Giulianova, i sindaci concordano sul riequilibrio tra pubblico e privato nel Piano Operativo Sanitario

Ribadita da Mastromauro la necessità di privilegiare le strutture pubbliche su quelle private

GIULIANOVA (TE) – Si è svolta ,ieri, la riunione dei sindaci relativamente al  Piano Operativo Sanitario,indetta dal sindaco Francesco Mastromauro nella   Sala convegni dell’Ospedale civico “Maria Ss. dello Splendore” dove si sono ritrovati  operatori sanitari, medici, sindacalisti ed amministratori pubblici.

Presenti i sindaci, o loro delegati, di Civitella del Tronto, Sant’Omero, Bellante, Tortoreto, Nereto, Martinsicuro, Castelli, Morro d’Oro, Mosciano Sant’Angelo, Alba Adriatica, Pietracamela, Notaresco, Montorio al Vomano, Controguerra ed Atri, ed affiancato dal sindaco di Teramo e presidente del Comitato ristratto dei sindaci Maurizio Brucchi, il sindaco Mastromauro ha ribadito la necessità che le strutture private facciano qualche sacrificio in più a beneficio di quelle pubbliche perchè, ha detto il sindaco

non si possono alimentare i privilegi del privato, né permettere che facciano concorrenza con i soldi pubblici. Se bisogna fare una dieta dimagrante, allora questa dieta non deve essere a carico del privato cittadino.

Sulla necessità del riequilibrio tra pubblico e privato, e dunque che tale riequilibrio sia contemplato dal Piano Operativo Sanitario, tutti si sono trovati d’accordo: una rivisitazione in tal senso verrà portata all’attenzione del prossimo Tavolo tecnico provinciale.
L’iniziativa del sindaco Mastromauro, e il suo invito a “fare squadra”, hanno riscosso grande apprezzamento: unanime la decisione, infatti, di ripetere prossimamente questo incontro, giudicato assai proficuo.

Giulianova, i sindaci concordano sul riequilibrio tra pubblico e privato nel Piano Operativo Sanitario ultima modifica: 2010-08-03T20:59:38+00:00 da Gulizia Leonello