Home » Pescara » Pescara-Novara, parola ai due tecnici

Pescara-Novara, parola ai due tecnici

di Francesco Rapino

Soddisfatto Baroni, rammaricato Oddo

Massimo OddoPESCARA – Dopo la sconfitta interna del Pescara per mano del Novara, i due tecnici, Massimo Oddo e Marco Baroni, hanno analizzato il match.

Massimo Oddo (allenatore Pescara): “Giochiamo, dominiamo in lungo e in largo e su due occasioni da parte loro prendiamo due gol. Tante volte è anche difficile a riuscire a trovare una giustificazione. Bisognerebbe cercare di riuscire a stare più attenti concentrati sotto tutti i punti di vista per non prendere gol. I ragazzi hanno fatto la loro partita però purtroppo in questo momento creiamo ma non riusciamo a mettere la palla dentro. In occasione del primo gol hanno sbagliato tutti, in quei casi bisogna prendere l’uomo, siamo usciti senza guardare l’uomo e ci siamo ritrovati con due uomini soli dentro l’area. In questo momento abbiamo una grande fragilità, è la cosa più grave. Abbiamo giocato, abbiamo creato ed abbiamo dato tutto, sotto questo punto di vista non ci possiamo rimproverare niente, forse il timore dovuto al fatto che al primo errore veniamo puniti e ci costa tantissimo. Oggi perdere una partita così ha veramente dell’incredibile. L’unica cosa che abbiamo sbagliato oggi è nelle due circostanze dei gol presi, per il resto abbiamo fatto la partita che dovevamo fare. Poi ci dobbiamo mettere anche il fatto che in questo periodo per fare un gol dobbiamo creare dieci situazioni. Gli errori difensivi che abbiamo commesso prescindono dal modo in cui si gioca, questi errori si compiono anche con una difesa a sette perché sono dovuti ad una mancanza di attenzione in un preciso momento. Non sono errori di posizionamento di contropiede preso. Io non vedo un problema di rinforzamento della difesa, questi sono errori che vanno migliorati con l’attenzione e con la concentrazione. Forse questi errori sono dovuti anche al fatto che in questo momento siamo in difficoltà ed abbiamo delle insicurezze”.

Marco Baroni (alMarco Baronilenatore Novara): “Io sono venuto qui con una squadra che ha iniziato il campionato per salvarsi, stiamo facendo un qualcosa di importante, abbiamo 52 punti in classifica, 54 sul campo, devo fare solo i complimenti alla mia squadra. Abbiamo affrontato un avversario forte che ha delle qualità offensive incredibili, siamo riusciti a mettere quasi sempre la palla filtrante e principalmente le occasioni che loro hanno avuto sono derivate da nostri disimpegni frettolosi. Diverse volte abbiamo mandato in fuorigioco gli attaccanti avversari perché avevamo una linea altissima e questa era una situazione in cui la squadra è stata perfetta. Quindi al di la di tutto ci portiamo questa vittoria meritata conquistata su un campo non facile contro una squadra forte e questo dà ancora più merito a quello che hanno fatto i miei ragazzi. Sapevamo che oggi era una partita difficile e questo premia ancora di più la mia squadra. Queste partite sono fondamentali in questo campionato ed abbiamo voluto prendere delle situazioni per metterli in difficoltà. I nostri obiettivi non cambiano però ovviamente ci alziamo l’asticella, nel momento in cui si arrivano a questi risultati si evidenzia il nostro lavoro. Siamo ambiziosi e vogliamo continuare ad essere protagonisti, ce la possiamo continuare a giocare con squadre che sono state costruite per fare un campionato di vertice. Il mio passato qui? Qui a Pescara ho dato tutto me steso, stasera rimango qui con degli amici, in ogni posto dove si va ad allenare si lascia qualcosa e rimangono degli amici. Il Pescara? Questo è un campionato talmente lungo che qualche pausa ce l’hanno tutti nell’arco della stagione, bisogna solo saper superare i momenti più difficili”.

Pescara-Novara, parola ai due tecnici ultima modifica: 2016-03-12T21:14:24+00:00 da Francesco Rapino