Il jazzista Larry Franco in concerto a Cugnoli

Concerto di swing italiano domani 1 agosto alle ore 21 in piazza a Cugnoli

CUGNOLI(PE) – Si svolgerà domani  1 agosto 2010 alle ore 21  nella piazza principale del Comune di Cugnoli, il concerto del Larry Franco trio con la partecipazione del clarinettista pescarese Giuseppe “Bepi” D’Amato.

In questo concerto viene presentato il recente progetto artistico che il cantante pugliese Larry Franco sta portando in giro nelle sue tournèe in Italia ed all’estero dal titolo: LARRY FRANCO “3 for Nat” in omaggio a Nat King Cole, cercando di rispettare le sonorità tipiche dell’epoca.
A ricordare Nat King Cole con una formazione identica all’originale, il pianista-crooner Larry Franco si esibisce insieme al chitarrista Guido Di Leone ed al contrabbassista Ilario De Marinis.

Il jazzista italiano Larry Franco,noto per aver esportato la canzone italiana in Jazz in tutto il mondo, ha vinto l´Italian Jazz Awards come “Best Jazz Singer 2008” e è stato ospite del Blue Note di Milano lo scorso 23 dicembre 2008, promuove il nuovo CD “3 for Nat” con concerti in Italia e all’ estero.

Musicista oggi di fama mondiale ha iniziato lo studio del clarinetto fin dall’età di 9 anni quando ascoltando i dischi di Artie Shaw, che sarebbero diventati un costante riferimento nella sua evoluzione tecnica e stilistica. Diplomato in clarinetto presso il conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara, ha seguito i corsi di perfezionamento presso L’Accademia Chigiana di Siena e corsi di alto perfezionamento presso l’Accademia Musicale Pescarese.

Nel frattempo, ha seguito con perseveranza la vocazione jazzistica, ascoltando ed analizzando tecnica e stile dei musicisti Jazz dalle origini alle soglie del “free”,con particolare riferimento ai grandi clarinettisti del secondo dopoguerra.

Da una recente recensione fornita da Ugo Sbisà si legge che:

Era inevitabile che la passione di Larry Franco per Nat King Cole finisse prima o poi per tradursi in un disco! Il suo è un omaggio a uno stile, una rievocazione di determinate atmosfere che si confermano intramontabili proprio perchè sono capaci di sopravvivere ai loro creatori. Un repertorio dal fascino irresistibile, costellato, fra i tanti, da classici come “Route 66” e “Straighten Up And Fly Right”, “It’s Only A Paper Moon” e “Sweet Lorraine”, accanto ai quali troverete anche “Nat King Cole”, ennesimo ritratto della galleria dedicata dal giornalista Mario Pogliotti ai grandi del Jazz o, ancora, “Capuccina”, che, in realtà è una gustosa versione stelle a strisce del noto “Permettete Signorina” di Pallavicini-Massara, ripescata da una rara incisione della Capitol e riarrangiata da Larry Franco.

La sua voce morbida e raffinata vi accompagnerà con gusto e senza scossoni, ben sostenuta dall’ ottima sezione ritmica – di cui Larry è anche il pianista,composta da Guido DI LEONE, Ilario DE MARINIS. C’è insomma di che rifarsi il palato, perchè se non è ancora chiaro, Larry Franco non è “uno che cerca di cantare come Nat King Cole”, ma “uno che suona e interpreta le canzoni di Nat King Cole”. E, appunto, sa farlo bene.

Il jazzista Larry Franco in concerto a Cugnoli ultima modifica: 2010-07-31T10:19:23+00:00 da Annarita Ferri