Home » Sport » Calcio » Serie B » Lanciano-Pescara 0-1: decide una rete di Bjarnason

Lanciano-Pescara 0-1: decide una rete di Bjarnason

di Francesco Rapino

tifosi-del-Pescara-a-LancianoDirezione arbitrale molto discussa dai frentani

LANCIANO (CH) – Con un gol molto discusso di Bajarnason ad un quarto d’ora dal termine, il Delfino espugna il Biondi piegando 0-1 la Virtus Lanciano, nella passata stagione il derby abruzzese della cadetteria si era concluso con lo stesso punteggio, in quella circostanza aveva deciso un rigore di Maniero. Direzione arbitrale molto discussa dai frentani. Sotto il punto di vista del gioco la Virtus ha mostrato una maggiore supremazia sia per quanto riguarda il possesso palla che le occasioni create. A decidere le sorti dell’incontro è stato un gol di Bjarnason che a fine partita si è scusato con i tifosi rossoneri per aver esultato sotto la loro curva. Gol contestato dai padroni di casa, a seguito delle proteste è stato espulso dalla panchina Cerri, che era stato sostituito qualche minuto prima. Prima di allora il Delfino si era reso pericoloso in una sola circostanza in chiusura di primo tempo con Politano. Al termine del match i rossoneri ridotti in dieci per l’espulsione di Aquilanti per doppio giallo.

Lanciano-e-Pescara-a-centrocampoCOSÍ IN CAMPO – Nella Virtus assenti gli infortunati Turchi e Gatto, invece nel Pescara non convocato Brugman. D’Aversa ha schierato i suoi con il consueto 4-3-3 con Nicolas a difesa della porta, pacchetto difensivo completato dai terzini Conti e Mammarella e dalla coppia di centrali Aquilanti-Troest. In mediana Bacinovic in mezzo affiancato dagli esterni Di Cecco e Grossi. Tridente d’attacco formato da Thiam, Cerri e Piccolo. Invece l’uomo partita Bjarnason, è stato recuperato. Baroni ha confermato il 4-4-2 con Fiorillo tra i pali, reparto arretrato completato dai centrali Salamon e Zuparic supportati dai terzini Rossi e Zampano. A centrocampo le ali Bjarnason e Politano ad affiancare i centrali Memushhaj e Selasi. Tandem d’attacco formato da Melchiorri e Pettinari.

punizione-LancianoIL MATCH – Al 7’ Piccolo riceve da Thiam, la sua doppia conclusione è prima respinta e poi parata da Fiorillo. Al 12’ Piccolo appoggia sulla destra per Conti che mette pericolosamente in mezzo, sbroglia la difesa biancazzurra. Break del Pescara ,ma al 21’ ancora Virtus in avanti con Piccolo sulla destra che, dopo aver ricevuto dal lato opposto, mette in mezzo per Di Cecco, la cui conclusione è bloccata da Fiorillo. Al 42’ si fa finalmente vivo il Pescara con Memushaj che appoggia per Politano che dal limite lambisce il palo.

corner-lungo-di-MammarellaLa ripresa inizia sulla stessa falsariga del primo tempo: al 4’ buon fraseggio della Virtus con Cerri che imbecca Piccolo, sulla sua conclusione a palombella parata plastica di Fiorillo. All’8’ traversone dalla sinistra di Mammarella, Cerri dal limite sfiora la traversa. Al 16’ altro cross di Mammarella, sempre dall’out mancino, il neo entrato Vastola in corsa di testa manda di un soffio sul fondo. al 25’ Thiam riceve in verticale e dal limite manda sopra l’incrocio. Al 30’ è però il Pescara a passare in vantaggio: Bjarnason riceve dalla sinistra da Rossi e batte Nicolas. Grandi proteste da parte dei padroni di casa per un paio di presunte irregolarità e viene espulso dalla panchina Cerri che era stato sostituito qualche minuto prima da Monachello. Reagisce la Virtus al 35’ che reclama un penalty per una presunta mano galeotta in area di Zampano. Al 43’ punizione di Mammarella sulla sinistra, nella mischia Bacinovic manda sul fondo. al 48’ ci prova Aquilanti dalla distanza che manda a lato. 1’ più tardi viene espulso lo stesso Aquilanti per doppia ammonizione dopo un fallo sulla trequarti.

coreografia-tifosi-LancianoTABELLINO:

Virtus Lanciano (4-3-3): Nicolas, Aquilanti, Mammarella, Troest, Thiam, Piccolo, Conti, Grossi (35’ st Paghera), Di Cecco (15’ st Vastola), Bacinovic, Cerri (23’ st Monachello) A disposizione: Aridità, Amenta, De Silvestro, Ferrario, Nunzella, Pinato Allenatore: D’Aversa

Pescara (4-4-2): Fiorillo, Politano (27’ st Caprari), Bjarnason, Melchiorri (22’ st Sansovini), Zampano, Zuparic, Salamon, Pettinari, Selasi (42’ st Pucino), Rossi, Memushaj A disposizione: Aresti, Fornasier, Abecasis, Gessa, Pasquato, Torreira Allenatore: Baroni

Arbitro: Pairetto (sezione di Nichelino)attacco-Lanciano

Assistenti: Peretti (sezione di Verona) e Mondin (sezione di Treviso)

IV Uomo: Rapuano (sezione di Rimini)

Rete: 30’ st Bjarnason

Ammoniti: Piccolo, Bacinovic e Mammarella (VL) Selasi e Zampano (P)

Espulsi: Cerri e Aquilanti (VL)

Angoli 1-3 per il Pescara

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa

Spettatori: 4.502.

Lanciano-Pescara 0-1: decide una rete di Bjarnason ultima modifica: 2015-04-26T02:25:31+00:00 da Francesco Rapino