONEWS

Il parrozzo, il dolce di D’Annunzio: come preparare la ricetta ultima modifica: 2018-11-12T22:37:48+00:00 da Marina Denegri