Pescara: accolta proposta di Acerbo sull’assistenza scolastica

Il Consiglio comunale ha deliberato i fondi dell’ assistenza scolastica per i ragazzi affetti da disabilità

PESCARA- E’ stata assicurata dall’ assessore alle Politiche sociali Guido Cerolini, durante la seduta del Consiglio comunale di ieri mattina 12 luglio che l’amministrazione comunale di Pescara garantirà l’assistenza scolastica ai propri ragazzi affetti da disabilità,intervento presentato dal Consigliere Maurizio Acerbo dopo la revoca del primo bando.

L’assessore illustra come l’amministrazione locale ha subito indetto un secondo bando per una somma complessiva pari a 1milione e mezzo di euro che per un anno consentirà agli studenti delle scuole dell’obbligo di usufruire del servizio di assistenza in classe.

Resta il problema per i ragazzi delle scuole superiori di competenza dell’amministrazione provinciale, la quale sta intercettando i fondi necessari per coprire la spesa e agganciarsi al bando del Comune. Gli amministratori ci tengono a  risolvere l’intera problematica entro il mese di agosto per essere pronti così a settembre con inizio del prossimo anno scolastico.

L’ assessore Cerolini ha ripercorso le tappe della delibera, spiegando che:

Inizialmente l’amministrazione comunale aveva indetto un bando che riguardava l’istituzione del servizio di assistenza scolastica per 230 studenti di Pescara, di cui 95 iscritti negli istituti superiori di competenza della Provincia. Complessivamente il bando prevedeva una spesa pari a 4 milioni e mezzo di euro per il triennio.

Inizialmente il bando ha subito una proroga dei termini per consentirci di applicare la legge 102 del dicembre 2009 che consente alle pubbliche amministrazioni di prevedere il pagamento dei servizi a 180 giorni.

poi ha continuato ricordando:

Lo scorso 21 giugno, però, gli Uffici delle Politiche sociali hanno disposto la revoca totale del bando perché è emerso che non c’era la copertura finanziaria da parte della Provincia, circa 8-900mila euro che per quattro quinti dovrebbero essere garantiti come anticipo e non come rimborso.

A quel punto abbiamo deciso di sospendere la procedura e, temporaneamente, siamo ripartiti con un nuovo bando relativo solo alla copertura del servizio per un anno per gli studenti delle elementari e delle scuole medie, ossia 135 studenti in tutto per la somma di 1milione e mezzo.

Nel frattempo stiamo lavorando con la Provincia e con l’assessore Walter Cozzi per individuare la soluzione più rapida e opportuna per garantire tale servizio anche ai 95 ragazzi delle superiori.

Anche l’assessore alle Finanze Eugenio Seccia,ci ha tenuto a ribadire l’attenzione del Comune di Pescara verso questo delicato tema:

Intanto dopo l’ampia illustrazione delle delibere relative alle due variazioni di bilancio, nel pomeriggio  i due documenti sono stati ritirati per consentire un maggior approfondimento e una piena condivisione delle scelte operate dalla maggioranza di governo e tese, per l’85 per cento, ad incrementare i fondi destinati al sociale, al disagio giovanile e a garantire gli aiuti per le famiglie in condizioni di disagio

Il consiglio comunale nella giornata di ieri ha approvato anche un altro ordine del giorno proposto dal capogruppo di Rifondazione comunista Maurizio Acerbo, in cui si sollecitava la giunta ad effettuare un bando di gara per affidare ai giovani writer la realizzazione autorizzata e legale di opere su mura della città individuate dall’amministrazione cittadina.

Pescara: accolta proposta di Acerbo sull’assistenza scolastica ultima modifica: 2010-07-13T11:34:21+00:00 da Annarita Ferri