I “Giovedì Rossettiani”: domani, 11 marzo, il primo incontro

L’ascolto della Voce della Poesia  attraverso sei incontri d’autore con i grandi nomi della Poesia italiana contemporanea, tra Palazzo D’Avalos e Teatro Rossetti

VASTO – In occasione del 180º anno della nascita di Christina Rossetti, la voce poetica più autentica e universalmente riconosciuta della celebre famiglia vastese, il “Centro Europeo di studi rossettiani” propone una serie di incontri per ascoltare direttamente la Voce della Poesia, in sintonia con la proposta dei Giovedì Rossettiani, evento settimanale, dedicato ai “ritratti monografici”.Direttore del Centro è il professore Gianni Oliva, docente di letteratura italiana presso la Facoltà di Lettere della d’Annunzio.

Il calendario degli interventi si apre l’11 marzo, con Franca Grisoni  e continua fino al 22 aprile.

Sei incontri d’autore con i grandi nomi della Poesia italiana contemporanea (Franco Loi, Franca Grisoni, Roberta Dapunt); con testimonianze eccellenti sull’intreccio Musica e Parole, come quella offerta da Don Backy e dalla presentazione delle sue Memorie di un juke box; con il Teatro, quando la parola si fa poesia insieme al gesto di Mariangela Gualtieri nel suo Nel SIlenzio dei Fiori e nella rilettura teatrale di Alfio Sesto dei versi in siciliano di Salvo Basso.

Un’occasione irripetibile e di altissimo livello, introdotta da studiosi di letteratura del calibro di Pietro Gibellini (Università “Ca’ Foscari” – Venezia) e Giovanni Tesio (Università Piemonte Orientale e critico letterario de “La Stampa”). Spazio dunque alla Parola d’ Autore, di chi, con la letteratura e la poesia, ha instaurato un dialogo diretto, aperto e continuo, per permettere di scoprire i segreti dell’Officina di un Poeta e rivelare l’incanto di questo sacro mestiere.

A dare il titolo alla rassegna del 2010 il verso proemiale di Christina Rossetti di una sua poesia If I had words – Se avessi le parole… Testimonianza sincera del labor quotidiano di un’anima poetica, sempre alla ricerca inesausta, nel corso della sua vita, dell’Incontro con la parola, che, a volte, sembra sfuggire e venire meno al Canto della Vita, ma che, una volta scoperta, trova modo di esprimersi – attraverso appunto voce, scrittura e gesto – e dare una personale chiave di lettura del mondo.

BIOGRAFIA – Franca Grisoni è nata a Sirmione, dove vive e lavora. Poetessa, scrive nel dialetto di Sirmione. Considerata una delle voci più significative della poesia italiana contemporanea, è stata spesso avvicinata ad Emily Dickinson, per la contemplazione della natura e degli eventi della vita di ogni giorno. Ha vinto nel 1988 il “Premio Viareggio” per la poesia. Ha inoltre pubblicato La böba (1986, premio Bagutta opera prima), El so che te se te (1987, premio Empoli), Ura (Pegaso, 1993) e De chì. Poesie della penisola di Sirmione (1997, premio Viareggio), Poesie (Morcelliana, 2009). Collabora con il «Giornale di Brescia» e con la rivista «Paragone» e con diverse istituzioni culturali bresciane, partecipando, inoltre, all’organizzazione di rassegne di poesia e di letture bibliche.

Si è detto che «Il dialetto della Grisoni non è dialetto, non è operazione folcloristica, è il suo fiat, quello finale, quello eterno di chi resta esposto all’incontro, con il canto nella gola, con la preghiera nelle mani. In Poesie, leggendo anche qua e là, senz’ordine, è quest’incontro che si fa. E si finisce per chiedere». En de ‘na parola / se pöl amó ‘ncontras (In una parola / ci si può ancora incontrare… da Fiat, Poesie). Di recente, Davide Rondoni recensendo l’ultimo volume della Grisoni su «Il Sole 24ore», ha posto l’accento sul carattere delle sue poesie, «quasi tutte piccole» e «quasi tutte d’amore per suo marito», e composto un ritratto sincero della sirmionese:

È che la Franca Grisoni è gentile. Ma c’ha una forza come l’acciaio. E se scrive poesie d’amore ti scava la pelle con la forza della sua ferialità. Poco miele, anche perché il suo dialetto del bresciano, precisamente di Sirmione ha solo dolcezza di quelle profonde. Ultrasuoni di dolcezza, mica fiocchetti o caramello.

11 marzo, ore 17
Incontro con Franca Grisoni – Tra Terra e Cielo
Presentazione di Pietro Gibellini (Università Ca’ Foscari di Venezia)

18 marzo, ore17
Parole e Musica – Incontro con Don Backy:
Storie di altre storie…memorie di un juke box 1970 – 1980
Presentazione di Gianni Oliva (Università di Chieti)

25 marzo, ore 17
Incontro con Roberta Dapunt – La Terra più del Paradiso
Presentazione di Giovanni Tesio (Università di Piemonte Orientale)

8 aprile, ore 17
Incontro con Franco Loi – Da Bambino Il Cielo
Presentazione di Giovanni Tesio (Università di Piemonte Orientale)

15 aprile, ore 17 (Teatro Rossetti)
Incontro con Mariangela Gualtieri: la poesia a teatro – Nel Silenzio dei Fiori
Presentazione di Antonella Di Nallo (Università di Chieti)

22 aprile, ore 17 (Teatro Rossetti)
Incontro con la poesia di Salvo Basso
A facci è sempri a stissa – Recital dell’attore Alfio Sesto
Presentazione di Laura Oliva (Università di Chieti)

I “Giovedì Rossettiani”: domani, 11 marzo, il primo incontro ultima modifica: 2010-03-10T17:07:05+00:00 da Direttore