Home » Attualità » Celano, inaugurato il sentiero dedicato a Federico II

Celano, inaugurato il sentiero dedicato a Federico II

da Marina Denegri

sentiero Federico II

All’escursione storica hanno partecipato tantissime persone, guidati dal Sindaco Settimio Santilli e dagli esperti del Cai di Celano

CELANO – Luci, suoni, colori, musica effetti speciali, scenari suggestivi e un tuffo nella natura. Una miscela di emozioni e di suggestioni hanno caratterizzato il secondo giorno del ricco e interessante programma delle giornate federiciane. E ancora una volta Celano si è risvegliata immersa in uno scenario dai connotati medievali e cavallereschi. Tutti gli eventi programmati, che si svolgeranno tra l’imponente Castello Berardi Piccolomini e il centro storico, hanno come punto focale la rievocazione di un evento storico, ovvero la distruzione dell’antica Celano nell’anno 1223 ad opera di Federico II, l’imperatore che ha cambiato le sorti del Medioevo, conosciuto meglio con l’appellativo di “Stupor Mundi”.

Il secondo giorno di rievocazione ha avuto il clou nel pomeriggio con l’inaugurazione del sentiero storico dedicato appunto a “Federico II”. La semplice ma significativa cerimonia si è svolta all’ingresso del percorso con lo svelamento dei pannelli e la lettura delle descrizioni dei fatti e dei luoghi, fino ad arrivare fin sul Monte Tino dove originariamente era ubicata l’antica Celano. All’escursione storica hanno partecipato tantissime persone, guidati dal Sindaco Settimio Santilli e dagli esperti del Cai di Celano che hanno tracciato e segnato l’intero tragitto. Una festa e un momento di aggregazione all’insegna del divertimento, della rievocazione storica e del benessere fisico. Il tutto in un ambiente naturale e salubre in uno scenario che ha poco da invidiare a ben altre località più conosciute al mondo.
Sempre a tarda serata di ieri la proiezione laser dell’antica Celano e la scritta di stampo holliwoodiano che faceva bella mostra alle pendici del Monte Tino. Una suggestione senza eguali per tanti che hanno potuto ammirare una sorta di ben visibile triangolo, una forma geometrica piuttosto conosciuta e utilizzata in epoca medioevale, che delimitava i confini delle abitazioni della vecchia Celano.

Il momento clou della giornata federiciana si è vissuto con il concerto della Banda Città di Celano nella lizza del Castello. Migliore chiusura della manifestazione non poteva esserci. Sono stati magistralmente eseguiti brani di opere della tradizione canora e operistica italiana e conosciute in tutto il mondo. Il coro, i musicisti e le voci soliste hanno incantato il pubblico che ha gremito gran parte della lizza. Alle spalle le mura del Castello per creare un effetto carico di suggestione e di magia, quasi a ricreare una sorta di arena, per momenti carichi di suggestivo incanto e di belle sensazioni.

Ti potrebbe interessare