Giulianova-Pescara 1-1: pari giusto, giallorossi gagliardi ed intraprendenti

saluto alla curva ovest a fine gara

GIULIANOVA – Termina con un pareggio l’atteso derby abruzzese tra Pescara e Giulianova, ma a recriminare è soprattutto la squadra di Bitetto, a lungo padrona del campo e che ha portato in moltissime occasioni lo scompiglio nell’area pescarese. Un derby che ha visto un Giulianova gagliardo ed intraprendente che fin dall’inizio ha provato a creare pericoli alla porta di Pinna, mentre i biancoazzurri escono dal Fadini con una prestazione sottotono, complice anche l’espulsione a fine primo tempo e la scarsa vena di molti big.

Ti aspetti un Pescara all’arrembaggio ed invece è il Giulianova a rendersi pericoloso in 2 occasioni nei primi 10 minuti: al 4’ Pinna respinge un’insidiosa punizione di Croce ed all’ 8’ l’estremo biancoazzurro devia in corner una conclusione dalla destra di Campagnacci. Per attendere il primo squillo pescarese bisogna arrivare al 17’ con Zizzari che non sfrutta a dovere un bel cross di Medda. Al 19’ giallorossi vicinissimi al gol: Melchiorri dalla sinistra resiste al ritorno di Romito e serve Croce, il centrocampista appoggia a Carbonaro il quale dai 20 metri lascia partire un destro a girare che sfiora il palo.

sciopero tifosi giulianova primo tempo

E’ un Giulianova in piena salute, il Pescara è sorpreso dall’atteggiamento intraprendente dei giovani ragazzi giuliesi ed al 23’ Campagnacci sfiora il gol con un altro colpo di testa sugli sviluppi di un corner, palla di poco alta. I ritmi calano, ma gli ultimi 10 minuti sono emozionanti e riservano parecchie sorprese.

Al 39’ l’episodio che potrebbe cambiare la gara: il Giulianova ruba palla a centrocampo, un giocatore pescarese rimane a terra, ma gli uomini di Bitetto continuano senza buttare la sfera fuori ed il tiro di Carbonaro è parato facilmente da Pinna. L’azione sembra finita, ma quando Mengoni sferra una manata a Carbonaro, l’arbitro decide di assegnare il rigore al Giulianova espellendo il centrale pescarese, tra lo stupore generale di giocatori e pubblico. Sul dischetto Croce si lascia ipnotizzare da Pinna (secondo penalty sbagliato per lui dopo quello fallito a Foggia.).

esultanza dopo il pareggio di Garaffoni

Il primo tempo sembra destinato a concludersi sullo 0-0, ma al 44’ arriva la doccia fredda del vantaggio pescarese: cross di Bonanni dalla sinistra, difesa giuliese impreparata e Zizzari insacca l’incolpevole Dazzi. Un’ultima emozione la regala Vinetot che di testa manda la palla a colpire la traversa.

Nel secondo tempo il copione non cambia, Giulianova che attacca, Pescara che si difende vista l’inferiorità numerica. La lucidità non può essere quella del primo tempo, ma le occasioni non mancano: al 18’ Pinna si supera su una conclusione di Melchiorri ben servito in profondità; al 22’ ed al 28’ è Dezi a sprecare due ghiottissime palle-gol, una prima volta calciando malamente a lato ed una seconda tirando alto dopo la precedente conclusione di Campagnacci respinta dalla difesa; al 38’ è ancora Pinna a compiere un’autentica prodezza su un diagonale di Carbonaro.

Sembra una di quelle classiche giornate in cui la palla non vuole entrare ed in cui la squadra che perde prende in platonici applausi, mentre i 3 punti vanno all’avversario. Al 42’ arriva invece il tanto sospirato pareggio: Garaffoni è lesto a ribadire in rete la perfetta correzione di testa Vinetot sugli sviluppi di un angolo. E’ un gol realizzato in co-abitazione dai 2 centrali giuliesi, veri baluardi della difesa lo scorso anno. Dopo la rete il Pescara prova con le residue forze a gettarsi in avanti, ma le due conclusioni di Artistico sono del tutto velleitarie.

Alla fine dell’incontro un pareggio che va stretto ai giallorossi, squadra forse troppo giovane per la categoria, ma che si sta togliendo diverse soddisfazioni. E domenica c’è il Portogruaro, sorpresa di questo girone, che in attesa del posticipo Verona-Ternana si stanzia al primo posto. Ma con questo spirito ci sono buone probabilità di far bene.

TABELLINO:

GIULIANOVA-PESCARA 1-1

GIULIANOVA (4-3-3): Dazzi; Sosi, Garaffoni, Vinetot, Migliore; Dezi (30’ st Carratta), Croce (43’ st Iachini) Del Grande (31’ st Di Matteo); Carbonaro, Melchiorri, Campagnacci.
A disposizione: Buono, Donato, Lieti, Panetta. All.: Bitetto

PESCARA (4-4-2): Pinna; Medda, Mengoni, Romito, Petterini; Carboni (5’ st Zanon), Dettori, Tognozzi, Bonanni (13’ st Coletti); Zizzari, Sansovini (23’ st Artistico).
A disposizione: Prisco, Zappacosta, Verratti, Ganci. All.: Cuccureddu

Arbitro: Carbone di Napoli; Assistenti: Falanga e Ciampa di Torre del Greco

RETI: Zizzari al 44’ pt, Garaffoni al 42’ st

NOTE: giornata calda e soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni; ammoniti: Petterini, Garaffoni, Romito, Zizzari, Artistico; espulso: Mengoni al 39’ pt per aver rifilato una manata a Carbonaro; Pinna ha respinto al 41’ il calcio di rigore di Croce; calci d’angolo: 6-2 per il Giulianova; recupero: 4’ pt, 5’ st; spettatori presenti: 3325, quasi 1000 provenienti da Pescara per un incasso di 38118 euro.

Giulianova-Pescara 1-1: pari giusto, giallorossi gagliardi ed intraprendenti ultima modifica: 2009-09-20T22:15:42+00:00 da Alex Di Paolo