Home » Sport » Calcio » Serie A » Pescara-Cagliari 0-2: “Sau-spazza tutto”, biancoazzurri a fondo

Pescara-Cagliari 0-2: “Sau-spazza tutto”, biancoazzurri a fondo

di Direttore

Cagliari sotto la curva sud fine partitaUna doppietta del bomber sardo manda in blackout i biancoazzurri e la tifoseria contesta la società

PESCARA – Il Cagliari sbanca l'”Adriatico Giovanni Cornacchia” di Pescara e mette nei guai la squadra di Bergodi che alla luce dei risultati delle altre si trova a 4 punti di distacco dal Genoa, vittorioso in casa contro l’Udinese. Decisivo nella ripresa l’attaccante rossoblù autore di un’ottima doppietta che ha spezzato le gambe ai biancoazzurri incapaci ancora una volta di reagire, nonostante il tecnico le abbia provate tutte inserendo anche Vukusic e Caprari nel tentativo di raddrizzare il match.

Buon primo tempo della squadra abruzzese che ha affrontato la gara a viso aperto con i biancoazzurri  pronti a giocare d’anticipo.Clamorosa palla gol sul finale con Weiss che centra il palo dopo una provvidenziale deviazione di Agazzi. Lo stesso sloveno protagonista anche in negativo nel finale di gara con un intervento gratuito che gli è costato il rosso diretto. Contestazione del pubblico a fine partita ; la situazione della squadra , che lunedì 25 giocherà a Roma con la Lazio ,quindi affronterà l’Udinese in casa e l’Atalanta in trasferta,  si sta facendo drammatica in chiave salvezza.

D'Agostino-CaraglioCOSÍ IN CAMPO – Bergodi inserisce dal primo minuto Zauri in difesa e recupera sulla trequarti Weiss, tornando al consueto 4-3-1-2. Difesa con Bocchetti e Bianchi Arce centrali con Zauri e Zanon sulle corsie esterne, a centrocampo confermato il trio composto da D’Agostino, Rizzo e Blasi. In avanti Weiss a suggerire le due punte Caraglio e Celik. Risponde la squadra del duo Pulga/Lopez con Ariaudo al posto dello squalificato Astori a far coppia con Rossettini mentre esternamente troviamo Pisano e Avelar. Linea mediana con Ekdal ed il rientrante Cossu al posto di Conti e Dessena fermati per un turno dal giudice sportivo con Naiggolan. In avanti il duo Sau e Ibarbo.

azione di CelikEQUILIBRIO IN CAMPO, GARA A VISO APERTO – Primo tempo vivace, ma con poche azioni gol. Si registrano piuttosto conclusioni da fuori area e una ghiotta palla gol per il Pescara nel finale. Al 12′ conclusione centrale di D’Agostino da fuori area e pallone che si spegne a lato alla destra di Agazzi. Al 21′ centrocampista si ripete su sponda di Caraglio, ma la conclusione da fuori di termina a lato. La risposta del Cagliari è affidata ad una palla che al 23′ Cossu, uno dei più vivaci, su punizione dalla sinistra offre ad Avelar che conclude al volo ma senza impensierire Perin.

Ibarbo-ZauriAl 28′ su corner dalla destra palla che arriva sui piedi di Rizzo che non è preciso sulla conclusione. Dopo essere stato ben controllato per mezz’ora Ibarbo si mette in luce, per la prima volta, al 33′ quando su suggerimento di Cossu in area, spalle alla porta trova lo spazio per girarsi, ma non riesce a dare forza alla conclusione rasoterra che viene bloccata a terra da Perin. Quattro minuti dopo conclusione da fuori area di Casarini e Perin blocca in due tempi con qualche piccola apprensione per la difesa biancoazzurra. Il tempo si conclude con la squadra abruzzese che sfiora il gol con Weiss che al 42′ colpisce a giro ma il pallone, con la complicità di un ottimo Agazzi, sbatte sul palo. Nell’occasione determinante il numero uno  della squadra ospite che devia di quel tanto che salva i suoi.

gol Marco SauPARTENZA SPRINT, SAU CHE PRECISIONE! – Cambia l’aria nella ripresa con la squadra sarda che parte subito con il piglio giusto. Al 4′ infortunio muscolare per D’Agostino che lascia il posto a Bjarnason e su corner dalla sinistra il pallone arriva sui piedi di Avelar che conclude di prima intenzione in diagonale, ma Perin è attento. Ibarbo viene spostato a sinistra e questa mossa risulta subito azzeccata visto che permette a Sau di trovare gli spazi giusti per colpire. All’8′ infatti l’attaccante sardo raccoglie di testa il perfetto traversone di Cossu per battere Perin sul primo palo. I biancoazzurri restano scottati dal gol ed all’11’ punizione dalla sinistra di Cossu centrale, ma Perin non si fida della presa e devia sopra la traversa.

Zanon-EkdalANCORA SAU, PESCARA A FONDO – Dopo alcuni minuti di resistenza nell’area biancoazzurra, arriva il raddoppio: siamo al ’16’  quando ancora  Sau spalle alla porta è bravissimo a trovare lo spazio per girarsi e trovare l’angolo giusto per battere Perin. Bergodi si gioca la carta Caprari per un opaco Zanon alzando di molto il baricentro di gioco. Squadra che senza il suo regista tuttavia non riesce a essere ordinata in campo e finisce per far mucchio in avanti con Vukusic che alla mezz’ora prende il posto di un nervoso Blasi. Al 37′ punizione di Weiss per Bjarnason che di testa colpisce a lato alla destra di Agazzi. Troppo poco per poter pensare di far male ai rossoblù abili ad abbassare i ritmi di gioco senza però rinunciare ai veloci contropiedi di Ibarbo. Standing ovation per Cossu e Sau con l’esordio in A dell’interessante neo acquisto Cabrera. Al 44′ punizione di Weiss dalla destra e Caraglio che la sfiora di testa con il pallone che esce di poco alla sinistra di Agazzi. Lo sloveno un minuto dopo perde la testa e con pericoloso intervento sulla trequarti del Cagliari da dietro su Ibarbo si prende il rosso diretto.

contestazione curva nord PescaraTABELLINO:

PESCARA (4-3-1-2): Perin; Zauri, Bocchetti, Bianchi Arce, Zanon (dal 19′ st Caprari); Blasi (dal 30′ st Vukusic), Rizzo, D’Agostino (dal 4′ st Bjarnason); Weiss; Caraglio, Celik. A disposizione: Pelizzoli, Cascione, Capuano, Abbruscato, Modesto, Balzano. All.: Bergodi.

CAGIARI (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Rossettini, Ariaudo, Avelar; Nainggolan, Ekdal (dal 40′ st Eriksson), Casarini; Cossu (dal 26′ st Cabrera); Ibarbo, Sau (dal 36′ st Nenè). A disposizione: Avramov, Anderson, Thiago Ribeiro, Perico, Pinilla. All.: Pulga.

Arbitro: Gervasoni di Mantova

Reti: 8′ st Sau, 16′ st Sau

Ammoniti: Zauri, Zauri, Ekdal, Rizzo, Cabrera, Blasi

Espulso: Weiss al 45′ st

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa.

[Foto di Massimo Mucciante per gentile concessione]

Pescara-Cagliari 0-2: “Sau-spazza tutto”, biancoazzurri a fondo ultima modifica: 2013-02-17T21:28:14+00:00 da Direttore