Home » Attualità » Pescara, incremento dell’unità di Polizia municipale

Pescara, incremento dell’unità di Polizia municipale

da Redazione

nuovi ufficiali polizia municipale

Foschi: “Il tema della sicurezza è sicuramente strategico specie in un momento storico come quello che stiamo vivendo e in cui i cittadini hanno bisogno di avvertire la presenza delle Istituzioni sul territorio”

PESCARA – “Prima dell’estate 2022 il Corpo della Polizia municipale di Pescara potrà contare sulla presenza di 15 nuovi Ufficiali e 45 nuovi CFL-Contratto di Formazione e Lavoro, che porteranno ossigeno nell’organizzazione dei servizi soprattutto durante la bella stagione. I primi cinque ufficiali sono già entrati in servizio assumendo la guida di aree strategiche; gli ultimi 10 arriveranno prima di giugno. È quanto ufficializzato nel corso della Commissione convocata per presentare formalmente le nuove forze in campo”. Lo ha detto il Presidente della Commissione Sicurezza del Territorio Armando Foschi in riferimento alla seduta di Commissione che ha visto la presenza del comandante della Polizia municipale Danilo Palestini e dei primi cinque nuovi ufficiali.

“Il tema della sicurezza è sicuramente strategico per la nostra amministrazione comunale – ha ricordato il Presidente Foschi –, specie in un momento storico come quello che stiamo vivendo e in cui i cittadini hanno bisogno di avvertire la presenza delle Istituzioni sul territorio. Sicuramente una presenza evidente delle divise in strada, lungi dall’apparire come una ‘militarizzazione’, è piuttosto un segno di impegno, di garanzia, di tutela della popolazione, che richiede anche un rinforzo numerico ed esperienziale delle forze in campo, a partire dalla Polizia municipale che è il nostro primo biglietto da visita sulla città. Una procedura che dovrà essere effettiva e definitiva con l’arrivo dell’estate, quando Pescara, città a vocazione turistico-commerciale, avverte in modo maggiore la necessità di disporre di forze assegnate e preposte all’ordine pubblico. Come ha spiegato il Comandante Palestini, pur rispettando i vincoli normativi in riferimento all’assorbimento di nuove unità, comunque la Direzione del Personale del Comune, su indicazione dell’amministrazione, è riuscita a strutturare nuove assunzioni. Per ora non è possibile effettuare deroghe sul numero delle unità in servizio vista la situazione delicata determinata dal concorso che è ancora sotto la scure del Consiglio di Stato che dovrà però decidere tra qualche settimana.

Nell’attesa si procederà con il reclutamento di 30 unità a tempo determinato; gli ufficiali che prenderanno servizio saranno complessivamente 15, e i primi 5 sono già entrati nella macchina amministrativa; e non appena arriveranno gli ultimi placet si procederà al reclutamento di 45 unità CFL concentrati nell’annualità 2022. Ovviamente non basta, se consideriamo che per una città come Pescara di 120mila abitanti residenti, che durante le ore diurne si moltiplicano o addirittura triplicano per lavoro, studio o tempo libero, occorrerebbero almeno 230-250 agenti effettivi di Polizia municipale, e invece oggi Pescara ha solo 120-130 agenti. Ed è su questo dato che dovremo lavorare come maggioranza, soprattutto nell’ottica della Nuova Pescara, che imporrà un ulteriore rafforzamento della politica sulla sicurezza. Intanto i cinque nuovi ufficiali che hanno formalmente preso servizio sono il maggiore Riccardo Aceto, responsabile del Commercio; il maggiore Walter Falzani, responsabile di Viabilità, Polizia Stradale, anti-degrado; il maggiore Paolo Zaini, Viabilità; il maggiore Archino De Bonis, Ambiente; il capitano Gianni D’Alessandro, Protezione Civile”.

Ti potrebbe interessare