Teatro Marrucino e Art Ensemble verso il finale

Gibboni

Sei gli appuntamenti ancora in programma, dedicati alla musica classica e ai giovanissimi. Tra questi anche Giuseppe Gibboni, premio Prodigio Italiano (Rai 1)

Cristoforo Pasquale 27 maggio

CHIETI – Si avvia al traguardo la felice stagione concertistica promossa dal Teatro Marrucino e la ArtEnsemble di Giuliano Mazzoccante. Sei gli appuntamenti ancora in programma, all’insegna, questa volta, della musica classica e dei giovanissimi.

Sabato 13 maggio alle 18 – ingresso 5 euro – si esibirà un quartetto d’archi (con pianoforte), formazione da molti ritenuta la più prestigiosa per la musica da camera. L’età media dei componenti è di 21 anni.

A seguire, domenica 14 stesso orario, spazio ad un “enfant prodige”, Giuseppe Gibboni, neanche maggiorenne ma già definito un vero fenomeno, astro nascente del violino italiano.

Maria Tsulimova

Il primo dei due concerti è stato adottato dal Lions Club di Chieti HOST. Elegante il programma: Quartetto n. 1 per pianoforte e archi in Sol minore K 478 di Mozart e il Quartetto per pianoforte e archi op. 60 n. 3 in Do minore di Brahms.

Sul palco il giovane Quartetto Werther (fondato a Roma lo scorso anno) così chiamato in omaggio a Johannes Brahms, uno dei più grandi compositori tedeschi di opere cameristiche che aveva definito proprio Werther il suo ultimo quartetto con pianoforte.

Questi i nomi dei musicisti: Antonino Fiumara (pianoforte), Misia Iannoni Sebastianini (violino), Martina Santarone (viola), Simone Chiominto (cello).

Ognuno di loro ha alle spalle importanti esperienze cameristiche, nonché premi e riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali.

Tania Buccini e Alberto Ortolano

Non a caso seguono il Corso di Alto Perfezionamento nel Dipartimento di Musica da Camera, sotto la guida del prestigioso Trio di Parma – Enrico Bronzi, Alberto Miodini e Ivan Rabaglia – presso la storica Scuola di Musica di Fiesole.

Quartetto Werther

Domenica invece riflettori puntati su Gibboni, classe 2001, allievo del X° anno al Conservatorio “G. Martucci” di Salerno. Nonostante la giovane età si è già esibito in prestigiosi teatri italiani ed ha partecipato a trasmissioni televisive importanti, da Canale 5 a TV 2000, alle tre reti della RAI.

Proprio su Rai 1 è stato ospite di “Prodigi – La Musica è Vita“, realizzato in collaborazione con l’UNICEF, vincendo il Premio “Prodigio Italiano”. Ha inoltre inciso un Cd con la Warner Classics accompagnato dalla Nuova Orchestra da Camera “F. Busoni“ diretta dal M° M. Belli. Suona un violino Carlo Giuseppe Testore 1710 affidatogli della Fondazione Pro Canale di Milano.

Dopo la metà del mese, infine, sono attesi Tania Buccini e Alberto Ortolano, soprano e pianoforte: SABATO 20 alle 18. La serata si intitola Dal salotto al teatro e prevede musiche da Schuman a Mozart a Puccini. DOMENICA 21 sarà invece il turno de L’incontro Romantico con Maria Miele al violoncello e Marco Martuccio al pianoforte.

L’ultimo fine settimana è invece dedicato a Cristoforo Pasquale e all’Italian percussion ensemble, SABATO 27, quando è atteso anche l’ospite d’onore, Claudio Santangelo, marimbista, percussionista e compositore, appartiene ad una famiglia di musicisti da ben quattro generazioni. Nel 2011 ha vinto il “Premio per le Arti”, competizione promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Si chiude la stagione DOMENICA 28 maggio alle 18 con il Festival del pianoforte e la Grande Russia a cura di Maria Tsulimova.

Tutti i concerti nel foyer costano 5 euro, per info: 0871/330470 (biglietteria del teatro). E’ disponibile anche la pagina dell’associazione all’indirizzo: www.facebook.com/AssociazioneAE

Teatro Marrucino e Art Ensemble verso il finale ultima modifica: 2017-05-12T17:51:25+00:00 da Redazione