Home » Sport » Calcio » Serie B » Amichevole Pescara-Monaco 1-2: buon Delfino, i francesi colpiscono nella ripresa

Amichevole Pescara-Monaco 1-2: buon Delfino, i francesi colpiscono nella ripresa

di Redazione

Pescara-saluta-il-pubblicoConvincente prova dei biancoazzurri che per un tempo mettono in difficoltà i ragazzi di Ranieri

PESCARA – Esce tra gli applausi del pubblico la squadra di Marino, nella prima uscita allo stadio Adriatico-Cornacchia. Una prova convincente soprattutto nella prima frazione di gioco quando in più occasioni la difesa francese è stata messa alle corde. Nella ripresa il tecnico Ranieri cambia tutta la squadra titolare inserendo diversi giovani interessanti che hanno deciso il match: prima Ferreira in apertura quindi al 40′ Tisserand. Il Pescara viene premiato allo scadere con una perla su punizione del neo entrato Brugman, freddo nel colpire alla sua prima occasione.

COSÍ IN CAMPO – Marino con il 4-3-3, Pelizzoli tra i pali; in difesa Schiavi e Capuano fanno i centrali con Balzano e Rossi alti a spingere sulle corsie esterne. A centrocampo Viviani centrale affiacato da Nielsen a destra e Bjarnason a sinistra; in avanti Politano e Ragusa larghi a supporto di Sforzini punta centrale. La risposta del Monaco con un 4-2-3-1; Subasic a difesa dei pali con gli esterni Kurzawa e Andrea Raggi mentre Abidal e Ricardo Carvalho i centrali. A centrocampo linea mediana con Toulalan e Obbadi mentre dietro l’unica punta Falcao troviamo Rodriguez, Moutinho e Ocampos.

calcio-d'inizio-MonacoFUNZIONANO LE FASCE – Buon primo tempo dalla squadra di Marino che sembra essere già in discrete condizioni fisiche contro un avversario di caratura superiore. Bene soprattutto sulla corsia di destra con Balzano in posizione più avanzata ed un Politano molto effervescente. Buoni i rifornimenti a centro area dove solo l’esperienza dei centrali del Monaco ha evitato la capitolazione. Già al 6′ Viviani su corner dalla destra per Bjarnason che di testa alza la mira. La squadra di Marino prende presto le misure all’avversario che con il passare dei minuti rinuncia al fraseggio stretto grazie anche ad un buon pressing a centrocampo. Al 20′ Moutinho prova la girata in area, ma la palla si alza sopra la traversa ;quindi al 24′ Rossi sulla sinistra dal fondo per Sforzini che fa il velo per Nielsen che batte di prima intenzione in area ,ma Riccardo Carvalho riesce a deviare in angolo.

palo-di-RodriguezBENE LA LINEA MEDIANA, TEMPISMO PERFETTO DI PELIZZOLI – Applausi anche alla linea mediana che funziona bene con un Viviani molto mobile e con Nielsen e Bjarnason sempre compatti e pronti a fare densità a centrocampo. Al 30′ conclusione da fuori area di Moutihno, ma sfera che termina a lato. Al 38′ tiro-cross di di Rossi che impegna Subaric che alza sopra la traversa mentre in precedenza Ragusa si era fatto apprezzare per una bella spinta sulla trequarti campo. Al 39′ azione personale di Falcao che dal limite, in posizione centrale colpisce troppo sotto la palla che si alza sopra la traversa ed un minuto dopo Pelizzoli è bravissimo a prendere il tempo giusto per chiudere a valanga, in area, la punta colombiana che era stata ben innescata. Il tempo si chiude con un brivido sulla punizione al 42′ di Rodriguez da posizione leggermente defilata sulla destra e palla che si stampa sul palo.

raddoppio-MonacoGIRANDOLA DI CAMBI, FATALE CONTROPIEDE DEI FRANCESI – Tempo caratterizzato, come da previsione da una girandola di sostituzioni a partire dal Monaco che cambia quasi tutti gli undici effettivi. Al 4′  angolo di Politano per la testa di Ragusa che sul secondo palo non trova lo specchio della porta. All’8′ arriva un pò inaspettato il vantaggio del Monaco con Ferreira-Carrasco, che dopo una veloce percussione dalla sinistra di Riviere dal fondo riceve a centro area e dopo un controllo difettoso è freddo e rapido a trovare uno spazio per battere di piatto Pelizzoli. Passano due minuti e arriva la replica del Pescara che ,con Sforzini e Ragusa, crea qualche apprensione di troppo ai centrali della squadra francese ed un minuto dopo bello spunto sulla destra di Politano che converge al centro e dal limite conclude troppo largo. Marino inserisce ben otto elementi al 17′ e successivamente completa i cambi al 25′ con Brugman per Viviani, al 31′ Di Francesco ed al 36′ Fiorito per Nielsen.

punizione-gol-di-BrugmanINTERESSANTI GIOVANI NEL MONACO – La squadra francese mosta grandi individualità in giovani di grande prospettiva. Al 27′ di testa in tuffo Riviere su preciso cross dalla sinistra sfiora la marcatura, ma una deviazione porta la palla in angolo. Al 30′ Ferreira pesca sulla sinistra libero Ndinga che conclude rasoterra troppo su Pelizzoli vanificando la bella intuizione dell’attaccante classe ’93. Al 32′ fuga sulla sinistra del neo entrato Di Francesco che lascia il terzino Fabinho sul posto e dal fondo prova a pescare Maniero che viene anticipato.

Al 40′ arriva il raddoppio del Monaco con Tisserand che salta più alto di tutti in occasione di un corner della sinistra; la palla prima di entrare passa sotto le braccia di Pelizzoli che non riesce a evitare che la sfera superi la linea di porta. Al 42′ bello spunto di Riviere che in area viene contrastato in corner. Allo scadere c’è tempo per ammirare la magistrale punizione dal limite di Brugman che conclude a giro sul secondo palo. Un buon test che ha amplificato l’ottimismo in casa biancoazzurra a poco meno di un mese dall’inizio della stagione (oggi sarà ufficializzato il calendario del prossimo campionato di Serie B).

TABELLINO:

PESCARA (4-3-3): Pelizzoli (17′ st Pigliacelli); Balzano (dal 17′ st Frascatore), Schiavi (dal 17′ st Zuparic), Capuano (dal 17′ st Bocchetti), Rossi A. (dal 17′ st Zauri); Nielsen (dal 36′ st Fornito); Viviani (dal 25′ st Brugman), Bjarnason (dal 17′ st Rizzo); Politano (dal 17′ st Piscitella), Sforzini (dal 17′ st Maniero), Ragusa (dal 31′ st Di Francesco). Allenatore Pasquale Marino.

A.S. MONACO (4-2-3-1): Subasic (dal 1′ st Maraval); Raggi (dal 1′ st Fabinho), Ricardo Carvalho (dal 1′ st Isimat), Abidal (dal 1′ st  Kagalmacher), Kurzawa (dal 1′ st  Tisserand); Toulalan (dal 1′ st  Pi Jessy), Obbadi (dal 1′ st Ndinga); Rodriguez (dal 1′ st Dingome), Moutinho (dal 1′ st Poulsen), Ocampos (dal 1′ st  Ferreira); Falcao (dal 1′ st Riviere). In panchina: Maraval; Caillard, Wolf, , Pi Jessy. Allenatore Claudio Ranieri.

Arbitro: Abbattista di Molfetta, De Meo di Foggia e Zappatore di Taranto

Reti: 8′ st Ferreira, 40′ st Tisserand, 45′ st Brugman

Recupero: nessuno nel primo tempo, 2 minuti nella ripresa.

Amichevole Pescara-Monaco 1-2: buon Delfino, i francesi colpiscono nella ripresa ultima modifica: 2013-08-01T03:26:06+00:00 da Redazione