Banca Tercas Teramo-Angelico Biella 82-77: super Cerella, i biancorossi sorpassano nel finale

TERAMO – Nella gara di recupero valida per la terza giornata di ritorno successo in rimonta per la Banca Tercas Teramo che, dopo essere stata in svantaggio per gran dell’incontro, con distacco fino a 14 punti, riesce a ribaltare il punteggio nell’ultimo quarto. Grande protagonista l’italo argentino, Bruno Cerella, autore di ben 27 punti e buona affluenza di pubblico (circa 2.500 spettatori)  nonostante l’incontro serale ed infrasettimanale.

In classifica la squadra teramana (che ha ancora da recuperare lo partita contro Avellino, prevista per il prossimo 29 febbraio) fa un grande passo in avanti a quota 14 punti a +4 dall’ultimo posto occupato dal Casale Monferrato, e superando anche Montegranaro grazie allo scontro diretto vinto nella Marche. Migliore piazzamento anche nei confronti di Biella considerando i punti tra la gara di andata e ritorno.

Gara diretta dalla terna costituita da Cicoria, Weidmann e Biggi. Premiato dall”amministratore unico della società Lino Pellecchia il coach della squadra piemontese, Massimo Cancellieri, con una targa ricordo. Prima dell’inizio è stato esposto lo striscione a favore di Emergency. Per Teramo quintetto costituito da Brandon Brown, Amoroso, Dee Brown, Borisov e Goods mentre Biella risponde con Coleman, Soragna, Pullen, Miralles e Dragicevic.

IL MATCH – Avvio che si apre con Teramo che nel primi tre minuti mantiene il vantaggio grazie ai punti di Borisov e Brandon Brown (6-5). Da questo momento è la squadra piemontese a prendere il largo grazie ad un parziale di 7-0 grazie a Pullen, Soragna e Dragicevic. Quindi prima Goods da tre poi Dee Brown provano a tenere basso il distacco ma un nuovo allungo firmato Soragna, Coleman e Dragicevic, permettono di chiudere il quarto per 14 a 24.

Ramagli, ex di turno, mischia le carte e nel secondo quarto parte con Ricci, Cerella, Green e Fultz tenendo solo Amoroso. La risposta è subito positiva e il distacco, dopo la tripla di Dragicevic, si riduce a 21-27 al 3′. Ospiti che con Pullen e Soragna piazzano un mini break che porta il punteggio sul 21 a 32. Polonara, ieri febbricitante e Cerella riportano a meno 7 punti ma un fallo tecnico avrebbe potuto far volare Biella che spreca i due tiri dalla lunetta con Soragna ma poi colpiscono con Coleman. Cerella, uomo partita per Teramo, tiene il punteggio a -5 e apre ad una mini rimonta che porta teramo, grazie ai punti di Dee Brown e Borisov a -3 (33-36).

La seconda parte dell’incontro parte con un botta e risposta tra Coleman e Dee Brown, ma i ragazzi di Cancellieri sono bravi ad allungare nuovamente portandosi sul 35 a 44 al 4”. Quindi è Brandon Brown a suonare la carica ma Coleman tiene a debita distanza le due squadre. I ragazzi di Ramagli non si perdono d’animo e con Dee Brown e Cerella portano a segno la rimonta  fino al 44-48. Ma Biella è avversario ostico e approfitta di un momento di appannamento della difesa di casa per sferrare i suoi attacchi  con Miralles e Dragicevic prima quindi con Chessa e Coleman per un +12 che chiude il quarto.

Ultimi 10 minuti pieni di pathos con l’avvio di Dragicevic che porta a +14 il massimo vantaggio per i piemontesi. È il momento della verità e Teramo, trascinata da Cerella non ci sta a fare la vittima della giornata. Due triple fanno esplodere il pubblico del PalaScapriano portando la squadra a -7 sul 55 a 62. Un doppio colpo che fa sbandare l’avversario che subisce l’azione di Polonara (canestro più tiro libero) e Cancellieri si gioca il time-out. Il distacco si riduce al lumicino a i punti di Coleman e Dee Brown lo portano a 1 solo punti a 5”. Gara riaperta dunque ma Dragicevic ha il tempo di gelare nuovamente il palazzetto con una tripla. Risponde Teramo prima con Polanara con due liberi e poi con Goods che fa canestro più tiro libero per il secondo vantaggio della partita teramo (67-66). Si gioca punto su punto con Fultz che risponde a Pullen ma al 2’55” i biancorossi perdono Cerella per quinto fallo personale: per lui una vera e propria standing ovation. Coleman non sbaglia in lunetta ma Teramo risponde con Amoroso e poi con Fultz (73-70). Ma ancora una volta Dragicevic spara la tripla del pari.

La svolta della gara arriva solo adesso con due triple prima con Fultz poi con Amoroso. Quindi è Dee Brown a tenere il +5 dopo il canestro di Coleman. Pullen da l’ultima speranza a Biella con il punto del 80 a 77 ma Amoroso è infallibile sotto canestro per il canestro che chiude il match sull’82 a 77. Dopo essere stati beffati nel precedente scontro casalingo alla sirena da Treviso, in questo incontro gli uomini di Ramagli completano la rimonta nel finale dimostrando grande determinazione e concentrazione. La strada per la salvezza si fa adesso molto più agevole.

TABELLINO:

BANCA TERCAS TERAMO-ANGELICO BIELLA 82-77 (parziali 14-24, 33-36, 48-60)

BANCA TERCAS TERAMO: Ricci 2, B. Brown 6, Amoroso 9, Cerella 27, D. Brown 12, Fultz 7, Lulli ne, Green, Borisov 4, Listwon ne, Goods 6, Polonara 9. Allenatore: Ramagli

ANGELICO BIELLA: Jurak 4, Minessi ne, Coleman 21, Soragna 7, Pullen 11, Lagana’, Miralles 13, Lombardi, Magaraty ne, Chessa 5, Dragicevic 16, De Vico ne. Allenatore: Cancellieri

Arbtri: Cicoria-Weidmann-Biggi

Tiri liberi: Banca Tercas 19/24, Angelico Biella 6/14

Usciti per cinque falli Cerella, Chessa.