FLA Pescara, sabato 10 novembre: Lo Stato Sociale tra gli ospiti

A Pescara il premio Strega Albinati, Zoro e Makkox, De Silva, Parenzo, Calenda, Dalai, Raimo il medico di Lampedusa Bartolo e la band Lo Stato Sociale

Lo Stato SocialePESCARA – Un campione degli scrittori più letti e dei romanzi di cui si è parlato di più nelle ultime settimane. Come il premio Strega Edoardo Albinati, narratore feroce e disincantato con la sua “Cronistoria di un pensiero infame” e il viaggio spiazzante e irriverente nella banale quotidianità del vivere di Diego De Silva. Il terzo giorno del FLA – Festival di Libri e Altrecose porta domani a Pescara una delle voci più scomode e pungenti dell’approfondimento politico, quale quella del giornalista David Parenzo (intervistato da Massimiliano Panarari), e l’indagine sulla democrazia progressista in grado di sconfiggere scetticismi e inquietudini, affidata all’ex ministro Carlo Calenda. Ma la rassegna si snoda anche tra narrazioni brillanti e romanzi intimi e definitivi, come il monologo di Michele Dalai “I giorni di Bartali e Togliatti” e il reading avvincente su spie, carteggi segreti, donne e poeti tratto dall’ultimo libro di Pierluigi Battista sulla vita di Boris Pasternak, il nuovo libro di Adriano Sofri “Una variazione di Kafka” e “La parte migliore” di Christian Raimo che consegna al pubblico del FLA una delle più banali verità: se siamo convinti di voler bene a tutti, forse non siamo capaci di amare nessuno.

Spazio durante il festival anche all’ironia caustica e dissacratoria di Diego Bianchi e Marco Dambrosio, ovvero Zoro e Makkox del programma cult di La7 “Propaganda live”, che dalle quinte del teatro Massimo discuteranno di politica, attualità, televisione e social network, all’approfondimento sui nodi irrisolti e sulle trasformazioni in atto in Italia, vedi l’incontro con il medico di Lampedusa Pietro Bartolo, responsabile delle prime visite a tutti i migranti che sbarcano sull’isola (riceverà il premio Ikigai in collaborazione con Marifarma), e quello con il rettore dell’università Luiss “Guido Carli” di Roma, l’economista pescarese Andrea Prencipe. Infine non mancherà il consueto focus sul fumetto, in collaborazione con la Scuola Internazionale di Comics: quest’anno l’incontro clou è con la band Lo Stato Sociale che, insieme con Luca Genovese, dopo un tour di oltre 30 date in giro per l’Italia, si è lanciata nel mondo delle graphic novel con “Andrea” (Feltrinelli Comics). Sono saltati, per motivi personali degli autori comunicati soltanto nella giornata di oggi, gli incontri già inseriti nel programma con lo scrittore Mauro Corona e con il giornalista Ezio Mauro.

IL PROGRAMMA DI SABATO 10 NOVEMBRE

Ore 10,00
Gli studenti del Liceo Classico Ovidio di Sulmona con Riccardo Condò presentano all’Auditorium Petruzzi “Radici nostre”: una raccolta di 16 racconti scritti dalle alunne delle classi quarte, compresa nella sezione “Abruzzo Loc”.
Alle 10,30 pedalata letteraria in compagnia di Scuola Macondo e Borracce di Poesia attraverso alcune strade ciclabili della città alla scoperta di D’Annunzio, Flaiano e di altri artisti che hanno reso grande Pescara.

Ore 11,00
Le giornaliste Rosa Anna Buonomo e Anna Di Donato presentano il loro libro “Energya” all’Auditorium Petruzzi, l’incontro è compreso nella sezione “Abruzzo Loc”. Stesso orario, ma posti diversi per le presentazioni “Il risveglio di Bruno” di Gabriele Di Camillo (Circolo Aternino, sala Azzurra) e “Parliamo di Gerusalemme, per esempio” di Oscar Santilli Marcheggiani (Museo del Gusto).
Al Caffè Letterario primo appuntamento con “I giornali letti bene” la rassegna stampa organizzata in collaborazione con Il Post

Ore 12,00
All’Auditorium Petruzzi Adriano Sofri presenta “Una variazione di Kafka” con Giacomo Papi, un’opera editorialmente audace e originale: una variazione d’autore nella “Metamorfosi” getta nuova luce su uno dei racconti più inquietanti del ’900.
Sono tre le presentazioni inserite in “Abruzzo Loc”: al Circolo Aternino (sala Azzurra) Gerardo Di Cola con “Fellini e il doppiaggio” e Graziella Priulla con “Viaggio negli stereotipi. Lettera a una venusiana sul sessismo” (sala Fucsia), mentre al Bagno Borbonico Francesco Ricci con “Passi di danza pensante”.

Ore 15,00
Nell’ambito di “Abruzzo Loc” al Circolo Aternino (sala Azzurra) Serena Scarpello presenta “Comunicare meno, comunicare meglio”, mentre Francesca Di Muzio e Marco Monzani (sala Fucsia) raccontano i dettagli di “La giustizia ripartiva. Dalla parte delle vittime”.

Ore 16,00
All’Auditorium Petruzzi il rettore dell’università Luiss “Guido Carli” di Roma, economista e pescarese, Andrea Prencipe, con il sindaco di Pescara Marco Alessandrini e Massimiliano Panarari discute di “Chi conosce l’economia della conoscenza? Innovazione, sostenibilità e umanesimo per fare impresa” (sezione Prisma italiano).
Stesso orario per due workshop: il laboratorio gratuito di scrittura creativa e sceneggiatura con Giulio Antonio Gualtieri, intitolato “La costruzione del personaggio” e compreso nella sezione sul fumetto, organizzata in collaborazione con la Scuola internazionale di Comics al Circolo Aternino (sala Fucsia) e la seconda delle tre lezioni della Scuola Holden, fondata da Alessandro Baricco, condotta da Emiliano Poddi su “L’incipit” nella scrittura (Sala Favetta del Museo delle Genti, costo 20 euro).
Al Museo del Gusto si discute con Simona Petaccia del patrimonio culturale per tutti tra fruibilità, riconoscibilità e accessibilità snocciolando proposte, interventi e itinerari per l’accoglienza ai beni storico-artistici e alle strutture turistiche. L’incontro, con Mila Cantagallo, è a cura di Gabriella Cetorelli e Manuel R. Guido. Invece al Bagno Borbonico Giacomo Papi presenta “Maestro Severino. Quello che ci ha insegnato Cesari”. Stefano Sgambati racconta i particolari del libro “La bambina ovunque” con Paolo Di Paolo: un’indagine autobiografica e romanzesca che incanta, fa ridere, commuove e abbatte ogni tabù attorno alla paternità. Infine per “Abruzzo Loc” Daniela Quieti presenta “Il reale e l’immaginario” a Casa D’Annunzio.

Ore 17,00
Tre le presentazioni comprese in “Abruzzo Loc”: a Casa d’Annunzio Valentina Palleri racconta “Tra i banchi”, al Circolo Aternino (sala Azzurra) Enrico Di Carlo parla di “Gabriele d’annunzio e l’enogastronomia della memoria”, mentre all’Auditorium Petruzzi Enrico Graziani porta “L’assedio”. Al Museo del Gusto Christian Caliandro presenta “Italia Evolution. Crescere con la cultura” con M. Letizia Paiato e Roberto Sala, mentre al Bagno Borbonico lo scrittore, ex dirigente della Polizia di Stato e questore Piernicola Silvis racconta i dettagli del suo ultimo libro “La lupa” con Pierluigi Bevilacqua, Riccardo Cavallero e Teresa Martini. Nell’ambito di Fla Kids al Museo delle Genti in programma i laboratori “Lucciole” e “Merenda da favola” (costo 10 euro).

Ore 17,30
Lo Spazio Matta ospita Edoardo Albinati, intervistato da Paolo Di Paolo, che con “Cronistoria di un pensiero infame” cerca di scavare a fondo nelle ragioni del cinismo che oggi circola nel nostro Paese e nel mondo, provando a portare alla luce la parte oscura che è in noi e che ci fa diventare spietati.

Ore 18,00
Al Mercato Muzii Diego De Silva racconta il suo nuovo libro “Superficie”: un viaggio spiazzante, comico e irriverente nella banale quotidianità del nostro vivere. In parallelo, al teatro Massimo, i cinque ragazzi bolognesi dello Stato Sociale parlano della loro nuova avventura nel mondo dell’editoria: “Andrea”, la prima graphic novel firmata dalla band per i disegni di Luca Genovese, un modo per celebrare un anno di grandi successi ma anche la risposta a un’esigenza artistica che non si esaurisce nella sola produzione musicale.
Al conservatorio Luisa D’Annunzio incontro tra jazz e letteratura sincopata, “Jazztales Sexte”, un grand tour musicale tra gli scrittori del Novecento.
Gli incontri proseguono nel centro storico: a Casa d’Annunzio Filomena Gallo e Gianfranco Spadaccia presentano “Proibisco ergo sum”; al Circolo Aternino (sala Azzurra) Sara Gamberini per la sezione “Cosa si legge” curata da Letizia Di Girolamo parla di “Maestoso è l’abbandono”; al Museo del Gusto Anna Rita Iannetti per la sezione “Olis” di Michele Meomartino rivela come “Guarire con la neurobiologia”; al Bagno Borbonico Giulia Blasi con Carolina Capria per la sezione “Oltre la stanza tutta per sé” racconta i segreti del “Manuale per ragazze rivoluzionarie”; al Circolo Aternino (sala Fucsia) Maura Chiulli con Maria Rosaria La Morgia e Alessio Romano presenta “Nel nostro fuoco”. All’Auditorium Petruzzi Licio Di Biase con Antimo Amore e Franco Farias parla di “Il mio Flaiano. Un satiro malinconico”.

Ore 18,30
Al Museo del Gusto Rodolfo Palermo racconta i dettagli del volume “Il pittore dell’anima. I colori e il loro potere alchemico” inserito nella sezione Olis.

Ore 19,00
All’Auditorium Petruzzi Pietro Bartolo presenta al FLA “Le stelle di Lampedusa” (Mondadori 2018) e riceve il Premio Ikigai 2018: un libro a metà strada esatta tra un romanzo di formazione e un documentario, che ci permette di toccare con mano e scoprire in prima persona che cosa c’è davvero dall’altra parte dell’allarme immigrazione. L’incontro, con Luca Misculin, è in collaborazione con Marifarma e Il Post.
In contemporanea l’ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, intervistato da Luca Sofri, presenta “Orizzonti selvaggi”, convinto che «immergersi nelle paure dell’oggi e definire i contorni dei nostri orizzonti selvaggi sono il primo passo per ricostruire un pensiero politico credibile, capace di coinvolgere e mobilitare i cittadini».
Stesso orario anche per la presentazione di Christian Raimo al Bagno Borbonico: con “La parte migliore” l’autore ci mostra quanto cercare la felicità a ogni costo possa essere pericoloso, perché ci fa scordare le nostre fragilità.
Tra gli altri incontri si segnalano Evelina Santangelo con “Da un altro mondo” a Casa d’Annunzio, inserito nella sezione “Scrivere il presente”; Andrea Esposito con “Voragine” alla Scuola Macondo, inserito nella sezione “Opera Prima”; Matteo Pelliti con “La bicicletta gialla” nell’ambito di “A ruote spiegate”, sezione curata da Alessandro Ricci; Francesco Filareto con “Fuga e ritorno di un popolo”, sezione “Abruzzo Loc”, Circolo Aternino, sala Fucsia.

Ore 19,30
Al mercato Muzii David Parenzo snocciola i dettagli di “Il buonsenso se ne stava nascosto per paura del senso comune. L’Italia populsovranista, e altre cose” con Massimiliano Panarari: un dialogo tra uno dei mattatori della televisione e della radio e uno studioso della comunicazione e della politica sul terremoto post-elettorale del 4 marzo 2018.

Ore 20,00
Al Museo del Gusto Serena Dibiase presenta “Secondoluce” (Abruzzo Loc), mentre al Circolo Aternino, sala Azzurra, Stefano Solventi nell’ambito di Playlist parla di “The gloaming”.

Ore 21,00
Due reading in contemporanea. “Il senso di colpa del dottor Zivago” è tratto dall’ultimo libro di Pierluigi Battista che racconta la vita da romanzo di Boris Pasternak ed è in programma all’Auditorium Petruzzi. “Con la pelle ascolto” è tratto dal romanzo omonimo di Cristina Mosca, in cartellone al Bagno Borbonico, con Paolo Fiorucci e Domenico Gialloreto.
Il sabato sera del FLA ospita anche Zoro & Makkox Live, in collaborazione con Subaru Barbuscia, la performance dal vivo di Diego Bianchi e Marco Dambrosio, protagonisti della trasmissione cult di La7 “Propaganda Live”, arrivata dopo la fortunata esperienza di Gazebo su Rai3: dalle quinte del teatro Massimo si discuterà di politica, attualità, televisione e social network con lo stesso sguardo dissacratore che contraddistingue il vignettista satirico e il conduttore tv e youtuber.

Ore 21,30
Allo Spazio Matta Michele Dalai racconta a Luca Sofri, con il suo stile inconfondibile, “I giorni di Bartali e Togliatti”: l’uomo e la gara, i giorni drammatici dell’attentato a Togliatti e la telefonata di De Gasperi a Bartali.
Nell’ambito del Fla Off al circolo Babilonia torna La Compagnia della Polvere con un nuovo spettacolo che mette in scena la potenza degli “scritti corsari” di Pier Paolo Pasolini insieme alla struggente musica di Luigi Tenco: protagonisti di “Letture Corsare: Pasolini vs Tenco” Alessio Romano e Christian Carano.

Ore 22,30
Al Bizzarre club incontro con Ivan Cenzi “Un terribile incanto”: il macabro e il meraviglioso tra arte, scienza e sacro. Appuntamento compreso in “Abruzzo Loc”.

FLA Pescara, sabato 10 novembre: Lo Stato Sociale tra gli ospiti ultima modifica: 2018-11-09T17:17:37+00:00 da Redazione