IV° edizione di “Un mosaico per Tornareccio”: vince Mantovani

All’autore di “Cuore di cera” il più alto numero di consensi: il suo bozzetto, insieme a quelli di Bulzatti e Campidelli, diventeranno nuovi mosaici nel 2010. L’opera musiva tratta dal  bozzetto di Marotta sarà donato a Poggio Picenze (Aq).

TORNARECCIO – È Adelchi Riccardo Mantovani, noto artista italiano che vive da anni a Berlino, il vincitore della quarta edizione di “Un mosaico per Tornareccio”, l’originale iniziativa ideata dal gallerista e mecenate Alfredo Paglione, grazie alla quale la “capitale abruzzese del miele” si sta progressivamente trasformando in un affascinante museo a cielo aperto, costellato da splendidi mosaici istallati sulle facciate delle abitazioni.

Adelchi Riccardo Mantovani - Cuore di cera
Adelchi Riccardo Mantovani - Cuore di cera

Il bozzetto di Mantovani, dal titolo “Cuore di cera”, è quello che tra i venti partecipanti ha ottenuto il numero maggiore di voti tra le centinaia espressi dalla giuria popolare e da quella degli esperti. Come da regolamento, l’anno prossimo sarà trasformato in un mosaico che andrà ad aggiungersi ai venticinque già attualmente visibili su altrettante abitazioni del paese, installati nel corso delle prime tre edizioni del progetto; Mantovani, inoltre, avrà diritto ad una mostra personale che sarà realizzata sempre l’anno prossimo.

Oltre a quello di Mantovani, la cui trasformazione in mosaico sarà finanziata dal Comune di Tornareccio, nel 2010 diventeranno nuovi mosaici anche i bozzetti di Aurelio Bulzatti, autore di “Meditante”, e di Paola Campidelli “Camelia japonica”, finanziati rispettivamente dalla Fondazione Carichieti e dalla Banca di Credito Cooperativo Sangro Teatina. Come sempre, se dovessero manifestarsi nuovi finanziatori, il numero dei bozzetti da trasformare in mosaici potrebbe aumentare.

Gino Marotta - La rosa sibillina
Gino Marotta - La rosa sibillina

Ma un’importante novità caratterizza la fase finale della quarta edizione: il mosaico tratto dal bozzetto “La rosa sibillina” di Gino Marotta, fuori concorso in questa edizione, sarà donato al comune di Poggio Picenze, duramente colpito dal sisma del 6 aprile scorso. Un segno di solidarietà, come un fiore in ricordo perenne delle vittime del terremoto, da parte di tutta la cittadinanza di Tornareccio in un momento di dolore, ma anche di grande speranza. La consegna simbolica del mosaico (che deve essere ancora realizzato) avverrà già domenica 30 agosto 2009 alle 18.00 a Tornareccio, nell’ambito della cerimonia di premiazione in conclusione della quarta edizione, alla quale interverrà anche il sindaco di Poggio Picenze, Nicola Menna, insieme ad altre personalità e artisti, tra cui Sergio Ippoliti, vincitore dell’edizione 2008.

IV° edizione di “Un mosaico per Tornareccio”: vince Mantovani ultima modifica: 2009-08-28T15:56:22+00:00 da Direttore