Pescara, sicurezza: il Questore annuncia più controlli in centro

Lo rende noto Fiorilli  di Azione Politica Pescara che aveva sollecitato urgenti disposizioni  per contrastare l’emergenza sicurezza nell’area della nuova movida pescarese

PESCARA – Dopo aver sollecitato interventi urgenti ed aver lanciato un  appello al Prefetto Basilicata e al questore  Misiti perché adottassero misure adeguate a contrastare l’emergenza sicurezza nell’area piazza Muzii-via Piave, l’avvocato Berardino Fiorilli di  Azione Politica commenta le decisioni assunte dal questore nel corso di un incontro con i residenti della zona della movida.

Si legge nella sua nota:

Azione Politica esprime la propria fiducia nelle misure annunciate dal Questore Misiti ai residenti di piazza Muzii-via Piave per affrontare in modo energico e decisivo l’emergenza sicurezza che purtroppo sta interessando l’area della nuova movida pescarese. Tuttavia invitiamo le Autorità a non abbassare la guardia e a pretendere dal sindaco Alessandrini l’adozione delle iniziative necessarie per riportare ordine pubblico, a partire dall’adozione delle ordinanze per tornare a disciplinare gli orari di attività dei locali e i controlli amministrativi sugli esercizi che non rispettano le regole.

Purtroppo è evidente che la disattenzione, la superficialità e la politica del ‘chiudere un occhio’ dell’attuale amministrazione di sinistra sono all’origine delle problematiche che oggi si sono diffuse a macchia d’olio, degenerando in atti vandalici in via Piave, nelle risse tra extracomunitari in piazza Muzii con persone filmate mentre urinavano sotto i balconi dei condomini, e negli schiamazzi che da cinque anni impediscono ai residenti di dormire sino all’alba. Per questa ragione continueremo a vigilare con gli stessi residenti affinchè tutte le misure annunciate vengano attuate subito, non tra tre o quattro mesi, ma già dai prossimi fine settimana”.

Fiorilli ribadisce che il sindaco Alessandrini e la sua giunta hanno fallito e sono stati incapaci di gestire il fronte della sicurezza di una città che oggi, al di là dei numeri e delle statistiche, vive nella paura e nel disagio e che non può più permettersi sperimentazioni, ma ha bisogno di certezze .

Azione Politica – ha aggiunto l’avvocato Fiorilli – ha dunque lanciato il proprio appello al Prefetto Gerardina Basilicata e al questore Francesco Misiti, chiedendo loro di assumere sulle proprie spalle anche questo ennesimo onere, ovvero quello di gestire l’ordine pubblico nell’area della movida, a tutela della città e dei pescaresi, decidendo le misure da adottare per prevenire ulteriori atti vandalici e soprattutto garantire la sicurezza dei cittadini che abitano nel quartiere del divertimento notturno. Le risposte sono arrivate: di fatto il questore ha annunciato il potenziamento dei controlli nel quartiere a opera, se abbiamo ben inteso, di un nucleo interforze che vedrà la presenza non della sola Polizia municipale, ma anche di Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, affinchè venga istituito un presidio fisso nel quadrilatero centrale al fine di ristabilire il rispetto delle regole.

Il questore ha anche annunciato che chiederà al sindaco di firmare nuove ordinanze più rigide per disciplinare gli orari di attività degli esercizi pubblici della zona e su questo chiediamo al questore Misiti di accelerare e di prestare massima attenzione sul documento che il sindaco Alessandrini andrà a predisporre, anche perché la terza misura, ovvero l’installazione delle telecamere, non avrà rapida attuazione: il primo cittadino ha preferito spendere le risorse comunali per feste e concertini anziché investire sulla videosorveglianza e ora per l’installazione degli impianti occorrerà attendere i fondi del Ministero, dunque tale onere sarà inevitabilmente rimandato alla prossima consiliatura, ovvero la prossima estate”.

Pescara, sicurezza: il Questore annuncia più controlli in centro ultima modifica: 2019-01-19T09:47:54+00:00 da Redazione