Teramo, una “segretaria” digitale al centro antiviolenza La Fenice

la fenice comune rosetoÉ stato possibile grazie alla raccolta fondi coordinata dal Comune di Roseto e dalla Cpo locale in collaborazione con numerose associazioni

TERAMO – É stata consegnata ieri pomeriggio al centro antiviolenza “La Fenice” una segreteria digitale – fax, stampante, cordless, fotocopiatrice – comprata grazie alla raccolta fondi coordinata dal Comune di Roseto e dalla Cpo locale e realizzata in collaborazione con numerose associazioni locali e con il patrocinio dell’Anci.

A consegnare il prezioso strumento di lavoro un’ ampia delegazione con il sindaco Enio Pavone, la vicesindaco, Maristella Urbini, la presidente della Cpo rosetana Feny Di Sano, i rappresentanti dell’associazione “Insieme per San Giovanni” , i cui volontari, attraverso la vendita di piante e fiori, hanno concretamente contribuito a raccogliere la somma necessari all’acquisto; la rappresentante dell’Anci, Alessia De Paulis.

Un gesto molto apprezzato dalle operatrici del centro e dalla Provincia, ieri rappresentata dal consigliere Maurizio Verna, dalla presidente della Cpo, Monica Brandiferri e dalla responsabile dei servizi sociali, Cristina Di Baldassarre.

E sono tanti, come sottolineato dalla vicesindaco Urbini che ha fatto rilevare “quanto siano utili queste iniziative considerato che i centri antiviolenza non usufruiscono di finanziamenti propri e stabili”.

Maurizio Verna ha ricordato il ruolo strategico “del centro antiviolenza come di Casa Maya, gli unici esempi regionali di servizi di accoglienza a favore delle donne gestiti da una Provincia. La collaborazione con i Comuni è fondamentale anche nella nuova ottica di servizi associati”.

Per Monica Brandiferri “si sta consolidando quella rete territoriale che come presidente della Cpo provinciale è il mio principale obiettivo perché servono servizi integrati e dialogo istituzionale: per rompere il muro di silenzio che spesso circonda la violenza sulle donne è necessario che queste percepiscano che esiste una rete affidabile di protezione”.

Teramo, una “segretaria” digitale al centro antiviolenza La Fenice ultima modifica: 2015-12-17T09:56:57+00:00 da Redazione