Con la ‘Riviera senz’auto’passa il messaggio della ‘riviera-parco’

PESCARA – L’iniziativa del Comune ‘Riviera senz’auto’ ,che ha visto per due domeniche la chiusura del lungomare di Pescara al traffico, restituendolo ai pedoni è piaciuta ai pescaresi.Infatti centinaia di cittadini in bici o a piedi  o con i pattini ,complice la bellissima giornata di sole,si sono reimpossessati della riviera, la vera strada-parco di Pescara mentre   altre centinaia di utenti  hanno preso parte alla ‘passeggiata contro il diabete, promossa sempre sul lungomare in occasione della giornata mondiale contro la malattia. E’ dunque trascorsa senza intoppi anche la seconda domenica di ‘Riviera senz’auto’, la giornata dedicata alla sostenibilità ambientale che, dalle 9 alle 13, ha imposto la chiusura alle auto dell’intera riviera pescarese, da piazza Le Laudi, a sud, sino all’altezza di via Leopoldo Muzii, a nord, un’iniziativa che vuole senza dubbio dare il proprio contributo alla riduzione delle micropolveri nell’aria, ma soprattutto vuole incentivare una diversa filosofia della mobilità.

L’assessore alla Mobilità Berardino Fiorilli ,commentando l’esito della seconda domenica dedicata all’ambiente con la chiusura alle auto dell’intero litorale, ha spiegato:

oggi abbiamo ripetuto il successo registrato già domenica scorsa in occasione della prima giornata senza auto in centro. Tale iniziativa non servirà solo ad abbattere le micropolveri nell’aria, anche perché per primi sappiamo che la chiusura al traffico domenicale o comunque occasionale non è risolutiva sul fronte dell’inquinamento, ma piuttosto ‘Riviera senz’auto’ vuole incentivare la cittadinanza a vivere la mobilità in modo diverso, riassaporando il piacere della passeggiata, o di una pedalata sulle strade sgombre dal traffico, perché ridurre l’uso dell’auto è soprattutto una questione culturale. Ancora più importante è la scelta di concentrare l’iniziativa sulla riviera che la nostra amministrazione comunale mira a rendere sempre più pedonale, come dimostra anche l’aver istituito la ‘zona 30’ sul lungomare sud. Riteniamo che il litorale debba divenire sempre più uno spazio vivibile e fruibile dalla città con la creazione di una ‘riviera-parco’.

A vigilare sul rispetto dei divieti e delle transenne sono stati trenta agenti della Polizia municipale e venti volontari della Protezione civile, che hanno aiutato gli automobilisti a individuare percorsi alternativi per raggiungere le proprie destinazioni. E, com’è già accaduto domenica scorsa, per l’intera mattinata non si sono registrati problemi: tutti gli automobilisti e scooteristi hanno rispettato l’ordinanza e i divieti, senza neanche tentare di violare l’isola pedonale che si è riempita sin dalle prime ore di ciclisti e pedoni. Per l’intera giornata gli agenti della Polizia municipale non hanno dovuto elevare una sanzione né  fermare una vettura. Solo poco prima delle 13 si è registrato un minimo rallentamento del traffico in via Regina Elena, in corrispondenza del cantiere Aca di via Mazzini, rallentamento risolto però dalla Polizia municipale.

Inoltre alle 10, come previsto  da piazza Le Laudi ha preso il via anche la passeggiata-Feetwalking promossa dall’Associazione di diabetologia in occasione della Giornata mondiale contro la patologia. Centinaia di persone, giunte da ogni parte d’Abruzzo, si sono incolonnate a passo svelto cimentandosi nella disciplina sportiva, seguendo le istruzioni di un personal trainer giunto da Roma, percorrendo il lungomare Cristoforo Colombo, il ponte del Mare, il lungomare Matteotti, piazza Primo Maggio e infine piazza Salotto.

In piazza Salotto sono poi stati allestiti gli stand del 118 e dell’associazione diabetici dove decine e decine di cittadini si sono sottoposti gratuitamente al test della glicemia rispondendo anche a un questionario che consente di calcolare il rischio di diabete in ogni paziente valutando una serie di parametri.

E sempre in piazza Salotto alle 10 ha aperto i battenti il Villaggio del Golf con lo svolgimento della gara e con  l’aggiudicazione dei premi in palio, ossia una bici per bambino, una da donna e una da uomo.

Ha concluso Fiorilli:

le due domeniche con la riviera restituita ai pedoni hanno suscitato l’assoluto gradimento da parte della cittadinanza che ha iniziato a comprendere il messaggio della nostra amministrazione circa la volontà di dare vita alla ‘riviera-parco’.

Ora decideremo come proseguire l’iniziativa.

Con la ‘Riviera senz’auto’passa il messaggio della ‘riviera-parco’ ultima modifica: 2010-11-15T10:15:54+00:00 da Donatella Di Biase