Italia Gioca Pescara 2018, 14 regioni in gara

Italia Gioca Pescara 2018 14 regioni in garaPESCARA – Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Puglia, Campania, Calabria, Basilicata: 14 regioni italiane sono pronte a sfidarsi nel nome di Giochi senza Frontiere. Dal 5 al 7 luglio si svolgerà a Pescara l’edizione 2018 di Italia Gioca, la manifestazione ludico-sportiva che mette in competizione le rappresentative regionali composte da atleti non professionisti. Da d’Annunzio a Flaiano, dalla ruzzola alla paranza, dalla conca alla strada, quella raccontata da Federico Fellini nel film omonimo sceneggiato dall’illustre pescarese Ennio Flaiano: la quinta edizione di Italia Gioca si ispira ai tanti patrimoni della regione che la ospita, l’Abruzzo. Luoghi e persone, ma anche eccellenze del cibo e dell’artigianato saranno i tratti distintivi dei giochi in programma, pensati per esaltare il significato storico e il valore socio-culturale dell’evento.

“A dieci anni ero anch’io un ruzzolante su la strada di Chieti – scriveva Gabriele d’Annunzio citando l’antico gioco della ruzzola – e sapevo legarmi al braccio lo spago e avvolgerlo intorno al cacio e prendere la rincorsa per tirare, entrando in furia se la mia gente rideva di me”. Anche i giocatori delle squadre partecipanti a Italia Gioca dovranno cimentarsi con destrezza in una sorta di ruzzola rivisitata per l’occasione.

Tra le altre sfide in programma ci sarà La conca, ispirata al tradizionale contenitore di acqua che, un tempo, le donne di ritorno dalla fontana pubblica trasportavano sul capo aiutandosi con un panno avvolto a ciambella. Invece, nella prova che rimanda al film di Fellini, i concorrenti si muoveranno in un contesto “circense”. Il Maestro, in questo e in altri film passati alla storia del cinema (La dolce Vita, Otto e Mezzo), si giovò dell’apporto determinate di Ennio Flaiano, anche scrittore, giornalista, aforista, critico cinematografico e drammaturgo.

Nell’originale spazio realizzato in riva al mare e nella piscina temporanea allestita nel cuore della città adriatica, 16 squadre provenienti da 14 regioni italiane perpetueranno il sogno dei mitici Giochi senza Frontiere, l’incontro di pace tra persone e territori differenti.

L’evento ludico-sportivo, legato al circuito internazionale Jeux sans Frontières, vive un momento magico: mai come quest’anno tante regioni si sono organizzate per partecipare alle gare di Pescara. La manifestazione cresce e fa proseliti, sia nel pubblico che nelle amministrazioni locali, pronte a cogliere a grande visibilità nazionale generata dal circuito di Italia Gioca. Pescara, città vivace ed effervescente che ha appena ospitato i triatleti di Ironman 2018, si prepara all’ennesimo appuntamento dell’estate.

Il format dell’evento nazionale prevede tre serate, una iniziale di benvenuto e due di giochi, semifinali e finali, con sessioni pomeridiane e serali. Le gare del pomeriggio iniziano alle ore 16,30, quelle della sera alle ore 21,15. La squadra ospitante, Pescara, e quella vincitrice della scorsa edizione, Valdisole, accedono di diritto alla finale di sabato 7 luglio.

Le semifinali si svolgono nella giornata di venerdì 6 luglio, con sessione pomeridiana e serale. Le squadre sono divise in due gruppi: Centro Nord e Centro Sud. Nella semifinale del centro Nord gareggeranno: Cartigliano (Veneto); Dalmine (Lombardia); Meduno (Friuli Venezia Giulia); Moconesi (Liguria); Parma (Emilia Romagna); San Prospero (Emilia Romagna); Verbania (Piemonte).

Nella semifinale del Centro Sud si sfidano Castelfranco Piandiscò (Toscana); Castrovillari (Calabria); Pescopagano (Basilicata); Salerno (Campania); San Felice Circeo (Lazio); San Giorgio Jonico (Puglia); Saviano (Campania);

Al termine delle semifinali, che prevedono giochi uguali per entrambi i gruppi, viene stilata la graduatoria provvisoria. Accedono alla finale del 7 luglio i team classificati ai primi tre posti in ciascuna semifinale e il miglior quarto di entrambe le semifinali. Nel caso in cui una regione sia rappresentata da più di un team, solo uno accede alla finale, quello con il miglior punteggio. Ogni squadra ha a disposizione un jolly (da sfoderare una sola volta nelle semifinali e una nelle finali) che raddoppia il punteggio ottenuto. Il fil rouge è previsto sono nella serata finale. Ciascuna squadra è composta da due accompagnatori (un allenatore e un dirigente) e quattordici concorrenti maggiorenni di entrambi i sessi, con un massimo di nove unità per genere. Ogni squadra sceglie il proprio capitano. La squadra prima classificata vince il trofeo Italia Gioca, mentre tutti i concorrenti ricevono un ricordo della loro partecipazione.

L’edizione abruzzese è organizzata dall’associazione Castellamare in Festa, con il supporto del Comitato Artistico di Italia Gioca.

Le rappresentative regionali partecipanti a Italia Gioca Pescara 2018:

Verbania per il Piemonte; Dalmine per la Lombardia; Valdisole per il Trentino Alto Adige; Meduno per il Friuli Venezia Giulia; Cartigliano per il Veneto; Moconesi per la Liguria; Parma e San Prospero per l’Emilia Romagna; Castelfranco Piandiscò per la Toscana; San Felice Circeo per il Lazio; Pescara per l’Abruzzo; San Giorgio Jonico per la Puglia; Salerno e Saviano per la Campania; Castrovillari per la Calabria; Pescopagano per la Basilicata.

Italia Gioca 2018 ha anche una mascotte, il simpatico Cino, ispirata ad una delle più note e apprezzate prelibatezze locali: l’arrosticino, lo spiedino di carne ovina che inorgoglisce un territorio ricco di eccellenze eno-gastronomiche. Per completare l’offerta turistica della città e far conoscere a tutti il patrimonio culinario e artigianale dell’Abruzzo, nei giorni dell’evento sarà allestito anche il Villaggio delle Eccellenze, i cui stand troveranno spazio in riviera, accanto allo Stadio del Mare.

Italia Gioca Pescara 2018, 14 regioni in gara ultima modifica: 2018-06-15T02:03:48+00:00 da Redazione