Home » Sport » Calcio » Serie B » Modena-Pescara 0-1: Ragusa una volata per la vetta

Modena-Pescara 0-1: Ragusa una volata per la vetta

di Direttore

tifosi-del-Pescara-in-Lanciano-PescaraDecisivo l’esterno biancazzurro con una rete a fine primo tempo

MODENA – Il Pescara lancia la sfida al Palermo e all’Empoli per le prime posizioni della classifica. L’ennesimo successo dei biancazzurri infatti nella partita del Braglia contro il Modena permette alla squadra di Marino di conquistare la terza posizione con l’Avellino e sole tre lunghezze dalla nuova capolista Palermo e da due contro l’Empoli, prossimo avversario di campionato. Squadra che conferma un’ottima solidità difensiva e tanta qualità in mezzo al campo. Nella ripresa Maniero fallisce su rigore l’opportunità di chiudere anticipatamente la partita sempre tenuta in pugno dal Delfino ,che ha rischiato qualcosa solo nel primo quarto d’ora della ripresa.

COSÌ IN CAMPO – Novellino propone il 3-5-2 con due dubbi risolti in extremis ovvero Dalla Bona prefetito all’ex Sassuolo Bianchi nel ruolo di mediano e Mangni a Mazzarani in avanti a far coppia con Babacar. In difesa Zoboli, Potenza e Manfrin; a centrocampo sulla mediana Dalla Bona, larghi Molina e Garofalo con Signori e Salifu centrali.

Marino deve ancora fare a meno di Cosic in difesa, dei centrocampisti Rizzo, Nielsen e Viviani mentre si rivedono in panchina Pelizzoli e Mascara non convocato. Una sola novità nel 3-4-3 con Cutolo preferito a Politano: difesa Zauri, Schiavi e Capuano; a centrocampo esterni Balzano e Rossi con Zuparic ad accompagnare Brugman; in avanti Ragusa, Maniero e l’eroe della sfida con il Padova, Aniello Cutolo.

CUTOLO CHE OCCASIONE IN AVVIO – Primo tempo condizionato del terreno di gioco che in più occasioni non ha favorito lo spettacolo. Infatti sono state poche le occasioni di gioco pericolose anche se subito in avvio al 6′ arriva una clamorosa palla gol per il Pescara con Cutolo che servito in area da Maniero sul filo del fuorigioco colpisce a lato con la punta del piede. Difesa biancazzurra molto alta e squadra compatta pronta a ripiegare e a ripartire in contropiede in particolare sulla sinistra con Rossi e Ragusa e sulla destra con qualche sortita di Cutolo. Novellino deve rinunciare a due sue pedine nei primi 20 minuti di gioco: prima al 14′ è Signori dopo un contrasto di gioco ad avere la peggio e a lasciare il posto a Burrai, quindi sei minuti dopo Salifu che lascia il campo a Bianchi. Nel mezzo uno spunto al 17′ di Ragusa con una conclusione centrale dal limite un pò smorzata che non crea apprensioni al numero uno di casa e al 20′ un’azione ben orchestrata dai biancazzurri sulla sinistra con Rossi che pesca centralmente Balzano che prova di prima intenzione da fuori area ma la palla viene bloccata a terra da Pinsoglio.

Il Modena si fa apprezzare in particolare con Mangni al 23′ con una conclusione centrale dai 30 metri e palla che viene bloccata a terra senza problemi da Belardi quindi al 31′ quando sulla sinistra in area aggira Zauri e in diagonale, da posizione defilata, sfiora il secondo palo alla sinistra di Belardi. Alla mezz’ora spunto sulla sinistra di Ragusa che sfugge alla marcatura di Zoboli e dal fondo la mette al centro per Maniero, anticipato dall’uscita sul primo palo di Pinsoglio mentre sulla destra al 44′ spunto di Cutolo che serve al centro dal limite Maniero che conclude debole e centrale.

RAGUSA CHE VOLATA – Il tempo si chiude nel migliore dei modi per il Delfino che in pieno recupero trova la rete del vantaggio con Ragusa, che recupera sulla propria trequarti campo una palla a Molina e sulla sinistra si invola vincendo il contrasto con Manfrin, con la squadra di casa sbilanciata. L’esterno biancazzurro indisturbato entra in area e a tu per tu con Pinsoglio prima lo mette al sedere e sempre con il destro la tocca morbida centrale a scavalcare l’estremo difensore gialloblù.

DUE SPUNTI GIALLOBLU’ – Avvio di tempo a favore  della squadra padrona di casa che ha due buone occasioni: la prima al 5′ con Molina che pesca in area Babacar abile a superare Capuano, ma sfortunato nella conclusione di diagonale di destro in area che fa la barba al palo opposto uscendo alla destra di Belardi che si era proteso in tuffo. Qunidi al 12′ cross di Garofalo dalla sinistra per Dalla Bona che di testa in area sul primo palo sfiora la rete con Capuano che con la schiena devia in corner. Al 16′ Novellino si gioca la sua ultima carta togliendo dal campo Dalla Bona per Mazzarani che a sorpresa era partito dalla panchina. Break del Pescara (rispetto alla prima frazione di gioco ha arretrato di molto il baricentro di gioco) sulla destra al 20′ con Ragusa che supera Zoboli costretto a stenderlo per evitare che l’avversario possa entrare in area. Sulla successiva punizione Brugman conclude centrale su Pinsoglio. Dall’altra parte Marino si gioca il primo cambio togliendo uno stanco Cutolo per Politano.

MANIERO ALTRO ERRORE SUL DISCHETTO – Al 34′ rigore per il Pescara: percussione sulla sinistra di Rossi che la mette a centro area per Maniero che spalle alla porta viene atterrato da Zoboli che lo falcia ingenuamente. Sul dischetto Maniero calcia clamorosamente alle stelle sotto la curva dei supporters biancazzurri, giunti numerosi al Braglia. Nuova palla per il raddoppio del Pescara con la fuga sulla sinistra di Brugman che in velocità si beve Burrai e serve in profondità Politano: l’esterno biancazzurro al limite dell’area viene chiuso in sandwich da Pinsoglio e un difensore avversario con il pallone che non arriva al compagno libero sulla sinistra. Il neo entrato Sforzini al 42′ sfiora la marcatura di testa su punizione dalla sinistra di Politano, ma l’arbitro fischia un fallo in attacco. Risposta debole dei gialloblù al 44′: Molina serve in area Mazzarani che in torsione di terza colpisce centralmente con palla che termina tra le braccia di Pelizzoli.

TABELLINO:

MODENA (3-5-2): Pinsoglio; Zoboli, Potenza, Manfrin; Molina, Signori (dal 14′ pt Burrai), Dalla Bona (dal 16′ st Mazzarani), Salifu (dal 20′ pt Bianchi), Garofalo; Babacar, Mangni. A disposizione: Manfredini,  Cionek,  Belloni, Gozzi, Nardini, Stanco. Allenatore: Walter Novellino.

PESCARA (3-4-3): Belardi; Zauri, Schiavi, Capuano; Balzano, Zuparic, Brugman, Rossi; Cutolo (dal 25′ st Politano), Maniero (dal 36′ st Sforzini), Ragusa. A disposizione: Pelizzoli, Piscitella, Bocchetti, Fornito, Kabashi, Selasi, Padovan. Allenatore: Pasquale Marino.

Arbitro: Pairetto

Reti: 46′ pt Ragusa

Ammoniti: Zoboli, Molina, Schiavi

Recupero: 3 minuti di recupero nel primo tempo e nella ripresa

NOTE: al 35′ st Maniero calcia un rigore sopra la trasversa.

Modena-Pescara 0-1: Ragusa una volata per la vetta ultima modifica: 2013-12-26T16:53:54+00:00 da Direttore