Pescara, arrivano i saldi: da domani scattano anche i controlli a campione

PESCARA – Conto alla rovescia per l’arrivo dei saldi in città. Ieri mattina vi è stato un vertice con la Polizia municipale per affrontare la questione. Nell’occasione è intervenuto il Presidente della Commissione Commercio, Antonio Sabatini, che ha riferito come da domani partiranno anche i controlli a campione sulle attività commerciali, per monitorare sul corretto svolgimento della stagione dei saldi (dal 3 luglio al 31 agosto).

Particolare attenzione alla verifica dell’esposizione dei prezzi di vendita con le relative percentuali di sconto applicate e il rispetto dell’obbligo di inviare all’amministrazione la comunicazione relativa all’inizio dei saldi e la possibilità concessa all’acquirente di cambiare il capo.Multe salate per chi non rispetterà la normativa, pari a 3mila euro.

Queste le sue parole in merito all’inizio anticipato di una settimana dei saldi e ai controlli che serviranno a tutelare i commercianti corretti e gli utenti che si recheranno a fare acquisti:

Su decisione della Camera di Commercio quest’anno la stagione dei saldi partirà con una settimana d’anticipo, dunque il 3 luglio anziché il 10 luglio come in passato, una misura decisa per venire incontro alla crisi che riguarda il settore commercio e consentire ai negozianti di attirare la clientela nel periodo di maggior afflusso turistico. L’amministrazione comunale, con l’assessore al Commercio Stefano Cardelli, si è già attivata per assicurare la tutela dei commercianti che rispettano la normativa e degli utenti che in questi giorni affolleranno gli esercizi sperando di poter fare qualche acquisto conveniente. A tal fine il Nucleo commercio della Polizia municipale, sei agenti professionalmente preparati, ha già predisposto i controlli che si svolgeranno a campione, quotidianamente, anche su chiamata degli utenti, e con particolare intensità nei primi giorni dei supersconti.

In particolare tenteremo di garantire il rispetto di quanto previsto dalla normativa, come l’obbligo per l’esercente di esporre già in vetrina il prezzo di partenza del capo in vendita, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale, quindi l’obbligo di comunicare, almeno sette giorni prima dell’inizio dei saldi, la volontà di effettuare gli sconti, che ovviamente non sono obbligatori per i commercianti, e, ancora, la possibilità riconosciuta al cliente di cambiare il capo acquistato in saldo se risulta danneggiato e infine di pagare i propri acquisti con carta di credito. Il dato storico ci conferma che negli ultimi anni la categoria si è fortemente responsabilizzata: pensiamo che durante i saldi invernali del 2008 su 300 attività controllate sono stati elevati 280 verbali; nei saldi estivi del 2008 il dato era sceso a 70 verbali; nei saldi invernali 2009 appena 8 verbali.

Massima sicurezza assicurata secondo la consigliera Daniela Arcieri Mastromattei:

La situazione sul territorio  è dunque perfettamente sotto controllo e sarà fronteggiata dagli uomini del Nucleo commercio, numericamente ridotti a causa dei pensionamenti degli ultimi mesi, nucleo che però, con l’assessore al Commercio Cardelli, andremo a rinforzare già nelle prossime settimane.

Il presidente Sabatini concludendo fa un appello ai commercianti:

chiediamo collaborazione nel rispetto degli utenti che già da sabato affolleranno negozi e strade; l’amministrazione comunale garantirà, dal proprio canto, la propria disponibilità per fronteggiare qualunque problematica con l’obiettivo di garantire ai nostri esercenti una stagione serena.

Pescara, arrivano i saldi: da domani scattano anche i controlli a campione ultima modifica: 2010-07-02T12:59:18+00:00 da Direttore