Il “Premio Internazionale Cicognini 2018” a Manuel De Sica e Umberto Scipione

Lucia De Sica, Davide Cavuti, Umberto ScipioneA Roma la  Sala Trevi gremita per la manifestazione dedicata al grande compositore  francavillese Alessandro Cicognini

ROMA –  Il 9 novembre 1995 scompariva a Roma il francavillese Alessandro Cicognini, uno dei capostipite della musica da film a livello mondiale: il celebre compositore che ha vissuto a Francavilla al Mare fino agli anni Ottanta, per lungo tempo dimenticato dalle istituzioni, ha avuto in questi ultimi anni l’omaggio che merita. La riscoperta dell’illustre personaggio figlio del nostro Abruzzo è dovuto ad un altro francavillese doc, il maestro Davide Cavuti, compositore cinematografico per registi quali Michele Placido, Pasquale Squitieri, Giorgio Albertazzi, Lino Guanciale, che da anni è attivo nell’opera di ricerca e divulgazione delle opere del Maestro Cicognini.

Una delle iniziative ideate e realizzate dal Maestro Cavuti, il “Premio Internazionale Cicognini 2018”, si è tenuta lo scorso 7 novembre, nella prestigiosa  “Sala Trevi” del “CSC – Cineteca Nazionale” di Roma: quest’anno il riconoscimento è stato assegnato al Maestro Umberto Scipione (autore di colonne sonore quali “Benvenuti al sud”, “Benvenuti al Nord”, “Sotto una buona stella” etc.) e al Maestro Manuel De Sica (alla memoria).

La kermesse, che annovera tra i vincitori delle passate edizioni la cantante Gloria Gaynor e il Premio Oscar® Ennio Morricone, è stata condotta dall’attrice Ottavia Fusco Squitieri e seguita da un numeroso pubblico di addetti ai lavori e di appassionati con l’organizzazione a cura del “Centro Ricerche e Studi Nazionale Alessandro Cicognini” (“Cresnac”) in collaborazione con il “Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma”, la “Cineteca Nazionale” e il comune di Francavilla al Mare.

«È un onore per me consegnare il riconoscimento a Umberto Scipione, compositore di  colonne sonore di successo per film diretti da Carlo Verdone, Alessandro Siani, Luca Miniero – ha dichiarato il maestro Davide Cavuti, presidente del “Premio Internazionale Cicognini” –  Un riconoscimento alla memoria di Manuel De Sica, per la straordinaria produzione artistica e per l’umanità; Con il Maestro De Sica – continua Cavuti – ho avuto la fortuna di condividere l’esperienza della realizzazione del  film “L’altro Adamo” di Pasquale Squitieri di cui ho composto la canzone originale interpretata da Ottavia Fusco. Scipione e De Sica hanno conosciuto personalmente il Maestro Cicognini ed entrambi hanno partecipato al lavoro di divulgazione dell’opera di un illustre  personaggio abruzzese per troppi  anni dimenticato dalle istituzioni».

Alla cerimonia di premiazione, che è iniziata con una video-sigla con le immagini di “Ladri di Biciclette” (regia di Vittorio De Sica e musiche del Maestro Cicognini) hanno partecipato numerosi personaggi del mondo della cultura e del cinema quali l’attore Lino Capolicchio, amico di lunga data di Manuel De Sica e protagonista del film vincitore del Premio Oscar “Il giardino dei Finzi Contini” di Vittorio De Sica; in platea erano presenti, inoltre, gli attori Pino Ammendola, oltre alla moglie del compositore Maria Lucia Langella De Sica, Andrea De Sica (figlio di Manuel e regista e compositore) il compositore Lino Patruno, che ha omaggiato il genio di De Sica con un filmato in cui il compositore raccontava del suo approccio con la musica da film, con aneddoti riguardanti la sua famiglia, il papà Vittorio e il fratello Christian.

Dopo la consegna dei riconoscimenti, è stato proiettato il film “Un’avventura romantica” diretto da Davide Cavuti sulla vita del celebre compositore, già presentato alla “Mostra del cinema di Venezia 2016”, al “Festival del Cinema de L’Havana a Cuba”  e vincitore di numerosi riconoscimenti tra cui il “Pegaso d’oro” al “Premio Flaiano” 2017.

«È con estremo piacere che collaboriamo al “Premio Internazionale Cicognini” e con l’istituzione “Centro Studi Nazionale Cicognini” diretta dal maestro Davide Cavuti – ha dichiarato Felice Laudadio, presidente della “Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia” di Roma – La valorizzazione delle opere di  personaggi  come il maestro Alessandro Cicognini , autore di un patrimonio musicale inestimabile per il cinema italiano, passa anche attraverso iniziative di questo tipo, idee propositive che meritano un plauso dal mondo dell’arte e della cultura».

Davide Cavuti ha fondato il “Centro Studi Nazionale Cicognini” intitolato al celebre compositore abruzzese, nel 2011. Da allora, grazie alle attività intraprese dal compositore e regista francavillese, il nome di Alessandro Cicognini è tornato alla ribalta sui più prestigiosi palcoscenici italiani e internazionali: l’esecuzione di brani del celebre compositore si è tenuta anche alla “Camera dei Deputati” nel 2016 e al “Festival del Cinema di Venezia”, al “Festival del Cinema di Cuba”, ed in molti teatri coinvolgendo stelle del cinema e della cultura tra cui i Premio Oscar® Luis Enriquez Bacalov, Ennio Morricone, il compositore Stelvio Cipriani, gli attori Michele Placido, Sergio Rubini, Ugo Pagliai, Lino Guanciale, Edoardo Siravo, Giorgio Pasotti ma anche gli indimenticati Giorgio Albertazzi e Pasquale Squitieri che hanno offerto la loro collaborazione per ricordare un grande figlio della nostra terra.
E proprio nella città di Francavilla, dove il compositore Cicognini trascorse la sua adolescenza nella villa “La Romita” di fronte al “Convento” del pittore Francesco Paolo Michetti e dove mantenne la sua residenza fino agli anni ’80, si terrà la nona edizione del “Festival Cicognini” all’interno di Palazzo Sirena, dal 23 al 26 gennaio 2019.

Il “Premio Internazionale Cicognini 2018” a Manuel De Sica e Umberto Scipione ultima modifica: 2018-11-10T23:50:33+00:00 da Redazione