Home » Pescara » Nel giorno della festa per gli 80 anni il Pescara batte il Brescia 2-1

Nel giorno della festa per gli 80 anni il Pescara batte il Brescia 2-1

di Francesco Rapino

In gol ancora Lapadula nella vittoria in rimonta

pescara - bresciaPESCARA – Quinto successo consecutivo del Pescara che all’Adriatico piega in rimonta 2-1 il Brescia. Bella vittoria della squadra di Oddo che dopo lo svantaggio maturato nella prima frazione di gioco con una chicca balistica di Dall’Oglio, nella ripresa ribalta il risultato con Memushaj e Lapadula. Per il Delfino si tratta di un’importante affermazione in chiave play off.

Prima del calcio d’inizio grandi festeggiamenti all’Adriatico per i festeggiamenti degli 80 anni del club biancazzurro. Nel Pescara assenti lo squalificato Benali e gli indisponibili Campagnaro, Coda, Ventola, Crescenzi e Cocco. Invece nelle fila del Brescia out gli infortunati Somma e Martinelli.

La cronaca

Al 6’ Lapadula riceve dalla sinistra e in sforbiciata impegna Minelli in angolo. Replicano gli ospiti al 14’ con un colpo di testa di Geiko respinto da Fiorillo. Al 16’ una conclusione da fuori di Memushaj, sulla respinta dell’estremo lombardo Caprari manda a lato. Poco dopo su un suggerimento di Kupisz, Dall’Oglio manda a lato. È il preludio al vantaggio del Brescia che arriva al 18’ con uno shot dai 30 metri dello stesso Dall’Oglio che prima prende la parte interna del palo e poi termina in rete. Al 28’ su un lancio di Torreira Caprari si fa ribattere in angolo da Minelli. Al 33’ Memushaj dalla distanza manda sopra la traversa. Al 35’ è Lapadula ad andare alla conclusione con un rasoterra bloccato dall’estremo ospite. 1’ dopo il Pescara reclama un penalty per un presunto atterramento in area di Castellini su Lapadula.

Nella ripresa al 2’ sugli sviluppi di un corner una conclusione di Mandragore è ribattuta dalla retroguardia del Brescia. È il preludio al pareggio del Pescara che arriva 1’ più tardi: di nuovo su un angolo Memushaj di testa insacca. Al 7’ il subentrato Verde manda sopra l’incrocio. Al 10’ Zampano mette in mezzo per Lapadula, Minelli devia in angolo. Al 14’ su Caprari bell’intervento dell’estremo ospite. Poco dopo Pasquato manda di un soffio a lato. Al 23’ Verre per Mitrita che appoggia per Lapadula, sulla linea di porta un difensore lombardo spazza in angolo. Al 31’ Pescara in vantaggio con il solito Lapadula che supera Minelli e porta in vantaggio i suoi. Al 36’ biancazzurri in dieci per l’espulsione di Verre, il direttore di gara gli ha sventolato il rosso diretto dopo un brutto intervento sul subentrato Morosini. Al 38’ Brescia pericoloso con Andrea Caracciolo, bravo Mandragora a mandare in angolo. Al 45’ Kupisz scambia con un compagno di squadra, la sua conclusione va alta. Poco dopo Pasquato riceve da Mandragora manda di poco sul fondo. In pieno recupero anche il Brescia rimane in dieci per l’espulsione di Mazzitelli per doppio giallo. Al 48’ Memushaj mette in mezzo per Lapadula, dopo una sua deviazione Cappelluzzo si fa ribattere la conclusione in angolo.

Tabellino:

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo, Vetturini, Fornasier, Mandragora, Zampano, Memushaj, Torreira (1’ st Verde/29’ st Cappelluzzo), Verre, Pasquato, Caprari (18’ st Caprari), Lapadula A disposizione: Algegani, Bruno, Zuparic, Mazzotta, Acosta, Selasi Allenatore: Oddo

Brescia (4-2-3-1): Minelli, Venuti (32’ st Morosini), Ant. Caracciolo, Calabresi, Castellini, Salifu, Mazzitelli, Kupisz, Dall’Oglio, Marsura (2’ st E. Lancini), Geijko (30’ st And. Caracciolo) A disposizione: Arcari, Abate, Camilleri, N. Lancini, Cavilli, Rosso Allenatore: Boscaglia

Arbitro: Sacchi (sezion e di Macerata)

Assistenti: Del Giovane (sezione di Albano Laziale) e Villa (sezione di Rimini)

IV Uomo: Mancini (sezione di Fermo)

Reti: 18’ pt Dall’Oglio, 3’ st Memushaj, 31’ st Lapadula

Ammoniti: Memushaj, Mitrita (P) Salifu, Morosini (B).

Nel giorno della festa per gli 80 anni il Pescara batte il Brescia 2-1 ultima modifica: 2016-04-23T19:07:38+00:00 da Francesco Rapino