Chieti-Cosenza 1-1: un dubbio rigore condanna al pari i neroverdi

rigoreAll’Angelini contro la capolista un pareggio che serve a poco

CHIETI – Un ottimo Chieti nel primo tempo, forse troppo pauroso e rinunciatario nel secondo pareggia in casa con la capolista Cosenza, complice anche una dubbia decisione dell’arbitro che al novantesimo assegna un rigore ai calabresi apparso a molti inesistente che frutta l’1-1 finale. I neroverdi avrebbero di certo meritato l’intera posta in palio: ora la situazione in calssifica si fa preoccupante con cinque partite ancora da giocare e l’ottavo posto distante quattro punti.

IL MATCH – De Patre schiera i suoi con il solito 4-4-2 con Gaeta in attacco al fianco di Guidone, Berardino a loro sostegno e Cinque in panchina. Il tecnico cosentino Cappellacci si affida ai tre grandi ex del match, Bigoni, Pepe ed Alessandro.
squadre a centrocampoIl Chieti si mostra subito aggressivo e chiude il Cosenza nella sua metà campo. L’offensiva neroverde si concretizza all’8′ quando Rossi su angolo di Berardino anticipa tutti di testa segnando il suo terzo gol in campionato. Il Chieti ci crede ed insiste: al 19′ Guidone si libera in area ma sul suo tiro è bravo Frattali a deviare in angolo. Sul conseguente corner Dascoli incorna, ma prende in pieno l’incrocio dei pali, la palla torna verso Terrenzio che da due passi spedisce incredibilmente alto. Al 27′ si vede per la prima volta il Cosenza: punizione centrale di Corsi deviata in angolo dall’attento Robertiello. Sugli sviluppi del corner Guidi mette al centro per De Angelis che in girata manda alto. È sempre però il Chieti a fare la partita. Al 34′ i neroverdi confezionano l’azione più bella della gara: Rossi serve Gaeta che crossa per Guidone la cui conclusione è contratta da un difensore cosentino, la sfera finisce sui piedi di Berardino che cerca un improbabile lob sotto che finisce alto di poco. Berardino al 37′ innesca la manovra pescando Gaeta che serve Rossi il quale dal limite lascia partire un fendente che spaventa non poco Frattali sfiorando la traversa. Si va dunque al riposo sull’1-0 per il Chieti.

angolo del chietiIl Cosenza rientra in campo con una mentalità ben diversa rispetto alla prima frazione di gara. Al 4′ calabresi subito pericolosi con De Angelis, lasciato colpevolmente solo dalla difesa neroverde: è bravo Robertiello a chiudere lo specchio della porta e rifugiarsi in angolo.Al 16′ Guidone per poco non approfitta di un errato disimpegno di Frattali. L’ex di turno Alessandro si fa vedere al 20′ con una dirompente azione personale, ma a tu per tu con Robertiello viene chiuso bene dall’estremo difensore neroverde. I ritmi calano ma non certo la tensione: De Patre viene espulso per proteste. All’80′ è grandioso ancora una volta Robertiello che, dopo la conclusione di De Angelis murata dalla difesa teatina, riesce con un prodigioso balzo a sventare il colpo di testa di Mosciaro sulla linea di porta.

Sembra tutto finito ed invece al 90′ arriva l’episodio che decide la gara: a centro area contrasto fra Di Filippo e De Angelis, l’arbitro giudica falloso l’intervento del difensore neroverde ed assegna un rigore molto dubbio far le proteste generali. Sul dischetto va Mosciaro che trasforma con grande freddezza regalando il pareggio al Cosenza. Dopo cinque minuti di recupero il direttore di gara fischia la fine: il Chieti ha molto da recriminare viste le tante occasioni da rete sbagliate soprattutto nel primo tempo. Ora tutto si fa più difficile per i neroverdi: sarà vietatissimo sbagliare nelle ultime cinque gare.

TABELLINO:

CHIETI: Robertiello, De Giorgi, Di Filippo, Della Penna (40’st Verna), Terrenzio, Dascoli, Rossi, Giorgino, Guidone, Gaeta (7’st Cinque), Berardino (28’st La Selva). A disp. Gallinetta, Bagaglini, Di Properzio, De Stefano. All. De Patre

N.COSENZA: Frattali, Blondett (20’st Napolano), Mannini, Asante, Pepe, Guidi, Bigoni, Corsi, Chinellato (20’st Mosciaro), De Angelis, Alessandro (40’st Partipilo). A disp. Orlandi, Palazzi, Carrieri, Giordano. All. Cappellacci

Arbitro: Sig. Candeo Luca della Sez. di Este (Lacalamita-Quitadamo)

Reti: 9′ Rossi, 45’st Mosciaro (rig)

Ammoniti: Di Filippo e Asante

Espulso il tecnico del Chieti De Patre per proteste al 38’st

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa

Angoli: 5-6

Spettatori 600 circa

leggi -> i risultati e la classifica della Lega Pro seconda divisione girone B

[Foto gentilmente concesse da Francesco Rapino]