Home » Sport » Calcio » Serie B » Pescara-Padova: le impressioni a caldo

Pescara-Padova: le impressioni a caldo

di Francesco Rapino

Pasquale-MarinoLe voci dell’allenatore del Pescara, Pasquale Marino, e del presidente del Padova Diego Penacchio

PESCARA – Al termine di Pescara-Padova, terminata 1-0 in favore del Delfino grazie ad una rete dell’ex Cutolo, abbiamo raccolto i commenti dei rappresentanti delle due compagini. Il tecnico del Pescara, Pasquale Marino, così ha commentato la vittoria dei biancazzurri: “Pensavo di incontrare un avversario forte e si è rivelato tale dall’inizio alla fine abbiamo fatto sempre la partita, ci abbiamo provato sempre, abbiamo avuto tante opportunità, quindi la vittoria è stata sofferta ma meritata.

Abbiamo lottato, abbiamo sofferto nel finale con quella punizione dentro l’area, con qualche calcio piazzato, però devo dire che l’impegno che hanno messo i miei ragazzi nelle due fasi di gioco è stato premiato. Anche nel secondo tempo abbiamo avuto diverse opportunità con il palo e diversi tiri da fuori cercando in tutti i modi di vincere. Nel primo tempo, a parte il rigore, non siamo stati concreti e non abbiamo fatto gol, però non ci siamo disuniti, abbiamo cercato di attaccare senza concedere spazi, considerando che loro lì davanti hanno giocatori abbastanza veloci, quindi da questo punti di vista di opportunità non ne hanno avute.

Ho visto i ragazzi concentrati, hanno mostrato una grande maturità, anche i più giovani. Il gol è stato importante per Cutolo ed è stato importante per noi, ha fatto una giocata da giocatore importante. Ci sono giocatori in organico che non hanno espresso il massimo delle loro potenzialità, però il campionato è lungo e sicuramente ci daranno una mano. Dobbiamo migliorare il giro palla, lo dobbiamo fare più velocemente, anche perché quando lo facciamo mettiamo in difficoltà l’avversario andando uno contro uno. Per quanto riguarda la fase difensiva abbiamo imparato a sacrificarci tutti, compresi gli attaccanti, siamo abbastanza stretti e corti tra i reparti non dando la possibilità di smarcarsi tra le linee. La sosta? Noi intanto abbiamo in mente la partita di Modena, poi al resto ci pensiamo. Noi sapevamo dall’inizio che c’era questa sosta lunga, faremo un certo tipo di lavoro ed avremo l’opportunità di recuperare alcuni giocatori, non tutti i mali vengono per nuocere. È normale che quando si fa bene non ci si vorrebbe fermare mai”.

Diego PenacchioIl tecnico del Padova, Bortolo Mutti, dopo la sua espulsione per proteste, (reclamava un penalty per un presunto fallo di mano di Balzano in area) ha preferito non parlare. Allora è interventuo il presidente Diego Penacchio, che ha detto: “Faccio i complimenti al pescara che merita la posizione di classifica che ha presenta un buon gioco ed ha degli ottimi giocatori. Si può vincere, perdere o pareggiare, però purtroppo il verdetto del campo è viziato da decisioni arbitrali che a mio parere sono errate e che, senza voler dare alibi a nessuno, ci stanno condizionando in questo girone di andata i modo drammatico. Agli atti basta citare 8-10 gare che sono state falsate nel risultato per diverse decisioni arbitrali decisamente errate. È necessario che chi di competenza metta il focus su questa cosa perché partita dopo partita, episodio dopo episodio, abbiamo tenuto un atteggiamento di rispetto nei confronti di questa situazione, ma adesso la dobbiamo evidenziare. Noi non vogliamo avere dei favoritismi, ma pretendiamo di avere degli arbitri che abbiano una conduzione di gara equa e che rispecchi quelli che sono gli episodi del campo. Le occasioni non sfruttate? Ovviamente vince chi la butta dentro, ormai il nostro calcio è fatto di episodi, è raro che si creino 7-8 palle gol limpide. Abbiamo avuto 2-3 occasioni, credo che abbiamo giocato una partita discreta e che abbiamo giocato nei confronti del Pescara una partita equipollente, non ho visto una predominanza di una squadra nei confronti dell’altra, è la classica gara che nasce sull’episodio. Credo che abbiamo giocato una gara a viso aperto sapendo che il Pescara è una squadra di tutto rispetto e che punta sempre a fare un gol in più dell’avversario, conosco la mentalità e le capacità di Marino. Abbiamo visto la striscia di risultati utili che sta portando il Pescara ad una classifica di tutto rispetto e che merita anche. Cutolo? Ha fatto il classico gol dell’ex, è un ottimo giocatore, uno dei giocatori di qualità che possono avere degli alti e dei bassi ma che in diverse fasi possono essere più determinanti di altri”.

Pescara-Padova: le impressioni a caldo ultima modifica: 2013-12-21T10:10:40+00:00 da Francesco Rapino