Presentata la giunta e redistribuite le deleghe al Comune di Pescara

PESCARA – Il  sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia  ha presentato ieri  la giunta ormai completata con i 12 assessori ed ha  comunicato  la relativa redistribuzione delle deleghe. Presenti anche i quattro capigruppo di maggioranza, ossia Armando Foschi per il Pdl, Amedeo Volpe per Pescara Futura, Vincenzo Dogali per l’Udc e Livio Marinucci, indipendente.Tre i  nuovi assessori, ossia Gianni Santilli, Maria Grazia Palusci e Giovanna Porcaro.

Ha detto il sindaco:

da questo momento  l’attività del sindaco sarà agevolata dalla politica e dai partiti, che in questo periodo non vanno molto di moda, ma da qualche mese si è sicuramente registrata una semplificazione della politica grazie agli ultimi congressi: il primo ha interessato l’Udc che ora non è più basato su un Commissariamento, ma ha eletto un rappresentante cittadino, un partito unico che oggi conta a Pescara su 5 consiglieri comunali.

Dall’altro lato abbiamo l’istituzione di un Direttivo forte cittadino del Pdl che ha semplificato le cose: personalmente mi occupo delle dinamiche esecutive, non di quelle consiliari affidate al coordinamento, di cui fa parte anche il gruppo di Pescara Futura. E con la semplificazione dei partiti, io ho avuto la semplificazione consiliare con soli 3 gruppi e l’indipendente Marinucci. Dunque oggi al Comune di Pescara c’è una maggioranza con 3 forze politiche che mi danno più forza, con 25 consiglieri contro i 14 della minoranza e 2 consiglieri di Futuro e Libertà che sono formalmente all’opposizione, ma non possiamo essere strabici e dobbiamo guardare a ciò che accade a Roma, con uno scenario nazionale che ha inevitabili riflessi di carattere politico locale. I due consiglieri, che prima erano parte della maggioranza e oggi sono con Fli, devono seguire necessariamente le determinazioni a livello nazionale, anche se a Pescara c’è un coordinatore, Teodoro, che per ovvie ragioni non può vedere di buon occhio la nostra maggioranza e il suo sindaco. Tecnicamente oggi ho raggiunto la stabilità del Comune di Pescara, un obiettivo perseguito su mandato del tavolo politico e voluto per quegli eventi congressuali che hanno mutato i soggetti rappresentanti dei vari partiti. E se ho atteso due mesi e mezzo prima di procedere con la ricomposizione della giunta è proprio per aver voluto rispettare le vicende congressuali dell’Udc e del Pdl. A differenza di quanto sostenuto dalla minoranza, non c’è mai stata crisi, ma solo la necessità di assestare il quadro. Ora ho raggiunto la stabilità a 27 mesi dalla conclusione del mio primo mandato elettorale. Nel riassestare la giunta, ho ritenuto che l’Udc avesse i presupposti per avere un altro componente nell’esecutivo creando le basi per raccogliere i frutti dei tanti semi sparsi nei primi due anni e mezzo. In questa amministrazione – ha proseguito il sindaco Albore Mascia – abbiamo dovuto affrontare tante criticità, come l’emergenza economica nazionale, l’emergenza porto, l’emergenza neve, che a Pescara fanno la differenza rispetto alle altre città d’Abruzzo proprio perché Pescara è la più città più grande. Abbiamo avuto l’emergenza rifiuti fronteggiata in modo straordinario: se avessimo lasciato solo per un’ora un sacchetto dei rifiuti in strada, avrei avuto locandine per cinque giorni. E invece Pescara ha raccolto i propri rifiuti ogni giorno, non perché siamo stati ‘graziati’, ma perché abbiamo adottato per tempo le contromisure. Ma pure si è tentato di mescolare Pescara nel calderone di quelle città come Penne, Spoltore e Montesilvano, piene di rifiuti in strada. Oggi ci troviamo con l’emergenza dell’inquinamento atmosferico che ci sta imponendo l’adozione di scelte coraggiose, che porteremo avanti con decisione e forza.

Quindi il sindaco  ha espresso  un plauso al senso di responsabilità dell’Udc che sta tenendo fede al programma di governo della maggioranza sottoscritto nell’aprile del 2009 ed ha sottolineato che con  la nuova giunta non si dovrà né rilanciare né accelerare l’azione di governo, ma  continuare il lavoro, tenendo conto che spesso la maggioranza in aula è stata rallentata dall’ostruzionismo della minoranza.Ha concluso Albore Mascia:

Il mio obiettivo è quello di stabilire tranquillità e alleanze per il 2014 perché io voglio rivincere le elezioni, anche perché di grandi ‘campioni’ nel centro-sinistra non ne vedo, e vedo invece un’amministrazione che lavora a testa bassa, un’amministrazione trasparente, tanto da aver anche deciso di fare un bando per la scelta di un consulente d’immagine, non ero costretto a farlo, non ero tenuto, ma l’ho fatto per vedere ora quale sarà la scusa per tentare di gettare ombra sull’amministrazione di persone perbene, anche se a qualcuno, questo, non piace.

Di seguito si riportano gli assessori con le rispettive deleghe:
Berardino Fiorilli, Vicesindaco: Trasporti, Mobilità urbana e Infrastrutture dedicate alla mobilità, Completamento del progetto filoviario, Riqualificazione urbana, Piano demaniale Comunale, Demanio Marittimo, Contenzioso, Rapporti con le libere professioni, Protezione civile, Area metropolitana, Realizzazione della casa di accoglienza di persone senza fissa dimora e soggetti svantaggiati (delega obiettivo);
Marcello Antonelli: Urbanistica, Piano regolatore generale, Programmi Complessi, Programmi speciali, Programmi e Piani di sviluppo urbani, Piani particolareggiati, Urban Center, Edilizia residenziale privata e produttiva, Personale, Servizi condivisi e rapporti con società ed Enti partecipati, Politiche energetiche;
Guido Cerolini: Politiche sociali, Sviluppo Assistenza domiciliare, Istituzione e Gestione sportello handicap, Prevenzione sociale e sanitaria, Politiche a sostegno della famiglia e dell’infanzia, Politiche del lavoro, Asili nido, Piano comunale delle farmacie, Trasparenza e tutela dei consumatori;

Isabella Del Trecco: Politiche ambientali e Igiene Urbana, Politiche di sviluppo per la raccolta differenziata, Edilizia residenziale pubblica, Procedure in atto per la delocalizzazione delle antenne di San Silvestro (delega obiettivo), Grandi Infrastrutture, Manutenzioni ordinarie e straordinarie, Politiche di sviluppo e valorizzazione delle periferie;

Massimo Filippello: Tributi, Affissioni e Pubblicità, Espropriazioni, Privatizzazioni, Controllo di gestione, Federalismo fiscale municipale, Semplificazione amministrativa e qualità dei servizi al Cittadino (delega obiettivo), Piano Carburanti;

Mariagrazia Palusci: Turismo e Grandi eventi, Politiche e tutela del mondo animale, Volontariato, Solidarietà e sussidiarietà orizzontale, Politiche dell’accoglienza nella legalità, Associazionismo e aggregazione sociale, Pari opportunità;

Giovanna Porcaro Sabatini: Cultura, Festival dannunziano, Gestione strutture culturali e museali, Rapporti con Fondazioni, Enti e associazioni culturali, Tradizioni pescaresi e memoria della città, Rapporti con i pescaresi nel mondo;

Roberto Renzetti: Sanità, Rapporti delegati con il Comitato ristretto dei sindaci Asl, Trattamento sanitario obbligatorio, Pubblica istruzione, Mense scolastiche, Edilizia scolastica, Parchi cittadini, Piano di assetto naturalistico della Riserva dannunziana (delega obiettivo);

Nicola Ricotta: Sport, Edilizia sportiva, Gestione e manutenzione impianti sportivi, Grandi eventi sportivi, Promozione dello sport nelle scuole, Organizzazione e gestione del progetto ‘Città europea dello Sport 2012’ (delega obiettivo), Servizi demografici ed Elettorali, Decentramento;

Giovanni Santilli: Commercio, Artigianato e Industria, Pesca, Mercato ittico, Mercati per il Commercio fisso, Mercati per il commercio ambulante, Esercizi pubblici, Polizia municipale, Sicurezza, Verde pubblico, Segnaletica stradale, orizzontale e verticale, Iniziative per la rivitalizzazione del Centro storico, Organizzazione intersettoriale in materia di occupazione del suolo pubblico;

Eugenio Seccia: Finanze, Bilancio, Programmazione economica, Economato, Gestione Patrimonio immobiliare, Accelerazioni procedure per l’assegnazione delle sedi alle associazioni (delega obiettivo), Innovazione tecnologica e Centro elaborazione dati, Autoparco, Politiche industriali;

Vincenzo Serraiocco: Difesa della costa e risanamento del fiume Pescara, Parco fluviale, Recupero ambientale degli spazi golenali, Piano regolatore portuale, Grandi infrastrutture portuali e aeroportuali, Programmazione e sviluppo delle marinerie, Completamento del Museo delle Meraviglie marine (delega obiettivo), Suap, Gestione Ufficio relazioni con il pubblico, Marketing territoriale (delega obiettivo), Coordinamento attività di riorganizzazione dei front-office (delega obiettivo), Relazioni con il mondo dell’università.

Restano al sindaco Albore Mascia le deleghe su: Riqualificazione aree di risulta, Politiche comunitarie, Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio (tra ottobre e novembre Pescara ospiterà l’Assemblea plenaria e il sindaco Albore Mascia assumerà la presidenza); Gemellaggi con altre città; Cooperazione internazionale.

Presentata la giunta e redistribuite le deleghe al Comune di Pescara ultima modifica: 2012-03-24T01:35:57+00:00 da Redazione