Andria-Lanciano 2-0: doppio Sy, Virtus sterile in avanti

ANDRIA – Una doppietta di Sy nel finale di primo tempo rompe l’imbattibilità esterna dei frentani e probabilmente chiude anche il discorso con la zona playoff che è tornata a distare cinque lunghezze. Micidiali le ripartenze dei padroni di casa in particolare con Doumbia mentre gli abruzzesi appaiono ben messi a centrocampo e spesso hanno condotto il pallino del gioco. In particolare nella ripresa, forti del doppio vantaggio, gli uomini di Papagni hanno arretrato il baricentro, favorendo la spinta della Virtus.

Positivo Mammarella che al 16′ offre un pallone d’oro per Colussi che spreca. Risposta dei padroni di casa al 26′ con Doumbia che saltato Vastola confeziona un assist al “bacio” per Anaclerio che si fa anticipare da Oshadogan. La gara si sblocca al minuto 35 quando Vastola interviene da dietro sul solito Doumbia provocando il calcio di rigore. Dal dischetto Sy calcia sotto il set con un destro ad incrociare. Doccia fretta per il Lanciano che incassa il colpo e sbanda. Ad approfittarne è Sy che nei minuti di recupero, sull’errore di Oshadogan ed Antonioli sfrutta il buon passaggio di Anaclerio per battere Aridità proteso in uscita.

Ripresa con gli uomini di Pagliari (oggi non presente in panchina perchè squalificato) riversati in avanti alla ricerca del gol ma nè l’ingresso di Masini per un evanescente Sinigaglia, nè quello di Amenta per Turchi, sortiscono gli effetti sperati e la squadra mostra ancora una volta il proprio limite in avanti. Questo permette all’Andria di difendersi con ordine e senza correre eccessivi rischi che arrivano solo da conclusioni dalla distanza e da qualche occasionale mischia. Da segnalare l’occasione del 25′ con l’incursione di Masini in area e la risposta di Spadavecchia.

In classifica cambia poco per il Lanciano che resta in una posizione tranquilla ma vede allontanarsi il treno playoff, per l’Andria invece un passo importante verso la salvezza.

A fine partita c’è soddisfazione nelle parole del tecnico della squadra pugliese Papagni:

abbiamo incontrato una delle squadre più difficili che ci potessero capitare. Non avevano mai perso in trasferta e, visti i risultati delle altre compagini, puntavano a rientrare nella lotta play-off. Noi siamo stati bravi a non disunirci e tenere bene il campo per tutti i novanta minuti.

Da registrare l’ottima cornice di pubblico presente sugli spalti (4500 tifosi circa) nonostante la diretta televisiva ed il gemellaggio tra le due tifoserie.

TABELLINO:

ANDRIA: Spadavecchia, Pienotti (40st Polverini), Di Simone (cap.), Ceppitelli, Sibillano, Mezavilla, Chiaretti, Paolucci, Anaclerio (25st Rizzi), Sy, Doumbia (35st Nicolao)
ALL. Papagni
IN PANCHINA: Locatelli, Fiorentino, Polverini, Nicolao, Rizzi, Lacarra, Diongi
VIRTUS LANCIANO: Aridità, Vastola (33st Improta), Mammarella, Antonioli, Oshadogan, Di Cecco, Turchi (16st Amenta), Sacilotto, Colussi, Sinigaglia (1st Masini), Sansone
ALL. Di Fabio (sostituisce lo squalificato Pagliari)
IN PANCHINA: Bellucci, Coppini, Moi, Aquilanti, Amenta, Improta, Masini

Marcatori: 37, 46 pt Sy

Arbitro: Merchiori di Ferrara; Assistenti: Della Rocca di Salerno, Signoriello di Napoli

Ammoniti: Doumbia, Paolucci, Mezavilla;Angoli: Andria 7, Lanciano 9Minuti di recupero: 2 minuti nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa

Andria-Lanciano 2-0: doppio Sy, Virtus sterile in avanti ultima modifica: 2010-03-16T11:50:25+00:00 da Direttore