Usi civici problema per 450 mila abruzzesi: se ne parla oggi a Guardiagrele

Foto notaio Massimo D'Ambrosio

Il notaio D’Ambrosio spiegherà come farli cessare

GUARDIAGRELE (CH) – Sarà il notaio Massimo D’Ambrosio, tra i massimi esperti in Italia, a relazionare sugli “usi civici”, un argomento che sembra specialistico ma che nella realtà dei fatti riguarda il 35% del territorio regionale e circa 450 mila abruzzesi. E’ questo infatti il numero di persone che posseggono beni gravati da uso civico e che non sanno come affrancarsi da questo “peso”. Un argomento spinoso di cui si parlerà oggi, giovedì 15 febbraio, dalle 15.30 alle 19.30, nella sala del cinema Garden di Guardiagrele (Chieti).

Ai lavori prenderanno parte il sindaco di Guardiagrele Simone Dal Pozzo e l’assessore regionale alle Politiche agricole Dino Pepe. Tra i relatori, insieme a D’Ambrosio, il responsabile regionale dell’Ufficio Usi civici Patrizio Buccioni, l’agronomo Paolo Sonni, il presidente dell’Associazione tecnici guardiesi Silvio Marroncelli. A coordinare tutto penserà Giuseppe Pugliese, presidente dell’Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali della provincia di Chieti e della Federazione regionale. Saranno presenti predidenti di ordini e collegi.

Il convegno, dal titolo “Usi Civici” è organizzato proprio dalla Federazione, in collaborazione con il Collegio dei periti agrari e il Gruppo tecnico professionisti guardiesi.

D’Ambrosio illustrerà storia e aspetti giuridici degli Usi civici. Dopo aver chiarito concretamente quali siano e cosa siano gli usi civici, e quale sia la loro natura giuridica anche grazie ad un’analisi storica della loro nascita, illustrerà la normativa italiana, costituita da leggi speciali statali e regionali, dal 1927 in poi, e chiarirà quali siano gli istituti principali per la cessazione degli usi civici: legittimazione e affrancazione. Dopo aver trattato i compiti e la responsabilità del notaio in materia di usi civici, e le problematiche in tema di trascrizione dei vari tipi di usi civici, si auspica che vengano rapidamente spazzate via tutte le complicazioni di origine medievale per assicurare ai cittadini chiarezza e certezza del diritto.

Si parlerà anche di iter procedurale per la presentazione delle domande a Comune e Regione e si esplicherà la proposta di linee guida per la risoluzione di problemi legati agli usi civici.

Usi civici problema per 450 mila abruzzesi: se ne parla oggi a Guardiagrele ultima modifica: 2018-02-15T14:54:52+00:00 da Redazione