PESCARA: Le palazzine della vergogna

via-caduti-per-servizio-11Via Caduti per Servizio: 300 residenti impauriti dopo il terremoto.

Questa mattina davanti al Comune si sono dati appuntamento insieme all’Associazione Codici che dà voce alla loro protesta. Chiedono per l’ennesima volta di salvare le loro case ma questa volta, in fretta.

Anche i Vigili del Fuoco dicono che è troppo rischioso.

Dopo che il vice Comandante Provinciale Massimo Borboni ha fatto relazione sul caso il coordinatore di Codici Domenico Pettinari ha spedito una copia sia al Comune che alla Prefettura. Ma da entrambi le parti solo silenzio! Ma dove sono finiti il Sindaco e il Prefetto? E il discorso sulla solidarietà?

I VIGILI DEL FUOCO:

C’è un documento datato 7 aprile ’09 c’è scritto:

” nelle travi e nei pilastri a vista si sono rilevate diverse zone, anche di dimensioni estese, dove i ferri dell’armatura risultano scoperti e ossidati”

Scrive Borboni:

“Questa situazione se non sanata con estrema urgenza potrebbe causare seri problemi strutturali all’edificio con conseguente pericolo per gli abitanti – al momento non si ritiene sussistano imminenti pericoli per la staticità ma lo stato di degrado potrebbe aggravarsi e compromettere la resistenza delle strutture”

Il terremoto è una causa naturale, noi umani non possiamo fare niente per fermarlo, ma chi si prende la responsabilità di fare per noi una provincia migliore dovrebbe aiutare chiunque ne abbia bisogno, senza fare troppe distinzioni… AIUTIAMO CHI E’ UGUALE A NOI!

PESCARA: Le palazzine della vergogna ultima modifica: 2009-05-05T15:48:58+00:00 da Claudia Tentarelli