Sant’Omero, operativo il sistema di telecontrollo delle centrali termiche comunali

Rappresenta un passo in avanti in tema di innovazione tecnologica del Comune, ma punta  al risparmio energetico e alla riduzione di gas climalteranti; lunedì prossimo  incontro sul tema con la cittadinanza

SANT’OMERO (TE) – Il Comune di Sant’Omero fa un bel passo in avanti in tema di innovazione tecnologica  e di sostenibilità ambientale in quanto ha attivato dal mese di ottobre 2012  il sistema di telecontrollo delle centrali termiche comunali. In questo modo mette in atto anche quelle pratiche virtuose previste dal Patto dei Sindaci , che impegna  i firmatari a potenziare  l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili per  raggiungere e superare l’obiettivo europeo di riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020.

Dopo aver terminato, nel 2011, gli interventi di miglioramento energetico delle centrali termiche di tutti gli edifici scolastici e dell’edificio comunale,  ora è operativo  anche il sistema di telecontrollo degli impianti. Grazie alla collaborazione con la società che gestisce gli impianti comunali, la Cpl Concordia, è stato possibile implementare, nelle riammodernate centrali termiche degli edifici scolastici, l’apparato di telecontrollo. Il sistema consiste in una moderna serie di apparecchiature elettroniche, collegate agli impianti, che comunicano continuamente con delle postazioni di controllo. Una di queste è collocata negli uffici tecnici comunali, dove, attraverso un computer e un software di gestione, l’operatore dell’Ente può monitorare e controllare a distanza lo stato e l’efficienza degli impianti.Rende note queste notizie l’Assessore all’Ambiente e Politiche Energetiche, Riccardo Malatesta che spiega nel dettaglio:

“L’obiettivo primario è il contenimento dei costi energetici con il conseguente incremento della quantità di energie disponibili all’impiego. Mediante il telecontrollo è possibile concentrare in una o più postazioni tutte le informazioni sul funzionamento degli impianti scolastici ubicati sul territorio, di elaborarli in modo da ottenere maggiori indicazioni per la taratura ed i comandi degli stessi, per consentire una sensibile riduzione del personale addetto al controllo degli impianti. Il sistema offre inoltre la possibilità di conoscere in tempo reale le anomalie presenti sugli impianti e quindi di poter intervenire in maniera tempestiva per il ripristino delle condizioni ideali di funzionamento. L’iniziativa rappresenta, oltre che una novità assoluta per tutto il territorio vibratiano, un ulteriore passo in avanti nei confronti del miglioramento tecnologico e impiantistico del Comune, nonché la prosecuzione dell’attuazione degli interventi programmati dall’Ente in materia di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni di CO2; un dovere assunto con la firma del Patto dei Sindaci.”

In considerazione degli impegni assunti con l’adesione al Patto dei Sindaci, lunedì 12 novembre 2012 alle ore 18:00, presso la sala Bice Valori (ex chiesa marchesale) sarà illustrato alla cittadinanza, con il supporto tecnico dei rappresentanti della Provincia di Teramo e dell’Agenzia per l’Energia e l’Ambiente della Provincia di Teramo AGENA, il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (Seap), il documento contenente le misure da adottare per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Unione Europea per la lotta al cambiamento climatico.