L’Aquila, dall’Ordine degli architetti le iniziative sulla ricostruzione pubblica

conferenza stampa ordine degli architettiL’AQUILA – Ieri mattina si è svolta la conferenza stampa indetta dall’Ordine degli Architetti della provincia dell’Aquila per presentare il nuovo assetto istituzionale.Due le  iniziative annunciate :attivazione di un tavolo di confronto sulla ricostruzione pubblica, con tutti gli enti coinvolti, Provveditorato alle opere pubbliche, Regione, Comune dell’Aquila, Usra, Usrc, Università ed enti locali, per accelerare i processi di attivazione delle gare per il recupero degli edifici pubblici, a partire dalle scuole, e la nascita di una scuola di formazione permanente sulla ricostruzione.

“Il primo obiettivo è avvicinare l’ordine agli iscritti con il coinvolgimento delle commissioni tecniche itineranti, che abbiamo istituito e che si riuniranno nelle diverse aree del territorio provinciale”, ha esordito il presidente dell’Ordine, Edoardo Compagnone.

Tema centrale, quello della ricostruzione: “I grossi centri sono stati recuperati al 50%”, ha detto Compagnone, “mentre nelle frazioni la ricostruzione post-sisma fatica ancora a decollare, ma è la ricostruzione pubblica quella che tira il freno, con una normativa farraginosa che imbriglia i cantieri”.

A tal proposito il consigliere con delega ai rapporti istituzionali, Piero Di Piero, ha annunciato “l’immediata attivazione di un tavolo di lavoro e di confronto con tutti gli enti interessati, a partire dal Provveditorato alle opere pubbliche, Comune dell’Aquila e Regione, Usra e Usrc. Un tavolo necessario per individuare le strategie volte ad accelerare il processo di attivazione delle gare per il recupero degli edifici pubblici, in modo da ridare vita al centro storico dell’Aquila. Oltre alle scuole, che sono rimaste al palo, sono emblematici alcuni aggregati come la biblioteca provinciale, la sede della Camera di commercio dell’Aquila e del Convitto nazionale”.

Nel tavolo per la ricostruzione pubblica, che verrà convocato a breve, “verranno individuate procedure più snelle per il processo di espletamento delle gare , reso più complesso dal nuovo codice degli appalti”.

Giuseppe Cimmino, segretario dell’Ordine, ha annunciato la nascita di una scuola di formazione permanente sulla ricostruzione, “che porterà all’Aquila studenti degli istituti superiori da tutta Italia”.

Primo appuntamento, venerdì 13 aprile, con una stage formativo alla scoperta del centro storico. Parteciperanno gli studenti del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Trento, con una visita guidata a palazzo Pascali e all’annesso giardino archeologico, all’aggregato di San Basilio e al Teatro San Filippo.

Il vice presidente degli Architetti, Antonio Del Boccio, ha presentato le commissioni tecniche: “Abbiamo diviso le sezioni in tre macro-categorie: tematiche, tecniche e sociali. Dell’area tematica fanno parte le commissioni lavoro, urbanistica e cultura. Dell’area tecnica le commissioni consulenze tecniche d’ufficio e formazione. Infine il sociale, con la commissione giovani e la nuova commissione pari opportunità”.

Il Consiglio dell’ordine è composto, oltre che dal presidente, Edoardo Compagnone, dal vice presidente, Antonio Del Boccio, Giuseppe Cimmino, segretario, Antonio Bolino, tesoriere, Piero Di Piero, Giuseppe Tempesta, Sara Liberatore, Claudia Compagno, Alessandra Rossi, Danilo Gualtieri e Fabio Arquilla, consigliere junior.

L’Aquila, dall’Ordine degli architetti le iniziative sulla ricostruzione pubblica ultima modifica: 2018-04-11T00:33:55+00:00 da Redazione