Pescara, controlli serrati in spiaggia di Polizia municipale e Capitaneria di porto

PESCARA – Nei prossimi giorni sono previsti controlli serrati di Polizia municipale e Capitaneria di porto sulla spiaggia di Pescara per garantire l’ordine e il rispetto delle regole previsti dall’ordinanza balneare 2010. Niente lettini per prendere il sole sulla battigia, né giochi a racchettoni o a pallone, né tantomeno pedalò e gommoni lasciati a riva. Gli agenti, muniti di tutte le attrezzature, potranno effettuare misurazioni e verifiche ed elevare eventuali sanzioni, a tutela dei tanti operatori del mare che risultano perfettamente in regola con il rispetto delle normative e soprattutto degli utenti della spiaggia che rispettano le regole.

Il  sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ufficializzando la predisposizione del nuovo servizio,ha ricordato:

già dall’inizio della stagione estiva abbiamo adottato una serie di misure tese a contrastare vari fenomeni di abusivismo a tutela dei cittadini, ossia gli utenti della spiaggia, i bagnanti, ma anche di coloro che lavorano sul mare, i balneatori: siamo partiti con l’ordinanza contro l’allestimento di veri e propri mercatini sul marciapiede lato mare del litorale, vietando la presenza degli ambulanti che negli anni passati hanno trasformato il lungomare in una casbah, tra venditori di braccialetti, orologi, borse, cappellini e foulard distribuiti solitamente lungo l’intero asse rivierasco.

Il nostro obiettivo era quello di restituire alla città la sua ‘classica’ passeggiata e ci siamo riusciti: ormai da un mese, il lungomare è sgombro, svuotato da qualunque ambulante, ad eccezione degli otto commercianti storici che però sono stati meglio posizionati in punti ben definiti sul marciapiede lato monte, confinando la loro attività alla vendita esclusiva di merce stagionale, come angurie o granite. E la soddisfazione degli utenti è stata palpabile, con centinaia, migliaia di turisti che sono tornati a occupare la riviera per fare due passi di sera, senza più la preoccupazione di dover fare le gimcanes tra le bancarelle non autorizzate. Inoltre per far rispettare il dispositivo non è stato neanche necessario elevare le solite centinaia di multe, ma è stato sufficiente assicurare dei presidi fissi e i controlli opportuni con il potenziamento degli agenti della Polizia municipale e delle altre Forze dell’Ordine dislocati su tutto il litorale dov’è stato garantito il costante pattugliamento.

Non solo: con l’assessore al Turismo abbiamo coadiuvato la Polizia di Stato nell’apertura del Posto fisso in piazza Primo Maggio, accanto allo Stadio del Mare, punto di riferimento strategico per il bagnante che si trova in spiaggia, ma anche per gli utenti che dovessero transitare nell’area e avessero una qualunque necessità. Ora concentreremo i nostri controlli sull’arenile: a partire da venerdì prossimo, 6 agosto, inizieranno i pattugliamenti rigorosamente in divisa sulla battigia di una quadra della Polizia municipale con una squadra della Capitaneria di porto, che già nei giorni scorsi hanno stabilito un piano operativo di lavoro.

In sostanza le due unità, congiuntamente, effettueranno controlli sull’area demaniale mirati ad assicurare il rispetto delle previsioni contenute nell’ordinanza balneare redatta dall’amministrazione comunale in linea con le previsioni del Piano Spiaggia vigente. Le verifiche, in sostanza, saranno innanzitutto relative al rispetto della fascia dei 5 metri dalla battigia che, come previsto nell’ordinanza consegnata a inizio stagione a tutti i balneatori, vieta la presenza a riva di oggetti ingombranti che, in qualche modo potrebbero impedire eventuali soccorsi in mare o comunque potrebbero arrecare disagi o disturbo agli altri utenti, in altre parole effettueremo un servizio di controllo diretto anche sui turisti per assicurare il rispetto dell’ordinanza balneare.

Non sarà dunque tollerata, ad esempio, la presenza della solita fila di bagnanti distesi sul classico lettino di plastica o in tela, sulla riva del mare, per prendere il sole in un luogo arieggiato, lettini che quindi non possono essere utilizzati dagli utenti sulla battigia; non verrà consentito agli utenti di giocare a pallone o a racchettoni sulla riva, visto che tra l’altro tutti gli stabilimenti hanno predisposto delle aree ad hoc per le attività sportive, né sarà consentita la presenza di pedalò o gommoni lasciati sempre sulla riva. Non solo: le unità di Polizia municipale e Capitaneria di porto potranno anche effettuare controlli sul rispetto della fascia di passaggio di 2,50 metri che devono essere lasciati liberi tra uno stabilimento balneare e l’altro.

La presenza delle pattuglie sulla spiaggia rappresenteranno un utile punto di riferimento per i bagnanti e un ulteriore elemento di sicurezza al quale gli utenti potranno rivolgersi in caso di necessità. I controlli si svolgeranno, a partire da dopodomani, ogni lunedì, mercoledì e venerdì pomeriggio e poi il sabato e la domenica per l’intera giornata. Siamo certi che troveremo una situazione assolutamente in regola, grazie al senso di maturità e di responsabilità dei nostri operatori e degli stessi utenti che ormai da un anno hanno aperto una stagione di collaborazione con la nostra amministrazione comunale.

Pescara, controlli serrati in spiaggia di Polizia municipale e Capitaneria di porto ultima modifica: 2010-08-05T02:17:58+00:00 da Donatella Di Biase