Tra il cuore e il cielo: Andrea Diletti il 4 agosto in concerto a Pescara (intervista)

Si esibirà il 4 Agosto all’Ex Aurum in un concerto organizzato per il centenario degli spettacoli d’aviazione

PESCARA – Tra il cuore il cielo s’intitola l’evento musicale che vedrà protagonista mercoledì 4 agosto alle ore 21.00 presso l’Ex Aurum, il cantautore pescarese Andrea Diletti. Per l’occasione il giovane cantante presenterà il suo ultimo capolavoro discografico: brano inedito VIVO, come anticipazione dell’album che uscirà nei primi mesi del 2011.

Diletti è uno degli artisti pescaresi scelti dall’amministrazione per esibirsi in occasione del centenario degli spettacoli d’aviazione. Per una settimana infatti, la città  adriatica festeggerà con musica, teatro, danza oltre la pattuglia acrobatica delle Frecce tricolori che tornerà a Pescara per la 13ª volta. Aperta con le “dieci aquile volanti” il 31 luglio scorso  la manifestazione si chiuderà il 7 agosto nella Pineta dannunziana, rievocando gli eventi del 1910, tra cui il centenario dell’ex Aurum e del Teatro Michetti.

BIOGRAFIA – Il trentunenne Andrea Diletti,nativo de L’Aquila sotto il segno della vergine, può vantare nonostante la sua giovane età una ricca carriera alle spalle, di cui ricordiamo la finale di Castrocaro su Rai Uno nel 2004, l’attività come corista per il cantante pavese Drupi, due album già pubblicati : Nelle mani degli dei nel 2003 e Ora nel 2006 e tanti riconoscimenti e premi come il premio della critica al IX° concorso ‘’Augusto Daolio- citta’ di Sulmona’’;miglior testo letterario  al “Bengio festival nel 2003”,si posiziona al secondo posto nel 2002 in “Discanto’,nel 200o invece arriva al terzo posto in “Vocidomani” ma nello stesso anno è vincitore assoluto del “Festival della melodia”; per giungere ora nel 2010 alla sua ultima fatica che  giudica l’album della sua maturità, come ci spiega il cantante:

Sono tre anni che lavoro a questo album. E’ stato molto faticoso, ma anche tanto gratificante. In realtà tutto il progetto è un grosso azzardo, per un cantautore indipendente è molto rischioso dedicarsi così tanto tempo ad un disco senza preoccuparsi di assicurarsi qualche comparsata in tv.

Oggi la musica passa per il reality, prima si vendono i personaggi e dopo le canzoni. Io ho preferito riunirmi con i miei collaboratori per lavorare seriamente a qualcosa che rappresentasse me e questo splendido dono che sono le mie canzoni, senza preoccuparmi troppo della fama, amo la mia vita e sono felice di ciò che sono, la popolarità non ha niente a che vedere con la qualità della mia musica, sono due cose diverse .

In passato ha anche studiato chitarra con il famoso musicista  Paolo Giordano e sta perfezionando la tecnica del pianoforte presso il laboratorio musicale Walter Savelli con il maestro  Maurizio Tomberli, oltre a proseguire lo studio di Canto con il soprano Nicoletta Renzulli presso L’accademia musicale civica di Montesilvano. Nonostante tutti questi impegni,il cantante non ha mai abbandonato la sua passione per lo studio e sta conseguendo una seconda Laurea in Psicologia presso l’università di Chieti , dopo essersi laureato nel 2007 alla facoltà di Scienze della formazione dell’Aquila come Educatore. Tanto impegno dunque, da parte del giovane abruzzese ma anche tante soddisfazioni: i primi di Agosto uscirà il videoclip del singolo “Vivo” curato dalla Regia di Antonio Lucifero.

INTERVISTA – Ma conosciamo meglio questo artista della nostra terra attraverso alcune domande a cui gentilmente ha risposto:

Andrea la tua ultima canzone è stata rilasciata in download gratuito, perché?

Il mio ultimo album è stato edito nel 2006, da allora molte cose sono cambiate, anche sotto il profilo della mia maturità artistica, in realtà questa canzone, “VIVO” , non è il singolo del disco di prossima uscita, se pur in essa sarà inserito, ma un brano inedito che voglio regalare a tutti quei supporter che mi seguono da tempo e mi hanno sostenuto e incitato. Diciamo che la canzone è una Bonus Track, ed è proprio per questo che ho preferito considerarla un omaggio.

Altra tua scelta coraggiosa è stata l’incisione ‘indipendente’ del tuo ultimo album, come mai questa decisione?

La realtà discografica attuale vive delle difficoltà molto incisive sulla qualità dei prodotti musicali offerti al grande pubblico.  Oggi un artista non può permettersi di sbagliare il colpo, altrimenti, “avanti un altro”… Ecco che un musicista indipendente viene schiacciato da un sistema di musica “massificata” il cui unico scopo è il lucro e il soddisfacimento di meri criteri di Business. Esprimersi, diventa così molto difficile, e l’unica strada che si ha davanti, è credere in se stessi e puntare dritti all’obiettivo che si vuole raggiungere. Io sapevo molto bene il sound che volevo e cosa desideravo comunicare , così mi sono concentrato solo su quello, se avessi cercato a tutti i costi il prodotto giusto per la discografia italiana attuale, credo proprio che oggi sarei ancora in alto mare…

Il tuo motto è ‘’ Se puoi sognarlo, puoi farlo ‘’ molto autobiografico visti i successi ottenuti in questi anni?

Sinceramente, se valuto la mia carriera sotto la prospettiva dei mezzi economici e non che ho avuto a disposizione, sono molto soddisfatto di tutto quello che ho fatto fino ad oggi. Ci sono stati periodi duri, sconfitte, momenti in cui ho odiato tutto questo sistema e il suo marciume, però ho imparato nella vita che non sono importanti le tante porte che ti sbattono in faccia, ma quelle poche che ti vengono aperte. Sognare fa bene, sono ancora qui a farlo, perciò lo consiglio a tutti… Anche se la popolarità ancora non mi ha raggiunto, niente e nessuno può cambiare la qualità del mio amore per la musica, è solo grazie a questa a forza che ho ottenuto tantissimi riconoscimenti, nonostante la mia provenienza “indie”.

Ti conosciamo soprattutto come cantautore ma in passato sei stato anche un bravo speaker radiofonico. Ti va di raccontarci qualche aneddoto di questa esperienza e se ne hai tratti dei vantaggi?

E’ stata una bellissima esperienza…ho ideato e condotto un format per musicisti emergenti intitolato “Radio Suono Ribelle”… La cosa più bella è stata questa consapevolezza di essere un musicista al servizio di altri musicisti, cosa che continuo a fare attraverso il mio blog di Marketing Musicale www.musicmarketingonline.it. Credo sinceramente che il difetto di molti artisti, anche locali, sia quello di coltivare il proprio piccolo orticello senza curarsi dei propri colleghi o di avviare collaborazioni costruttive. La musica è un potente “collante” relazionale , ma spesso isola gli artisti nel loro egocentrismo.

Andrea quale percorso consiglieresti ad un ragazzo che vorrebbe esprimere la sua arte attraverso il canto?lo studio e l’applicazione come hai fatti tu oppure di ricorrere ai mezzi di moda ossia reality e concorsi televisivi?

Io non credo ci siano strade buone e strade cattive. Non è importante ciò che fai, ma chi sei mentre lo fai. Se fai musica per avere successo, non c’è problema, stai prostituendo una forma d’arte per i tuoi scopi personali, se fai musica perché l’ami, anche il reality più squallido può insegnarti qualcosa. Quello che realmente conta è studiare molto, studiare bene, studiare sempre. Anch’io ho avuto i sogni di gloria e in un certo qual modo li ho ancora, quello che voglio oggi, però, è essere sempre più bravo, il resto verrà se è scritto nel mio destino.

Ad agosto esce il tuo ultimo capolavoro. Ma hai già altri progetti per il futuro oppure per il momento vuoi goderti il successo di questo?

Ad agosto uscirà il mio videoclip musicale, ma nel 2011 sarò pronto anche l’album e ti anticipo in anteprima assoluta che s’intitolerà “VIVO”. L’album prende il nome proprio dal brano che presenterò il 4 agosto all’Ex Aurum e c’è un motivo molto chiaro, ho attraversato molte difficoltà per giungere a questo Cd, a volte ho creduto di non farcela, eppure tutte le volte mi sono ricordato di essere “VIVO”, appunto, e di non voler permettere a nessuno di uccidere il mio desiderio di esprimermi. Per quanto riguarda il futuro ci sarà sicuramente una Tournèe estiva e i concerti, però posso confessarti che nell’hard Disk del mio computer ci sono già dieci brani di un prodotto parallelo che vorrei incidere Voce e pianoforte… Per tutto il resto, molto dipenderà da cosa hanno in serbo le stelle per me.

INFO & CONTATTI:

BLOG UFFICIALE: http://www.andreadiletti.it/blog/
FACEBOOK: http://www.facebook.com/pages/ANDREA-DILETTI/51134681417
MYSPACE: http://www.myspace.com/andreadiletti
MAIL: info@andreadiletti.it

Tra il cuore e il cielo: Andrea Diletti il 4 agosto in concerto a Pescara (intervista) ultima modifica: 2010-07-31T13:32:31+00:00 da Annarita Ferri