Pallavolo

Shedirpharma Sorrento – Impavida Ortona 1-3: il racconto del match

Condividi

SORRENTO – Si gioca in Campania e al popolo ischitano va tutta la nostra vicinanza per quanto accaduto soltanto poche ore fa. Siamo però nella splendida Sorrento e la SIECO si è trovata difronte all’ennesima avversaria coriacea in cerca, proprio come gli abruzzesi, di preziosi punti fondamentali in una classifica così corta. Anche contro i campani la Sieco pecca in fase di ricostruzione perdendo molte occasioni per mettere a segno punti importantissimi per la gestione della gara. Di certo la palla scotterebbe di meno con un margine di punti più ampio.

La Sieco sembrava poter tenere a bada la squadra sorrentina che, come un diesel, più passa il tempo e meglio gioca. Quando si è da poco superata la metà del set, la ShedirPharma impone il suo gioco mettendo a segno un parziale di quattro a zero e la Sieco da predatrice si tramutata in preda. Sorrento si trova a giocare il finale di set con un vantaggio di tre punti da gestire. La Sieco rincorre ma non c’è niente da fare. Il muro della ortonese, nel finale perde di efficienza e Starace è libero di tirare a tutto braccio e di far vedere tutto ciò di cui è capace anche in fase di block.

Secondo set con i padroni di casa che, sfruttando meglio la fase di ricostruzione, trovando subito il punto break. Gli ortonesi sono subito costretti ad inseguire. Piovono gli errori al servizio per i ragazzi di Coach Lanci mentre i padroni di casa sfruttano proprio questo fondamentale per limitare l’efficacia degli attacchi ortonesi che diventano di più facile gestione per i sorrentini. La Sieco piazza un paio di muri buoni e con coperture più attente, riesce della seconda parte del parziale a raggiungere e superare gli avversari. Vantaggio che si riduce nel cammino verso la fine del set con Ortona che continua a sprecare troppo dai nove metri. Un guizzo finale degli abruzzesi e qualche disattenzione dei padroni di casa e la Sieco si aggiudica il secondo set.

Terzo set giocato punto su punto sin dalle prime battute. Molti gli errori da parte di entrambe le formazioni ma nessuna delle due riesce effettivamente ad approfittarne. È la Sieco a dare un paio di strappi nel finale, strappi che i padroni di casa rischiano per due volte di ricucire. Ortona però tiene botta, Marshall e Bertoli usano la loro esperienza e fisicità per tenere alla larga gli avversari ed è proprio Bertoli d’astuzia, con un colpo da biliardo sulle mani del muro a conquistare il primo punto in palio.

Ancora i padroni di casa a partire meglio nel quarto set, pochi palloni giocati e arriva subito il punto break. La Sieco tiene duro e Bertoli comincia a forzare con successo la battuta. Cominetti è in difficoltà e la Sieco traccia un piccolo solco quando il parziale è quasi a metà. Sorrento, mai doma torna a rosicchiare punti e c’è bisogno di due muri messi a segno da Bulfon e Arienti per mantenere il punto di vantaggio. Nel finale Ferrato cerca con insistenza un porto sicuro in Marshall ed il cubano ripaga la fiducia lavorando per bene ai fianchi la SherdiPharma. Gli avversari vacillano ma a metterli al tappeto ci pensano prima un muro in solitaria di Ferrato e poi il fuoco amico di Starace che sbaglia l’ultimo servizio.

La Sieco torna dunque a casa con i tre punti e guarda con ottimismo il recupero contro Marcianise previsto il prossimo mercoledì.

Post partita

Coach Nunzio Lanci: «È stata una partita giocata con l’atteggiamento giusto. Non era affatto semplice venire a giocare qui a Sorrento contro una squadra che ai profani potrebbe sembrare meno forte di quella che è in realtà. Gli avversari sono stati bravi a rinvenire nel primo set e a mantenere quel ritmo anche nel secondo. Bravi anche noi a giocare la nostra pallavolo che ci ha permesso di raddrizzare la situazione e poi portare a casa il risultato pieno. Questa vittoria può rappresentare un buon volano per le prossime partite. Vincere qui è stato importante, anche perché vincere aiuta a vincere. Complimenti quindi agli avversari e bravi noi a gestire determinate situazioni che magari fino a ieri avremmo gestito in maniera sbagliata».

Alessandro Arienti: «Una partita tosta, lo sapevamo. Stasera ci sono riuscite molte più cose rispetto alle gare precedenti, d’altronde è proprio per questo che lavoriamo ogni giorno in palestra. Con la gara odierna è cominciato un tour de force che ci vedrà impegnati già mercoledì in casa e poi ancora domenica. Sarà tosta ma facciamo tesoro di tutto ciò che di buono arriva e cerchiamo di migliorare le cosa che invece ancora non girano bene cercando di affrontare le prossime gare nel migliore dei modi».

Tabellino

SHEDIRPHARMA SORRENTO – SERVICE IMPAVIDA ORTONA 1-3 (25-21 / 22-25 / 21-25 / 20 – 25)

Shedirpharma Sorrento: Pontecorvo (L), Aprea 1, Maretti 5, Piedepalumbo n.e., Starace 12, Donati (L) pos: 48% perf 35%, Buzzi 7, Albergati 23, Imperatore, Gargiulo, Grimaldi, Remo 10, Cuminetti 9. Allenatore: Nicola Esposito. Vice: Morgan Celentano

Sieco Service Impavida Ortona: Vindice (L), Ceccoli, Bertoli 20, Benedicenti (L) pos 59% perf 38%, Iorno 9, Marshall 25, Di Tullio n.e., Bulfon 14, Arienti 9, Ferrato 5, Pollicino, Palmigiani n.e. Allenatore: Nunzio Lanci. Vice: Luca Di Pietro.

Durata Set: 29’ / 29’ / 29’ / 29’

Durata Complessiva: 1h 56’

Muri Punto: Sorrento 11 / Ortona 13

Aces: Sorrento 5 / Ortona 2

Battute Errate: Sorrento 9 / Ortona 13

% Attacco: Sorrento 42% / Ortona 56%

% Difesa: Sorrento, pos: 62% perf: 39% / Ortona, pos 50% perf 30%

Shedirpharma Sorrento – Impavida Ortona 1-3: il racconto del match ultima modifica: 2022-11-27T22:23:54+00:00 da Redazione
Pubblicato da
Redazione

L'Opinionista © 2008 - 2020 - Abruzzonews supplemento a L'Opinionista Giornale Online
reg. tribunale Pescara n.08/2008 - iscrizione al ROC n°17982 - P.iva 01873660680
Informazione Abruzzo: chi siamo, contatta la Redazione, pubblicità, archivio notizie, privacy e policy cookie
SOCIAL: Facebook - Twitter