Lanciano-Real Marcianise 1-2: Romano-Manco e lo spettro dei play-out

LANCIANO (CH) – La Virtus si è presentata al Biondi con le defezioni del portiere titolare Chiodini (difficile riesca a recuperare prima della fine dell’ attuale campionato) e di Vastola (infortunatosi nel posticipo ad Andria); naturalmente non ha fatto parte dei 18 Zeytulaev, ma questa non è una novità. Il Real Marcianise ha sostituito in difesa lo squalificato Murolo con Porpora.

La Virtus ha iniziato la gara con un 4-3-3, Colussi è stato schierato al centro dell’attacco sostenuto sugli esterni da Improta a destra e Sansone a sinistra (nel finale di tempo invertiranno le fasce di competenza). A centrocampo al fianco di Sacilotto e Di Cecco nel primo tempo ha giocato Amenta. In difesa out Vastola, spazio a Colombaretti. Nel secondo tempo si è tornati al 4 – 4 – 2 con l’ ingresso di Turchi al posto di Amenta e Masini al posto di Improta.

La squadra ospite invece si è schierata con un 4 – 2 – 3 – 1 e dobbiamo dire che non ha mai fatto barricate, anzi ha spesso preso l’ iniziativa cercando di far male agli avversari e di impostare il gioco.

Dopo una occasione (colpo di testa) sbagliata da Colussi (salvataggio sulla linea di Ciano) la gara si era praticamente “addormentata”, ma un gesto tecnico di Romano (tiro da oltre 40 metri) ha indirizzato la contesa a favore degli ospiti. Pochi minuti dopo c’è stato il raddoppio di Manco che la letteralmente “spezzato” le gambe ad una Virtus troppo “molle”.

L’ uno – due è stato un colpo tremendo per una squadra senza cuore e senza grinta, troppe volte sopravvalutata dagli addetti ai lavori, ma che se leggiamo bene la rosa a disposizione con anche le rose delle altre formazione ci accorgiamo essere poca cosa rispetto alle prime otto del girone. Ci saranno anche buoni giocatori ma se non hanno “fame” in questo campionato non si va da nessuna parte.

Naturalmente contro questo Marcianise ci si doveva e ci si poteva aspettare di più. La sconfitta di oggi, l’attuale un umore sotto i tacchi, un ambiente demotivato ed il caso Potenza (la Virtus aveva vinto sul campo entrambe le gare) fanno intravedere la possibilità della disputa dei play out per la squadra Frentana. Emblematico i cori della curva di casa che a fine gara dicevano alla propria squadra: “voi non siete il Lanciano calcio”.

Per un attacco sterile come quello del Lanciano (l’assenza di un vero bomber pesa come un macigno su questa rosa) non sono bastati neanche i 15 calci d’ angolo battuti oggi per cercare di raddrizzare questo match. Ed è poi stato inutile e troppo tardivo l’ “assalto” degli ultimi minuti, ci si doveva “svegliare” prima.

L’ assenza di mister Pagliari sulla panchina è costata cara ai rosso-neri, infatti dopo la sua espulsione contro la Valle del Giovenco è arrivato il pari ospite della quadra Marsicana e nelle due giornate di squalifica sono arrivate due sconfitte, speriamo che la sosta e la grinta e la tenacia del tecnico Marchigiano possano raddrizzare la situazione che inizia a farsi preoccupante.

D’ altro canto il Marcianise si è dimostrata una squadra di categoria, con giocatori che lottano su ogni pallone e molto ben messa in campo. La squadra Campana è uscita tra gli applausi dei pochi spettatori presenti oggi al Biondi. Saranno anche pochi gli spettatori del Biondi, ma questa è stata la sesta sconfitta casalinga della squadra della famiglia Maio.

PAGELLE:

VIRTUS LANCIANO:

Aridità 4,5 si fa trovare fuori dai pali in occasione del vantaggio ospite, l’ episodio condiziona tutta la gara, incolpevole sul secondo gol, poi alcuni buoni interventi;
Colombaretti 5 poco preciso negli affondi e sul secondo gol non riesce a contrastare efficacemente Manco;
Mammarella 5 sbaglia diversi facili appoggi, non affonda mai in avanti, in calo;
Oschadogan 6 uno dei pochi che lotta, prova anche a raddrizzare la gara, ma non è un bomber;
Antonioli 5 non è il calciatore che la piazza Frentana si aspettava, voto ad un intero campionato…mediocre;
Di Cecco 5 il capitano non è in giornata, spesso nervoso non illumina mai il gioco,
Improta 5 mai pericolo, giustamente sostituito;
dal 46′ Masini 6 realizza su rigore la rete della speranza, prova diverse conclusioni, ma è poco pericoloso;
Sacilotto 6 l’ unico che cerca di ragionare, sembra predicare nel deserto;
dal 66′ Aquilanti 6 ci mette il cuore non cambia l’ esito del match;
Colussi 5 gioca spesso spalle alla porta, irritanti alcuni suoi errori e poi per mettere dentro un pallone deve avere una decina di occasioni, spuntato;
Amenta 5 troppo nervoso, gira a vuoto, giustamente sostituito;
dal 46′ Turchi 6 sulla destra prova a dare vivacità alla gara, sfortunato o poco preciso nelle conclusioni;
Sansone 5,5 sempre braccia in alto per “rammaricarsi” per occasioni sprecate, ma se le sbaglia dovrebbe forse farsi un mea culpa;

REAL MARCIANISE:

Fumagalli 7 decisivo in più di una occasione, portiere di categoria;
Ciano 6,5 nel primo tempo annulla Improta, nel secondo limita Sansone e si permette anche di affondare in avanti;
Toni 6 soffre Turchi nel secondo tempo ma non sfigura;
Alfano 6,5 mediano concreto, recupera diversi palloni;
Filosa 6,5 riesce a contenere Colussi, esce per infortunio;
dal 54′ Dapice 6 fa muro nel finale;
Porpora 6 difensore centrale che bada al sodo, ma in queste categorie e quello che serve;
Manco 7 ha il merito di chiudere il match con una incursione sulla destra, nella sua squadra è uno dei giocatori con maggiore tecnica;
D’ Ambrosio 6,5 raddoppia e pressa porta legna in cascina;
Galizia 6 quasi mai pericoloso, spesso torna a centrocampo per creare superiorità numerica;
dal 78′ Tedesco senza voto;
Poziello 6,5 il capitano è utile sia in avanti che a centrocampo, corre tanto, buona prova;
dal 65′ Della Ventura 6 soffre nel finale ma è utile alla causa;
Romano 7 segna un gol d’ astuzia, gara d’ autore per uno dei migliori tecnicamente della squadra ospite;

TABELLINO:

Virtus Lanciano (4-3-3 nel primo tempo e 4 – 4 – 2 nel secondo tempo): Aridità, Colombaretti, Mammarella, Oschadogan, Antonioli, Di Cecco, Improta (dal 46′ Masini), Sacilotto (dal 66′ Aquilanti), Colussi, Amenta (dal 46′ Turchi), Sansone.
Allenatore: Di Fabio (Dino Pagliari ha scontato la seconda ed ultima giornata di squalifica).
A disposizione: Bellucci, Coppini, Moi, Sinigaglia.

Marcianise (4-2-3-1): Fumagalli, Ciano, Toni, Alfano, Filosa (dal 54′ Dapice), Porpora, Manco, D’ Ambrosio, Galizia (dal 78′ Tedesco), Poziello (dal 65′ Della Ventura), Romano.
A disposizione: Mezzacapo, Di Napoli, Alvino, Montanari
Allenatore: Montefusco, per la squalifica contemporanea di Boccolini e Urso, rispettivamente primo e secondo allenatore.

Arbitro: il sig. Borracci di San Benedetto.

Marcatori: al 23′ Romano, al 26′ Manco e all’ 88′ Masini.

Recupero: 1′ nel primo tempo e 5′ nel secondo tempo.

Angoli: 15 per la Virtus e 0 per il Marcianise.

Ammoniti: Di Cecco ed Amenta nel Lanciano e Tedeschi nel Marcianise.

NOTE: Spettatori 1.000 circa, di cui 507 abbonati, con una decina di ospiti presenti in curva nord. Terreno di gioco in discrete condizioni, cielo velato con temperatura di circa 15 gradi e vento debole da sud-ovest. I rossoneri hanno giocano senza il sostegno degli ultras della curva sud, che hanno protestato contro la questura per il provvedimento di diffida nei confronti di due tifosi rossoneri che avevano realizzato uno striscione all’interno degli spazi antistanti la curva nord del Guido Biondi.

CRONACA:

10′ calcio d’ angolo di Mammarella colpo di testa di Colussi a botta sicura (da distanza ravvicinata), sulla linea salva di petto Ciano.
23′ gol di Romano da oltre 40 metri, tiro di prima intenzione dell’esterno che sorprende Aridita’ colpevolmente fuori dai pali.
27′ raddoppio del Marcianise con Manco (con azione sulla destra) al termine di un’azione rifinita da Poziello.
35′ punizione guadagnata da Sansone, da 30 metri Oshadogan calcia di poco a lato.
37′ Colombaretti ci prova di testa, ancora corner per i rossoneri.
42′ tiro di Romano al termine di una ripartenza veloce fuori di poco.
45′ sforbiciata di Amenta (dal vertice destro dell’ area piccola) imbeccato da Sansone (sceso sulla sinistra) in area di rigore, la palla finisce alta sulla traversa.

52′ spizzata di Colussi, Masini prova un controllo difficile, ma la palla finisce sul fondo.
57′ tiro di prima intenzione di Masini su lancio di Colombaretti, palla di poco a lato.
62′ ripartenza veloce del Real Marcianise che porta al tiro in area di rigore di Poziello: esterno della rete.
64′ tiro al volo di Colussi su sponda di Masini: palla alta sulla traversa.
76′ Aquilanti per Turchi: l’esterno destro colpisce al volo, palla di pochissimo sulla traversa.
81′ bella giocata di Aquilanti a centrocampo: veronica e lancio per Turchi che mette al centro, sulla palla si avventa Sansone, ma Ciano lo contrasta con efficacia.
86′ occasionissima della Virtus con Colussi (dopo aver saltato un paio di avversari) che arriva a tirare da pochi metri, Fumagalli salva il risultato e mettendo in angolo. Aridita’ blocca in due tempi
88′ rigore per la Virtus Lanciano: fallo di D’Apice su Oshadogan sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Masini realizza sulla sinistra di Fumagalli.
90′ la Virtus sfiora il pareggio con Sansone: tiro di sinistro di poco alto sulla traversa.
93′ cross di Sansone, colpo di testa in tuffo di Oshadogan alto sulla traversa di poco.
95′ il tiro di Turchi dal vertice destro termina a lato di poco.

Lanciano-Real Marcianise 1-2: Romano-Manco e lo spettro dei play-out ultima modifica: 2010-03-22T12:19:32+00:00 da Gianluca De Vincentiis