Evento in Casa Ail a Pescara sulla ricerca scientifica e testimonianze

Evento Casa Ail Pescara ricerca scientifica testimonianzePESCARA – I progressi della ricerca scientifica nella cura delle malattie ematologiche e le testimonianze di chi ha affrontato un percorso di guarigione saranno al centro dell’evento che si terrà domani 23 giugno, alle ore 18.30 in Casa Ail, in via Rigopiano. La manifestazione è stata organizzata dalla sezione interprovinciale Pescara-Teramo dell’Ail nell’ambito delle iniziative programmate in occasione della ricorrenza della Giornata nazionale contro le leucemie, i linfomi e il mieloma, che è stata celebrata il 21 giugno.

Il programma dell’iniziativa prevede, in apertura, i saluti del presidente della sezione interprovinciale Pescara-Teramo, Domenico Cappuccilli, seguiranno l’intervento della dottoressa Patrizia Accorsi, direttore del Centro Trasfusionale dell’ospedale Santo Spirito e la presentazione del libro “Ali per sognare” della scrittrice Stefania Piscicelli, il cui ricavato è stato devoluto all’Ail. Infine, ci sarà la testimonianza di Marta Viola, fotografa di Martinsicuro (Teramo) e autrice del libro “Sangue bianco”, che racconterà del coraggio con cui ha affrontato una leucemia mieloide acuta e un trapianto di midollo osseo.

Alle 19, si esibirà il Jubilus Clarinet Quartet – composto dai clarinettisti Alfonso Giancaterina, Antonio Troiano, Renzo Sulpizio e Claide Di Silvestro – che proporrà un viaggio musicale tra Europa e Americhe. “L’evento sarà l’occasione per annunciare nuove e importanti attività della nostra associazione in favore della ricerca scientifica e ascoltare le testimonianze di persone che hanno affrontato un percorso di cure e rinascita – afferma Cappuccilli – Ma rappresenterà anche un momento per ribadire la funzione essenziale della nostra casa di accoglienza, in cui garantiamo, da giugno 2009, ospitalità gratuita ai pazienti che provengono da altre regioni e agli accompagnatori”, (tabella presenze in allegato)

In caso di maltempo, l’evento si terrà nella sala convegni di Casa Ail. L’ingresso è gratuito ma occorre la prenotazione ai numeri 085.2056234/ 328.2611786.

Marta Viola

“Voci fin troppo distinte si sovrappongono senza alcuna grazia. Sorseggiando un buon vino bianco respiro a fatica gli odori della cena. Fumo di sigaretta, risate alcoliche, sguardi complici, racconti di anni passati. Resto in una bolla fluttuante, lo sguardo annebbiato. La vita sta scivolando via, nessuno se ne è accorto”. La fotografia e la scrittura sono stati i mezzi utilizzati per vivere le mie giornate dopo la diagnosi di leucemia acuta mieloide. Inizialmente l’idea di fotografare si è imposta a causa di un disturbo visivo, tra i vari effetti della malattia c’erano anche fluorescenze e sfocature. Ho pensato di fare fotografie ogni volta che intravedevo qualcosa che mi incuriosiva, così avrei avuto modo di vederlo bene più avanti, quando sarei stata meglio. Sangue bianco è anche un libro edito da Seipersei, realizzato grazie a una campagna di crowdfunding di successo sulla piattaforma Ulule dal 21 novembre al 21 dicembre 2017. Un importante contributo è stato dato anche da IED – Istituto Europeo Design di Milano.

Jubilus Clarinet Quartet

Lo “Jubilus Clarinet Quartet” svolge dal 1991 un’intensa attività concertistica, avvalendosi della professionalità di quattro affermati musicisti. Il suo nome racchiude un senso di gioia, di piacere di suonare che evoca, attraverso il suono del clarinetto, la tradizione raffinata e ricca di spiritualità della vocalità gregoriana. L’originalità del repertorio e la qualità delle esecuzioni hanno consentito al gruppo di distinguersi nel panorama musicale internazionale, soprattutto come interprete di opere cameristiche del ‘900.

Il quartetto, infatti, si è imposto in numerosi concorsi nazionali e internazionali quali: “Aulos” di Rimini, “V. Di Lena” di Segni (Rm), “F. Schubert” di Tagliolo Monferrato (Al), “P. Barrasso” di Caramanico Terme (Pe), “Hormiai” di Formia (Lt), “Gargano” di Sannicandro Garganico (Fg). Nel 2013 e nel luglio 2015 si è esibito al Festival Internazionale del Clarinetto tenutosi rispettivamente ad Assisi (Italia) e a Madrid (Spagna)

Negli ultimi anni, con il fine di dare risalto alla grande versatilità tecnica ed espressiva del clarinetto, il gruppo ha ampliato il proprio repertorio, individuando percorsi alternativi che spaziano dal gregoriano alla musica contemporanea, dalla musica popolare a quella colta. Il quartetto, dunque, si propone di divulgare il repertorio di tale formazione alternando composizioni originali a elaborazioni di brani appartenenti a periodi e stili diversi. In quest’ottica si inserisce l’ultimo progetto del quartetto che è confluito in un disco inciso per l’etichetta “Accademia 2008. Edizioni musicali” e dal titolo “Dal Cinquecento a Piazzolla. Un viaggio musicale nella storia”.

Evento in Casa Ail a Pescara sulla ricerca scientifica e testimonianze ultima modifica: 2018-06-22T10:54:52+00:00 da Redazione