Home » Attualità » Coronavirus in Abruzzo, gli aggiornamenti del 3 agosto: +9 nuovi casi

Coronavirus in Abruzzo, gli aggiornamenti del 3 agosto: +9 nuovi casi

di Marina Denegri

covid19 lunedì

Notizie del 3 agosto sul Covid-19 in Abruzzo e dati e bollettino: restano 16 i pazienti ricoverati in ospedale, 1 in terapia intensiva

REGIONE – Lunedì 3 agosto 2020 prosegue l’informazione sul canale Abruzzonews. Andiamo a vedere quali sono le principali notizie in Regione e i dati dell’emergenza Coronavirus. Il bollettino ufficiale del Servizio Prevenzione e Tutela della Salute dell’Assessorato regionale del 31 luglio parlava di 5 nuovi casi. 13 pazienti erano ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 in terapia intensiva, mentre gli altri 97 erano in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nel numero dei casi positivi erano compresi anche 472 pazienti deceduti; 2799 dimessi/guariti. I positivi erano 111.  Il prossimo bollettino sarà emesso lunedì 3 agosto 2020.

Il bollettino ufficiale del Ministero della Salute parlava di 2 nuovi casi. 16 pazienti erano ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 in terapia intensiva, mentre gli altri 99 erano in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nel numero dei casi positivi erano compresi anche 472 pazienti deceduti; 2800 dimessi/guariti. I positivi erano 116

NOTIZIE SUL CORONAVIRUS GIORNO PER GIORNO

BOLLETTINO CORONAVIRUS IN ABRUZZO, I DATI DEL 3 AGOSTO 2020

Disponibile il bollettino ufficiale del Servizio Prevenzione e Tutela della Salute dell’Assessorato regionale. In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 3398 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, dall’Istituto Zooprofilattico di Teramo, dall’Università di Chieti e dal laboratorio dell’ospedale dell’Aquila.

Rispetto a ieri si registrano 9 nuovi casi.

16 pazienti (-1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 107 (+8 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 472 pazienti deceduti (invariato rispetto a ieri); 2802 dimessi/guariti (+1 rispetto a ieri, di cui 8 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 2794 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 124, con un aumento di 8 unità rispetto a ieri.

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 130877 test.

Del totale dei casi positivi, 260 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+1 rispetto a ieri), 843 in provincia di Chieti, 1628 in provincia di Pescara (+8 rispetto a ieri), 640 in provincia di Teramo, 27 fuori regione.

AGGIORNAMENTO NEWS

Secondo il Ministero della Salute i nuovi casi erano 239;  i decessi 8. I soggetti ricoverati in terapia intensiva erano 42, 708 quelli ricoverati con sintomi, 11.706 quelli in isolamento domiciliare.

L’ordinanza firmata il primo agosto dal ministro Speranza impone l’obbligo delle mascherine fino al 15 agosto in tutti i luoghi chiusi accessibili al pubblico, dai treni ai negozi. Ma gira voce che il dpcm che sarà adottato la prossima settimana potrebbe prorogare il termine.

Massimo Galli, primario infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano e past president della Società italiana di Malattie Infettive (Simit) sull’ipotesi di una nuova proroga dopo Ferragosto ha dichiarato all’Ansa che se si tiene conto dei numeri, della presenza dei focolai e di possibili immissioni dall’estero “un’indicazione prudenziale è il minimo del dovuto. Cerchiamo per favore di essere ancora molto prudenti”.

Coronavirus in Abruzzo, gli aggiornamenti del 3 agosto: +9 nuovi casi ultima modifica: 2020-08-03T15:44:27+00:00 da Marina Denegri