Home » Sport » Calcio » Serie B » Pescara – Mantova, parola ai due tecnici

Pescara – Mantova, parola ai due tecnici

da Francesco Rapino

Luciano ZauriPESCARA  – Dopo la vittoria che ha permesso al Pescara di andare avanti in Coppa Italia, i due tecnici Luciano Zauri e Lucio Brando hanno commentato l’incontro.

Luciano Zauri (allenatore Pescara): “Oggi abbiamo incontrato un avversario che ha fatto la sua onesta partita, poi il calcio non sempre va come vorremmo. Però non posso dire niente ai miei ragazzi perché ce l’hanno messa tutta, poi c’è da considerare anche il caldo, quindi si prendono tutte queste cose del calcio di agosto alcune sono buone e altre meno, per fortuna siamo riusciti ad ottenere una vittoria che ci consente di andare a giocare un’altra partita prima dell’inizio del campionato. Conoscevamo l’atteggiamento del Mantova e ci siamo fatti sorprendere con le ripartenze, erano situazioni che conoscevamo, poi ovviamente un conto è dirlo ed un conto è quando si va sul campo con l’avversario che ti mette in difficoltà. Di buono c’è che si prova a giocare, ci sono delle situazioni che i ragazzi sanno fare perché hanno qualità, poi le gambe, la testa e il resto non sempre ti fanno fare la scelta giusta, oggi alcune cose le abbiamo sbagliate ma onestamente sono abbastanza tranquillo, ho visto diverse cose buone. Avevamo pochi spazi, poi è chiaro che il nostro palleggio era ultra offensivo, palleggiavamo a 35 metri dalla porta avversaria, è chiaro che poi gli spazi diminuivano anche per le nostre ali. Delle cose da migliorare ci sono, ma una base da cui partire c’è assolutamente. La difesa? Il primo gol l’abbiamo preso quasi su una ripartenza, il secondo mi è piaciuto meno perché è venuto da una serie di rimpalli. Sicuramente due gol evitabili, sia il primo che il secondo, forse è stato per via della stanchezza, ma ci può stare che si prende gol a due minuti dalla fine. È tutto migliorabile, difesa compresa. Domenica prossima affronteremo una squadra che ci metterà di più sotto pressione dal punto di vista difensivo, ci costringerà magari anche a difenderci bassi, quindi sarà un altro test dove commetteremo altri errori, speriamo di non commettere gli errori di oggi. Comunque le vittorie danno sempre un po’ di morale, sicuramente ci sono tante cose da migliorare ma sono fiducioso”.

Lucio Brando (allenatore Mantova): “È stato un finale un po’ particolare, mi sento di fare dei complimenti a questi ragazzi che questa sera hanno fatto un qualcosa di importante in una cattedrale del calcio per quanto ci riguarda. Quindi sono stati davvero bravi perché hanno avuto uno spirito da leoni, da guerrieri, quindi il mio plauso va solo ed esclusivamente a loro. Questa è una fase della stagione per noi complicata, eravamo anche un po’ preoccupati soprattutto per le condizioni fisiche, abbiamo accumulato tantissimo lavoro e siamo arrivati molto stanchi. Abbiamo sopperito con la testa per lunghi tratti e alla fine siamo un po’ calati. Tremolada? È con noi da tre giorni, non è ancora in perfette condizioni ed era giusto far giocare quelli che avevamo fatto un lavoro un po’ diverso, ha tantissima qualità. Ho visto le squadre entrambe stanche, lui è un ragazzo che ha tantissima energia, l’ha portata ed ha fatto un grandissimo gol, è entrato con l’atteggiamento giusto e con la fame vera, ha fatto benissimo. Abbiamo fatto una gara importante, deve rimanere questo spirito anche per il campionato. È stata una prestazione contro una squadra di due categorie superiori con dei valori diversi, è una prestazione che ci portiamo a casa, deve insegnarci molto. Recuperemo un attimo per poi tornare a prepararci per tornare con la bava alla bocca per prenderci quello che vogliamo. Però vedo dei buoni segnali, i ragazzi stanno lavorando con una cultura del lavoro ampia e per un allenatore diventa più facile”.

Foto di Zauri di Massimo Mucciante fonte sito ufficiale Pescara Calcio

Ti potrebbe interessare