Home » Sport » Calcio » Serie A » Milan-Pescara 4-1: rossoneri a valanga nel finale

Milan-Pescara 4-1: rossoneri a valanga nel finale

di Direttore

gol di Terlizzi in Milan-PescaraLa squadra di Bergodi in partita per 80 minuti, cede il passo dopo l’autorete del 3-1

MILANO – Emozioni a  San Siro dove i biancoazzurri si fanno male da soli, vanificando una buona gara giocata per larghi tratti. Se l’attacco ancora una volta non riesce a brillare, in questa circostanza penalizza doppiamente la squadra abruzzese che con due deviazioni dei suoi attaccanti facilita il successo dei rossoneri. Buona la reazione dopo il gol del primo minuto di Nocerino, bravi anche a non mollare sul 2-0 con Terlizzi che riesce a riaprire il match. Il quella fase di gioco il Pescara mette i brividi ad Amelia rendendosi pericoloso in alcune occasioni, in particolare con il palo centrato dalla distanza da Balzano. In classifica poche novità e gara di assoluta importanza venerdì prossimo nell’anticipo pre natalizio contro il Catania.

COSÍ IN CAMPO – Allegri conferma il 4-3-3 con Pazzini preferito a Boateng non al 100%. Amelia viene preferito tra i pali ad Abbiati mentre in difesa Zapata ha la meglio su Mexes centrale con Yepes mentre esterni confermati De Sciglio e Costant (invece di Abate). A centrocampo Ambrosini al posto dell’infortunato De Jong con Montolivo e Nocerino mentre in avanti con Pazzini troviamo El Shaarawy a sinistra e Robinho a destro. Bergodi conferma lo stesso modulo di gioco contro il Genoa, il 4-3-1-2 con alcune novità viste le assenze di Romagnoli e Cosic in difesa e capitan Cascione, Colucci e Blasi a centrocampo.

Milan-Pescara 4-1 azione di Weiss con De SciglioPRONTI PARTENZA E … NOCERINO – Passano poco più di 60 secondi e la squadra di Allegri sblocca su un disimpegno errato di Togni con Nocerino che chiude uno scambio tra Montolivo, El Shaarawy sul filo del fuorigioco tutto solo a due passi dalla linea di porta. La risposta del Pescara arriva all’ 8’ con una conclusione dai 35 metri centrale di Togni e Amelia che si tuffa sulla sua destra a deviare il pallone in angolo. Tre minuti dopo cross in area di Modesto per Abbruscato che di testa anticipa Yepes, ma la conclusione termina alta sopra la traversa.

Il Milan spaventa con le sue accelerazioni sulla trequarti avversaria. Al 12’ palla veloce dalla destra di Robinho per El Shaarawy , ma Pazzini non riesce ad impattare bene sotto porta. Dieci minuti dopo conclusione da fuori area di El Shaarawy sulla destra di Perin che è bravo a deviare in angolo. Ancora l’attaccante rossonero protagonista con una conclusione da fuori area smorzata dalla difesa con pallone che arriva innocuo tra le braccia di Perin. Con il passare dei minuti la squadra di Bergodi alza il baricentro e i rischi vengono limitati da una difesa compatta e piuttosto attenta.

Milan-Pescara 4-1 spunto di ModestoATTACCANTI A SEGNO NELLA PORTA SBAGLIATA … – In avvio di ripresa fuori Weiss per Celik ed al 3′ traversone di Modesto dalla sinistra per Bjarnason che a centro area di testa colpisce centrale su Amelia. Un minuto dopo risposta del Milan con una girata in area di Pazzini su assist di Robinho ,ma la conclusione finisce innocuo su Perin a terra sul primo palo. Al 6′ raddoppio del Milan con una sfortunata deviazione di Abbruscato nella propria porta su corner di Robinho in anticipo su Pazzini.

Una doccia fredda che tuttavia non abbatte i ragazzi di Bergodi che all’11’ accorciano le distanze con Terlizzi che su punizione di Togni è bravo a staccare di testa superata la marcatura di Ambrosini. É il miglior momento della partita per la squadra abruzzese che quattro minuti dopo con Balzano sfiorano il pari su colpendo un palo su terrificante conclusione dai 30 metri ed Amelia impietrito fermo. Al 16′ cross dal fondo di Modesto per la testa di Bjarnason che non riesce a girare di testa sul primo palo e palla che si spegne alla destra di Amelia. Il Milan sbaglia molto in disimpegno ed alcuni giocatori appaiono un pò affaticati, come Costant che è stato uno dei più propositivi nel primo tempo.

Milan-Pescara 4-1 la grinta di TerlizziAllegri tira fuori Robinho per Boateng che al 19′ rimette forte a centro area per Pazzini che viene anticipato in spaccata da Capuano. Quindi al 23′ cross dalla sinistra per Pazzini che passa dietro Terlizzi , ma non riesce a toccare il pallone di testa a pochi metri dalla linea di porta ; un minuto dopo conclusione da fuori area di El Shaarawy, ma nessun problema per Perin. Ci prova Pazzini al 28′ su assist di Boateng ma la girata non inquadra la porta.

Al 30′ conclusione potente, ma troppo prevedibile di Bjarnason da fuori area. Blocca Amelia sul suo palo e tre minuti dopo zampata provvidenziale di Terlizzi su conclusione a giro di El Shaarawy in area. Sul corner arriva il terzo gol con Jonathas che devia nella propria porta il tiro di El Shaarawy. La gara termina qui anzi i rossoneri calano il poker al 36′ con El Shaarawy che in area piccola sfrutta al meglio l’assist in area di Pazzini rasoterra solo da appoggiare in rete, anticipando Balzano. C’è spazio al 43′ per buona palla in area di Jonathas che perde il tempo per la conclusione e poi viene recuperato da Zapata. Resta il rammarico per le due deviazioni beffarde e per il palo di Balzano sul 2-1 che avrebbero potuto far soffrire la squadra di Allegri fino alla fine del match. Al di là del punteggio finale arrivano buoni segnali per Bergodi che sembra sempre più determinata e che crede fermamente nella salvezza.

TABELLINO:

MILAN (4-3-3): Amelia; Constant, Zapata, Yepes, De Sciglio; Ambrosini, Nocerino, Montolivo; El Shaarawy (dal 39′ st Muntari), Pazzini (dal 37′ st Niang), Robinho (dal 16′ st Boateng). A disposizione: Abbiati, Gabriel, Abate, Mexes, Antonini, Flamini, Strasser, Emanuelson, Bojan. Allenatore Massimiliano Allegri.

PESCARA (4-3-1-2): Perin; Balzano; Terlizzi, Capuano, Modesto; Togni, Bjarnason, Nielsen; Weiss (1′ st Celik); Abbruscato (dal 29′ st Quintero), Vukusic (dal 19′ st Jonathas). A disposizione: Pelizzoli, Zanon, Crescenzi, Bocchetti, Brugman, Caprari, Soddimo. Allenatore Cristiano Bergodi.

Arbitro: Giannoccaro

Reti: 1′ pt Nocerino, 6′ st Abbruscato (aut.), 11′ st Terlizzi, 34′ st Jonathas (aut.) 36′ st El Shaarawy

Ammoniti: Modesto, Togni, Yepes, Ambrosini

Recupero: nessuno nel primo tempo, 2 minuti nella ripresa.

[Foto di Massimo Mucciante per gentile concessione]

Milan-Pescara 4-1: rossoneri a valanga nel finale ultima modifica: 2012-12-17T00:08:58+00:00 da Direttore