La Notte europea dei Ricercatori 2013 a Teramo

70x100 notte dei ricercatori 2013Il 27 settembre una serie di eventi di valore didattico e divulgativo consentirà di incontrare i ricercatori e conoscere gli strumenti e le tecnologie utilizzati dagli scienziati

TERAMO – Il 27 settembre 2013 si terrà a Teramo la manifestazione “La Notte Europea dei Ricercatori”. L’evento, che quest’anno interesserà più di 300 città europee in 35 nazioni, è promosso dall’Unione Europea, al fine di sensibilizzare il grande pubblico al tema della ricerca scientifica e alla figura del ricercatore.Nell’ambito del Progetto Speciale Multiasse “Sistema Sapere e Crescita” Fondi PO FSE Abruzzo 2007-2013 e del Progetto TRAiL, coordinato e realizzato da Frascati Scienza (http://www.frascatiscienza.it), l’INAF-Osservatorio Astronomico di Teramo, in collaborazione con i Laboratori Nazionali del Gran Sasso (INFN), ha organizzato presso il Parco della Scienza in via A. De Benedictiis 1, un ampio e articolato programma, attraverso cui il pubblico avrà la possibilità di incontrare direttamente i protagonisti della ricerca in campo Fisico e Astrofisico e conoscere gli strumenti e le tecnologie utilizzati dagli scienziati.A partire dalle ore 16.30 sarà possibile partecipare a seminari, esperimenti, giochi scientifici e spettacoli, nonché visitare il Museo Storico e didattico dell’Osservatorio di Teramo e la mostra “Le impronte dell’Universo” al Galileium. Inoltre, dalle ore 21.00 si potrà osservare il Cielo notturno con i telescopi messi a disposizione dall’Osservatorio di Teramo.Il valore didattico e divulgativo della manifestazione sarà sottolineato dal saluto delle Autorità: il dott. Maurizio Brucchi, Sindaco di TeLOGO_osservatorio_teramoramo, il Prof. Roberto Buonanno, Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Teramo e il Prof. Stefano Ragazzi, Direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso. L’ingresso è gratuito.

Tra gli eventi ricordiamo:
Ore 17.00 : “Il paesaggio geologico abruzzese da 200 milioni di anni ad oggi!” – Storia geologica del nostro territorio passando da barriere coralline a magiche valli, nuotando con ammoniti e scappando da coccodrilli ed elefanti.
Prof. E. Miccadei – Università di Chieti
Ore 18.00 : “Gli aggettivi del cosmo” – Alla scoperta della molteplicità con cui l’Universo si presenta a noi, immenso eppur finito, antichissimo e forse eterno, misterioso, violento e sempre incredibilmente affascinante.
Prof. M. Capaccioli – Osservatorio Astronomico di Capodimonte (Napoli).
Ore 19.00 : “Su Galileo” Spettacolo scientifico. Un araldo-menestrello d’epoca galileiana parlandoci dell’uomo, attraverso storie e curiosità, stati d’animo e intuizioni, ci farà conoscere lo Scienziato e ci farà riflettere sulle principali scoperte di Galileo e sulle loro implicazioni future.
Le Nuvole – Teatro stabile d’innovazione – Città della Scienza – Napoli
Dalle ore 20.45 : “Noi…figli delle stelle” – Vedremo come funzionano le stelle, quale sia il loro destino e il ruolo fondamentale che esse rivestono per l’evoluzione dell’Universo e per la possibile esistenza di forme di vita.
Prof. S. Cassisi – Osservatorio Astronomico di Teramo
Ore 21.30 : “Vedere l’invisibile: l’Universo Dark” – Un’indagine su ciò che sfugge alla vista, l’infinitamente piccolo che può essere “catturato” con gli occhi della curiosità scientifica e da cui possiamo provare a capire il passato, il presente e il futuro.
Prof. O. Straniero – Osservatorio Astronomico di Teramo.

Il programma dettagliato degli eventi, con aggiornamenti e novità, è disponibile sul sito web dell’Osservatorio Astronomico di Teramo www.oa-teramo.inaf.it e sul sito dei Laboratori del Gran Sasso http://www.lngs.infn.it/redirect/notte_dei_ricercatori