Ripa Teatina, per la festa della Madonna del Sudore un simposio di Arte Sacra

A  Porta Gabella la mostra itinerante: la Madonna degli Angeli fino al 25 marzo prossimo

RIPA TEATINA (CH) – E’ stata inaugurata il 18SIMPOSIO DI ARTE SACRA A RIPA TEATINA marzo scorso presso Porta Gabella la mostra itinerante di arte al femminile organizzata dal Comitato Le donne dell’Angelo, in collaborazione con l’Associazione ArteMIND e Associazione Destinazionearte, con il patrocinio del Comune, a cura di Massimo Pasqualone e Liberata Mizzoni e Angela Rossi dal titolo la Madonna degli Angeli, già presentata a Boville Ernica( Fr) nel mese di agosto e a dicembre al Museo Barbella di Chieti.
All’inaugurazione del Simposio di Arte Sacra, allestito in occasione della Festa dedicata alla Madonna del Sudore, che si celebra il 22 marzo, sono intervenuti il Sindaco Ignazio Rucci, il Parroco Don Gennaro Di Battista, Cinzia Marcello, Consigliera Comunale con delega alla Cultura, la vicepresidente del comitato Liberata Mizzoni, che si è soffermata sull’iconografia della Madonna degli angeli e sulla Porziuncola e Angela Rossi, direzione scientifica, che ha parlato del culto della Grande Madre dall’antichità alla Vergine Maria dal punto di vista storico, antropologico, filologico e teologico, con uno sguardo rivolto al Dipinto Miracoloso del 1600 conservato e onorato a RipaTeatina.

La conferenza si è svogruppo Simposio arte sacralta presso la Sala Polivalente Comunale.L’Incontro è stato arricchito dagli interventi recitati di Cristina Stumpo e Mariagiusy Matullo, allieve della Scuola di Recitazione del Teatro Marrucino di Chieti, diretta da Giuliana Antenucci.

La festa della Madonna del Sudore si celebra per ricordare l’evento miracoloso avvenuto il lunedì santo del 22 marzo del 1728,quando il quadro, che rappresenta la Vergine con il Bambino, San Giustino, San Tommaso e San Vito, risalente al XV sec. attribuito ad Antonio Solario, detto Lo Zingaro, ha versato sangue.

Alla sua devozione si attribuisce la dichiarazione di Chieti Città aperta nel 1944, trasportato dalla Chiesa del Sacro Cuore di Chieti nella Cattedrale di San Giustino. Il quadro è stato poi di nuovo traslato a Ripa Teatina ed è custodito ora nella Chiesa di San Pietro Apostolo.

Viene ricordato anche nella quarta domenica di settembre. Il 22 marzo la processione parte dall’Edicola costruita nel fondovalle Alento a ricordo della chiesetta, dedicata alla Madonna della Fonte, nella quale dal 1600 era venerato il quadro, portato poi a Ripa Teatina nel palazzo Briganti, per proteggerlo dalle intemperie, dove è avvenuto l’evento straordinario.

In mostra nella suggestiva e caratteristica location di Porta Gabella fino al 25 Marzo Ambra Montemezzo, Luisa Balzano, Maria Basile, Gabriella Cellini, Carla Cerbaso, Francesca Maria D’Antonio, Giulia Evangelisti, Dora Fabiano, Maria Facchini, Sara Forlivesi, Francesca Romano Genovesi, Rossella Greci, Letizia La Selva, Teresa Michetti, Liberata Mizzoni, Letizia Bozzi, Mila Sprecaceneri, Angela Rossi, Barbara Matticoli, Tozzoli Chiara, Raffaella Simone, Angela Sarnataro

Ripa Teatina, per la festa della Madonna del Sudore un simposio di Arte Sacra ultima modifica: 2017-03-20T17:44:35+00:00 da Redazione