Aprilia-L’Aquila 1-2: Pianese regala i 3 punti in pieno recupero

I rossoblù, di rimonta dopo lo svantaggio iniziale, tornano al successo grazie ai gol di Improta e Pianese e salgono al secondo posto in classifica scavalcando la Paganese

APRILIA  – Quando ormai il match sembrava indirizzarsi verso un giusto pareggio per quello che le due squadre avevano fatto vedere in campo nel corso dei 90 minuti, la zampata di Pianese in pieno recupero condanna i laziali alla sconfitta e regala 3 punti d’oro a L’Aquila. I ragazzi di coach Ianni riconquistano così la seconda piazza in classifica – che quest’anno vuol dire promozione diretta – scavalcando la Paganese bloccata sul pari a Fano e rimanendo a -5 dalla capolista Perugia.

L’Aprila di coach Vivarini (ex Chieti) a dirla tutta non sfigura, anzi pur in emergenza fa soffrire per lunghi tratti dell’incontro gli avversari e avrebbe meritato quantomeno il pari: l’opportunismo di Pianese nel recupero risulta però decisivo e premia i rossoblù aquilani, forse fin oltre i propri meriti.

Pronti via ed è l’Aprilia a fare la partita. Già al 7’ i padroni di casa trovano il vantaggio, con Calderini che con un preciso destro al volo supera Testa e regala l’1-0 ai suoi. Stordita dal repentino svantaggio, L’Aquila non riesce a reagire, è anzi Cruciani al 25’ a sfiorare il 2-0 con una conclusione a giro di poco alta sopra la traversa. Eppure, col cinismo tipico della grande squadra, e proprio nel momento di maggior sofferenza, al 31’ i rossoblù pareggiano: Battistelli lancia lungo per Improta, Castagnaro esce maldestramente a causa anche del terreno scivoloso, e non riesce a bloccare la sfera, per lo stesso Improta è un gioco da ragazzi appoggiare in rete a porta sguarnita per l’1 a 1. I locali però non ci stanno e si riversano nuovamente in avanti ed hanno l’occasionissima per tornare in vantaggio in chiusura di tempo: la punizione di Cruciani colpisce però in pieno la traversa, Croce appoggia in rete sulla ribattuta ma l’arbitro annulla tutto per fuorigioco. Si va all’intervallo sull’1-1.

Nella ripresa è un batti e ribatti di conclusioni, ora da una parte ora dall’altra, con il match che si fa più piacevole. Inizia Improta per L’Aquila al 5’ la cui conclusione sfiora il palo e un minuto dopo tocca a Carcione servito ancora da Improta cercare, invano, la gloria. All’8’ la veemente risposta dei padroni di casa con Testa che compie il doppio miracolo sulle conclusioni a botta sicura di Calderini prima e di Ceccarelli poi. Al 15’ ci prova Piccioni, fuori di poco e tre minuti più tardi tocca a Criaco per l’Aprila ma anche qui la sfera si spegne a lato. Non hanno miglior fortuna le conclusioni di Improta al 23’ e di Cruciani al 32’. Il match sembra a questo punto indirizzarsi verso il pareggio ma al penultimo minuto di recupero arriva la svolta decisiva dell’incontro:  Piccioni riceve palla da calcio d’angolo, tira in porta e colpisce la traversa, sulla ribattuta nel traffico arriva Pianese che da due passi mette a segno l’1 a 2. Non c’è più tempo per ulteriori emozioni, l’arbitro fischia il triplice fischio di chiusura e L’Aquila gioisce per un successo importante che cancella la sconfitta interna col Perugia di settimana scorsa e che la rilancia in classifica.

Le parole di coach Ianni a fine gara:

Nel primo tempo siamo partiti male e ci ha creato molti problemi anche il gol preso dopo 5′ minuti perché la squadra non è riuscita ad esprimersi in fase offensiva come di solito sappiamo fare. Nel secondo tempo poi abbiamo costruito diverse palle gol. Comunque abbiamo incontrato un avversario che secondo il mio punto di vista, nel reparto di mediana e attacco è tra i più forti che ho incontrato quest’anno. Il lavoro di mister Vivarini sulla sua squadra si vede totalmente. È stata una gara veramente difficile, contro un ottimo avversario.

Prossimo match per i rossoblù domenica prossima, quando al “Fattori” arriverà la visita del Fano, compagine ai margini della zona play out ed impegnata quindi nella lotta per non retrocedere.

TABELLINO:

APRILIA – L’AQUILA: 1-2

APRILIA: Castagnaro, Diliberto, Carta, Croce, Pinna, Stankovic, Criaco, Cruciani, Ceccarelli, Calderini, Bonaiuto (18′ st Iovene). A disposizione Rizziardi, Diakite, Crialese, Fratangeli, Longo, Thaqui. All. Vivarini

L’AQUILA: Testa, Simoncini, Piccioni, Campinoti, Garaffoni, Ruggiero, Improta, Carcione, Colussi (33′ st Pianese), Capparella (22′ st Giglio), Battistelli (8′ st Agnello). A disposizione Modesti, Prizio, Prete, Cunzi. All. Maurizio Ianni
arbitro Diego Roca di Foggia; assistenti Maurizio De Troia Sez. Termoli Matteo Bottegoni Sez. Terni

Reti: 7’pt Calderini, 31’pt Improta, 46′ st Pianese

Ammoniti: Colussi, Carcione, Battistelli, Piccioni, Simoncini.