Home » Sport » Calcio » Serie B » Il Pescara conquista la sesta promozione in Serie A

Il Pescara conquista la sesta promozione in Serie A

di Direttore

Trapani-Pescara 1-1, festa grande in tutto Abruzzo

TRAPANI – Il Pescara conquista la sua sesta promozione in Serie A. Trapani-Pescara 1-1 al termine di una sfida corretta e piena di emozioni. Le reti decisive sono state quelle di Citro nel primo tempo e di Verre nella ripresa. Grande gioia dei biancazzurri a fine partita e dei suoi supporters, 404 arrivati in Sicilia per sostenere da vicino i propri beniamini e migliaia di tifosi davanti al maxi schermo a Piazza Salotto. Nella notte magica per l’Abruzzo del calcio vogliamo ricordare il nobile gesto di Massimo Oddo che prima di dar spazio a qualsiasi esultanza corre sulla panchina del Trapani ad abbracciare calorosamente il suo collega Serse Cosmi.

Trapani-Pescara 1-1

Trapani-Pescara 1-1, i biancazzurri conquistano la sesta promozione in Serie A

CITRO COLPISCE A FREDDO IL DELFINO – Calcio d’inizio al Trapani e Pescara attacca da sinistra verso destra. Molto aggressiva la squadra di Cosmi che prova a fare la partita sin dai primi minuti di gioco. Prima chance per il Pescara con una punizione dai 30 metri di Pasquato con Nicolas che blocca a terra sul primo palo. Al 5′ vantaggio dei padroni di casa con Citro che scattato sul filo del fuori gioco, su perfetta verticalizzazione di Coronado, entra in area e la piazza con il sinistro sul secondo palo. Veementi proteste dei giocatori del Pescara che lamentano una posizione di fuori gioco. Immediata replica del Pescara con Caprari che dal fondo supera il marcatore ed impegna sul primo palo Nicolas con palla che termina in angolo. Al 13′ Lapadula fermato in fuori gioco ,ma l’attaccante biancazzurro, in ottima posizione, era dietro la linea difensiva avversaria. Al 20′ brivido in area di rigore abruzzese su cross dalla destra e Fiorillo non proprio impeccabile nella presa con palla che viene solo allontanata. Tiene il possesso palla il Trapani che al 23′ ha un’ altra occasione con Nizzetto a centro area rapidissimo ad anticipare i marcatori e a colpire sotto misura, ma la difesa abruzzese si salva.

LAPADULA SFIORA IL PARI – Al 28′ palla recuperata da Citro in area e conclusione a giro che sporcata dalla difesa biancazzurra termina alta sopra la traversa. Clamorosa doppia palla gol al 35′ per il Pescara: Pasquato pesca in corridoio Lapadula che si inserisce sul filo del fuori gioco, ma si fa anticipare in uscita da Nicolas e qualche istante dopo si ripete sul diagonale di Pasquato sul primo palo da ottima posizione. Dall’altra parte al 38′ è Coronado per un soffio a non agganciare un pallone a tu per tu con Fiorillo. Al 39′ Caprari per Lapadula che sotto porta conclude a rete, ma Scognamiglio con il gomito devia in angolo ma l’arbitro non concede il penalty. Al 42′ punizione dai 30 metri di Petkovic da posizione centrale e palla che si spegne di poco a lato. Allo scadere sinistro magico di Pasquato che attraversa lo specchio della porta, ma nessuno riesce a ribadire in rete.

VERRE CHIUDE IL MATCH, SCOGNAMIGLIO LASCIA I SUOI IN 10 – Squadre che rientrano in campo senza nessuna variazione rispetto agli 11 iniziali. Tegola al 6′ per Cosmi con Fazio che accusa un problema muscolare, al suo posto Barillà. Serata molto calda e umida al Provinciale con la squadra di casa che appare meno dinamica rispetto al primo tempo. Pareggio del Pescara al 12′ con Verre che dalla trequarti campo approfitta di un errore del portiere per trafiggerlo con un preciso pallonetto, che si infila sotto l’incrocio dei pali a porta sguarnita. Primo cambio per Oddo con Bruno che al 16′ prende il posto di Torreira. Al 19′ fallo da ultimo uomo di Scognamiglio su Lapadula lanciato a rete ed espulsione per il giocatore del Trapani. Veementi proteste dalla panchina di casa non per l’espulsione ,ma per un precedente fallo non fischiato sun Petkovic. Ne paga le spese il Ds Faggiano che viene allontanato dalla panchina. Molto nervosa la squadra di Cosmi che vede sfumare la promozione con il passare dei minuti.

I BIANCAZZURRI POSSONO FAR FESTA – Doppio cambio per i granata al 26′ con Montalto e Ciaramitaro per Eramo e Nizzetto. Al 30′ ottima chance per il Trapani con Montalto che offre una sponda aerea a Ciaramitaro ,che in area la colpisce troppo con l’esterno e palla che termina a lato. Al 34′ termina alta la conclusione dal limite di Pasquato che dà fiato ai suoi che tuttavia nella ripresa hanno subito poco la spinta dei padroni di casa. Al 36′ Benali smarca con il tacco in area Caprari che invece di servire Lapadula, conclude addosso a Nicolas sul primo palo e pochi instanti dopo lo stesso Benali allarga troppo la conclusione da buona posizione. Al 39′ dai piedi di Pasquato parte un nuovo contropiede ,ma Lapadula si fa anticipare dall’uscita tempestiva al limite dell’area di Nicolas, uno dei migliori in campo. Al 41′ esce Caprari per Selasi e un paio di minuti più tardi Acosta al posto di Benali. Ancora Nicolas strepitoso di piedi sul primo palo sulla conclusione di Pasquato da posizione defilata. In pieno recupero colpo di testa timido di Petkovic che non spaventa Fiorillo. Dopo 5 minuti di recupero termina la partita ed il Pescara può festeggiare il ritorno in Serie A.

Trapani-Pescara 1-1 il tabellino:

Trapani (3-4-1-2): Nicolas; Perticone, Pagliarulo, Scognamiglio; Fazio (dal 6′ st Barillà), Eramo (dal 26′ st Montalto), Nizzetto (dal 26′ st Ciaramitaro), Rizzato; Coronado; Petkovic, Citro. A disposizione: Fulignati, Daì, Camigliano, Basso, Torregrossa, De Cenco. All. Serse Cosmi.

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo; Zampano, Campagnaro, Fornasier, Crescenzi; Verre, Torreira (dal 16′ st Bruno), Benali (dal 44′ st Acosta); Pasquato; Caprari (dal 41′ st Selasi), Lapadula. A disposizione: Aresti, Verde, Zuparic, Vitturini, Mitrita, Cappelluzzo. All. Massimo Oddo.

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli

Assistenti: Pasquale De Meo di Foggia e Luca Mondin di Treviso

Quarto Ufficiale: Vincenzo Soricaro di Barletta

Addizionali: Gianluca Manganiello di Pinerolo e Riccardo Pinzani di Empoli

Rete: 5′ pt Citro, 12′ st Verre

Ammoniti: Fazio, Torreira, Scognamiglio, Nizzetto, Fiorillo, Petkovic, Nicolas, Lapadula

Espulso: al 19′ st Scognamiglio

Recupero: nessuno nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa.

LA VIGILIA DI TRAPANI-PESCARA:

La corsa all’ultima sfida è già partita con le probabili formazioni del match e con le dichiarazioni dei due tecnici, Massimo Oddo e Serse Cosmi.

Massimo-OddoIl tecnico biancazzurro conclude il discorso così:

“La mia più grande scommessa è portare il Pescara in Serie A”.

Una partita dall’indubbio valore e che sottolinea dovrà essere disputata senza fare calcoli, come se fosse una partita secca, da vincere:

“Sarà una bella partita  a cui entrambe le tifoserie tengono. I ragazzi stanno bene, sono carichi e sanno che potranno fare un’altra grande prestazione. Siamo consapevoli dei nostri mezzi e che sarà una partita dura. Abbiamo fatto di tutto per fare il meglio possibile. Abbiamo un grande vantaggio, ma dobbiamo essere bravi a conservarlo”.

serse cosmiDall’altra parte Serse Cosmi crede in quella che definisce “impresa”:

“L’ho detto a luglio e lo ripeto: voglio andare in Serie A. E ci voglio andare con questi giocatori. Siamo consapevoli di partire in svantaggio. Avremo davanti una squadra che assapora già la Serie A. Ma noi ci dobbiamo ricordare che siamo arrivati terzi, in classifica siamo arrivati anche davanti a loro. Questi sono concetti che devono darci forza. Petkovic?  Da qualche settimana non si allena. Se dovesse essere nelle condizioni di domenica scorsa, non sarebbe giusto farlo giocare. É una situazione che andrà valutata poche ore prima della gara”.

Il Pescara conquista la sesta promozione in Serie A ultima modifica: 2016-06-09T22:30:16+00:00 da Direttore