L’Aquila, Progetto Vitae di Davide Cavuti per L’Aquila e Amatrice

Venerdì prossimo presso  l’Auditorium del Parco la presentazione. Un album  con diciotto super Big che hanno interpretano i testi di Davide Cavuti : l’intero ricavato delle vendite dell’album sarà devoluto alle popolazioni dell’Aquila e Amatrice

L’AQUILA – Venerdì 2vitae Davide Cavuti3 dicembre,alle  ore 21, all’Auditorium de
l Parco a L’Aquila,
all’interno del “Galà della Solidarietà”, si terrà la presentazione del progetto “Vitae”, nato con la produzione di un album ideato e realizzato dal compositore cinematografico e teatrale Davide Cavuti che ha coinvolto i più grandi attori italiani quali Giorgio Albertazzi, Luca Argentero, Paolo Bonacelli, Mariangela D’Abbraccio, Arnoldo Foà, Paola Gassman, Vanessa Gravina, Alessandro Haber, Maria Rosaria Omaggio, Ugo Pagliai, Giorgio Pasotti, Michele Placido, Violante Placido, Alessandro Preziosi, Antonella Ruggiero, Edoardo Siravo, Caterina Vertova, Federica Vincenti.

Durante la serata verrà devoluto un assegno, frutto delle vendite del disco Vitae, a Riccardo Sanna, studente del Conservatorio dell’Aquila, per l’acquisto del suo strumento musicale andato distrutto dopo il sisma di Amatrice.

FOTO ATTORI DI VITAEGli attori coinvolti nel disco, interpretano testi inediti, accompagnati da musiche originali scritte da Davide Cavuti che raccontano l’amore, la tragedia, la speranza: dalle vite rubate ai desaparecidos argentini, alle privazioni delle donne afgane, agli stenti dei clochard, al sacrificio dei giornalisti uccisi in guerra. Racconti di esistenze già portati sulla scena di prestigiosi teatri italiani; il debutto della maggior parte avvenuto a L’Aquila.

Diciotto super Big che hanno interpretano i testi di Davide Cavuti per un progetto che è dedicato alle città dell’Aquila e Amatrice (l’intero ricavato delle vendite dell’album sarà devoluto alle popolazioni dell’Aquila e Amatrice). La scelta del capoluogo abruzzese non è casuale perché questo progetto nasce all’origine con l’intento di raccogliere fondi per la ricostruzione della città aquilana dilaniata dal terremoto (un processo ad oggi, purtroppo, ancora da completare) e a cui si è aggiunto l’ulteriore intento di aiutare anche la città di Amatrice colpita dal recente sisma del mese di agosto.

Oltre ai brani recitati tra le righe del pentagramma, il disco presenta otto tracce musicali di elevato livello qualitativo che vedono la partecipazione straordinaria della cantante Antonella Ruggiero (voce nel brano “Stupor del mondo”), della cantante e produttrice cinematografica Federica Vincenti, (brano Your Princess), del trombettista Fabrizio Bosso e del sassofonista argentino Javier Girotto. I solisti principali sono il pianista abruzzese Paolo Di Sabatino a cui si aggiungono il violinista Antonio Scolletta e lo stesso autore Davide Cavuti alla fisarmonica. La ritmica è composta da Marco Siniscalco al contrabbasso e da Glauco Di Sabatino alla batteria.

Alla realizzazione del disco hanno partecipato anche Le Grand Tango Ensemble e i musicisti Lorenza Mazzonetto e Luana De Rubeis (violini), Marcello Manfrin (viola), Giancarlo Giannangeli (violoncello), Franco Finucci (chitarra), Fabrizio Mandolini (sassofono soprano), Flavio Pistilli (piano e tastiere) e molti altri. Le illustrazioni di copertina sono del Maestro Omar Galliani, autore nel 2009, inoltre, dell’opera “Nella Notte a L’Aquila”. Le musiche sono state registrate e mixate presso Arts Factory di Teramo.
La presentazione, con il contributo del Comune dell’Aquila, BCC, Perdonanza Celestiniana e con la produzione di MuTeArt, è a cura del “Teatro dei 99” diretto da Loredana Errico, che ha curato, inoltre, la stampa del prezioso cofanetto.

“Desideravo realizzare qualcosa di importante per L’Aquila – ha affermato il compositore abruzzese Davide Cavuti – ma soprattutto qualcosa che potesse aiutare il processo di ricostruzione di questa città a cui sono molto legato per via dell’esperienza universitaria vissuta qui. Ho coinvolto molti artisti conosciuti e amati in questo progetto e ho avuto la gioia di scoprire il loro interesse, la loro sensibilità verso il calvario del capoluogo abruzzese, e tutti, nonostante i loro impegni, hanno trovato un momento per essere parte di questo progetto.

Nel disco ci sono le voci di due grandi maestri scomparsi, Giorgio Albertazzi e Arnoldo Foà, che hanno lasciato un vuoto nella cultura italiana e la loro presenza in Vitae rende ancora più speciale questo lavoro.
Purtroppo nell’agosto scorso si è aggiunta una seconda tragedia che ha colpito territori a noi vicini e allora mi è sembrato giusto destinare i proventi delle vendite del disco anche alla città di Amatrice. Mi auguro che il pubblico riconosca in questo lavoro un piccolo gesto d’amore da parte di ognuna delle voci che pazientemente ho raccolto in questi anni. ”

“Quando Davide Cavuti mi ha chiesto di registrare un suo testo originale per Vitae – ha dichiarato l’attore e regista Michele Placido – ho accettato senza esitazione perché questa significativa impresa discografico-letteraria servirà a contribuire alla ricostruzione de L’Aquila, una città a cui mi sento assai vicino perché l’ho conosciuta nei suoi momenti migliori e peggiori, e alle altre zone colpite dal recente sisma. E ‘ quindi un privilegio per me poter contribuire ad una causa che ho a cuore e ringrazio Davide Cavuti di avermi coinvolto insieme a tanti illustri colleghi che hanno collaborato alla realizzazione di Vitae, garanzia di qualità per il risultato finale.”

L’Aquila, Progetto Vitae di Davide Cavuti per L’Aquila e Amatrice ultima modifica: 2016-12-22T00:49:24+00:00 da Redazione