La Tercas Teramo si ferma a Cantù 84-76

Nuova sconfitta esterna per Teramo che esce sconfitta dal parquet di Cantù pur non sfigurando contro la quarta in classifica e contiuando a mostrare incoraggianti segnali di miglioramento

CANTÙ – La Banca Tercas non dà seguito alla bella vittoria di settimana scorsa contro Pesaro ed esce sconfitta da Cantù 84-76, restando all’ultimo posto in classifica in compagnia del Casale Monferrato e a -2 dalla coppia Cremona e Montegranaro. A pesare per Teramo, nell’economia del risultato, è stata la pausa nel secondo quarto, chiuso 19-8 per i padroni di casa e a nulla è servita la buona prova dei ragazzi di coach Ramagli nel secondo tempo.

Davanti a circa 4000 spettatori e con la direzione di Mattioli, Ramilli e Gori, quest’ultimo chiamato all’ultimo momento a sostituire l’influenzato Aronne, i biancorossi  – senza Wanamaker ed in attesa di rinforzi – partono con lo stesso quintetto di domenica scorsa,vale a dire Cerella, Dee e Brandon Brown, Borisov e Amoroso; dalla parte opposta Trinchieri risponde con Leunen, Micov, Cinciarini, Shermadini e Mazzarino.

Prima dell’inizio un minuto di raccoglimento per la scomparsa dell’ex giocatore Darby. Cantù parte forte e con Micov piazza la tripla, seguito a ruota da Shermadini con un canestro da  due: è’ subito 5-0 per i padroni di casa. Risponde la Banca Tercas con Borisov che segna da due, ma quattro punti di Cinciarini fanno schizzare il punteggio al 3° sul 9-2 per i padroni di casa. I biancorossi reagiscono con un gioco da tre di Borisov , canestro e tiro aggiuntivo su fallo subito e poi con quattro punti di Brandon Brown: al 9° risultato di parità 9-9. Shermadini trova il canestro e Ramagli chiama time out sul punteggio di 11-9. Entra anche Marconato e segna subito 13-9, risponde Amoroso da due 13-11. Leunen trova la bomba del 16-11 all’8°, Amoroso 1/2 dalla lunetta e Dee Brown da tre ricuciono lo strappo 16-15 al 9°. Nell’ultimo minuto segna prima Leunen dalla lunetta 2/2, 18-15, poi Ortner 20-15. L’ultimo acuto è di Dee Brown che piazza la tripla del 20-18 al suono della sirena.

Nel secondo periodo subito Fultz pareggia al 2° 20-20 e al 3° c’è il sorpasso biancorosso con Green che segna da centro area per il 22-20 Banca Tercas. Da qui in poi, però, la Bennet spinge sull’acceleratore. Ortener è incontenibile e segna quattro punti riportando i suoi avanti al 4° 24-22. Il pareggio lo firma Brandon Brown 24-24, ma Marconato, Cinciarini e due volte Ortner portano avanti sul + 6 i padroni di casa 30-24. Sbaglia molto dalla distanza la Banca Tercas consentendo a Mazzarino e soci di recuperare palloni e segnare. Prova Brandon Brown a spezzare l’azione avversaria 32-26 al 9°, ma nell’ultimo giro di lancette Micov, Marconato e Mazzarino da tre chiudono i conti della prima parte di gara con un + 13 (39-26). Solo otto punti segnati nel secondo periodo dalla Banca Tercas per un parziale di tempo di 19-8. Un passivo che risulterà decisivo e che Teramo non riuscirà più a recuperare.

All’inizio del secondo tempo Ramagli manda sul parquet Barndon Brown, Dee Brown, Amoroso, Cerella e Borisov. Mazzarino ricomincia come aveva finito il primo tempo, cioè con una tripla 42-26, risponde Dee Brown da due 42-28, poi ancora Shermadini per il 44-28. In sequenza si fanno vedere Brndon Brown e due volte Dee Brown 44-34 al 4°. La Bennet non ci sta e replica con Micov 46-34, lo imita Borisov dalla parte opposta per il 46-36. La Banca Tercas, però, sbaglia molto e Cantù al 5° è sopra 50-36 grazie a due canestri di Marconato e Cinciarini.Ramagli è costretto a chiamare time out e Marconato fa 2/2 dalla lunetta per il 52-36 del 6°. Brandon Brown segna ancora da due 52-38, replica Micov al 6° per il 54-38. Ancora qualche pallone perso di troppo, ma anche una buona difesa all’8° con Fultz che recupera e subisce fallo. Sull’azione seguente Dee Brown piazza la tripla 54-41. Ancora Dee Brown a prendere per mano i suoi, ancora tripla e 54-44. Basile inventa e da sotto segna al 9° 56-44. Ma Dee Brown è imprendibile, stavolta da sotto segna altri due punti 56-46. Negli ultimi quaranta secondi del periodo Basile piazza la tripla 59-46, sbaglia Green  e Markoishvili segna da tre per il 62-46 finale del terzo periodo.

Polonara, Fultz, Cerella, Green e Dee Brown cominciano l’ultimo quarto che si apre con una schiacciata di Green 62-48. Ancora Green in mezzo all’area segna per il 62-50 del 2°. Ma Markoisvili si ricorda di saper tirare da tre 65-52, imitato da Brown che però ne fa solo due 65-52. Basile è quello di Bilbao prende la palla e pesca la tripla 68-52, gli risponde Dee Brown da tre 68-55 al 3°. Green gioca bene recupera palloni e subisce fallo. Dalla lunetta, però, fa 1/2, 68-56 sempre al 4°. Basile ancora da tre 71-56, e Polonara lo imita 71-59 al 5°. Ma è una lotta dalla linea dei 6.75 con Markoisvili che segna ancora 74-59 al 5°. Ramagli è ancora costretto a chiamare time out dopo uno sfondamento di Green. Fultz pesca la tripla al 6° 74-62, Markoishvili segna da due 76-62. Fultz inventa per Dee Brown che spara ancora la bomba  del 76-65 al 7°(28 punti per lui). Green subisce fallo e dalla lunetta fa 2/2, 76-67. E’ una bella Tercas nel finale di partita. Fultz bombarda e trova il canestro da tre sempre al 7° 76-70 con Trinchieri costretto a chiamare time out. Leunen sfrutta una bella rimessa e segna 78-70, dalla parte opposta sbaglia Amoroso e anche Dee Brown dopo aver recuperato un pallone sotto canestro. La Bennet allunga di nuovo con Marconato che trova da sotto il canestro dell’80-70 a 1’27” dal suono della sirena. Prima Amoroso , poi Fultz da tre sbagliano, Dee Brown indovina invece l’ennesimo canestro da tre 80-73. Gli ultimi secondi vedono Cantù in controllo recuperando anche un pallone in difesa. Sull’82-73 la Banca Tercas non ha più la forza di attaccare il canestro avversario, Marconato segna ancora 84-73, ma sul suono della sirena Dee Brown segna ancora da tre per l’ 84-76 finale portando a 34 punti il suo bottino personale.

La Banca Tercas paga un secondo periodo giocato al di sotto delle proprie possibilità ma, nonostante la sconfitta, i miglioramenti paiono tangibili e con l’arrivo di qualche rinforzo – una guardia soprattutto – Teramo sembra avere le possibilità e le capacità di tirarsi fuori da questa complicata situazione di classifica e giocarsi fino all’ultimo le proprie chance di salvezza.

Prossimo incontro per i ragazzi di coach Ramagli, ancora in trasferta, domenica prossima a Caserta contro la Pepsi.

TABELLINO:

Quintetti base:

Bennet Cantù: Cinciarini, Mazzarino,Shermadini, Leunen, Micov;

Banca Tercas Teramo: Borisov, Amoroso, Cerella, D. Brown, B. Brown.

Parziali: 20-18; 39-26; 62-46; 84-76.

Bennet Cantù: Mazzarino 6, Leunen 9, Cinciarini 8, Marconato 16, Basile 11, Ortner 8, Markoishvili 11, Shermadini 6, Micov 9;

Banca Tercas Teramo: B.Brown 12, Amoroso 3, D.Brown 34, Fultz 8, Borisov 7, Green 9, Polonara 3.