Concerto dei Laura Live – Tribute Band: domani a Francavilla al Mare

Intervista con Nunzia Petrillo, cantante ed anima del progetto

FRANCAVILLA LA MARE (CH) – “Laura Live – Tribute Band Laura Pausini” è l’originale progetto portato avanti dalla cantante Nunzia Petrillo che ha scelto di rendere omaggio con i suoi musicisti alla nostra cantante più famosa al mondo. Cura certosina nelle sonorità, nel look ed anche nelle movenze, attenzione ad ogni minimo dettaglio per riproporre al meglio lo spettacolo di Laura Pausini: queste le caratteristiche degli show dei Laura Live.

Nunzia Petrillo è la cantante, ma soprattutto l’anima di questa band che non è un semplice tributo, ma molto di più: nei live infatti è bello poter ritrovare sì le atmosfere di Laura, ma anche sfumature frutto della passione e bravura dei musicisti che accompagnano Nunzia in questa avventura affascinante.

Walter Manieri (chitarra), Siro Girinelli (basso), Tiziano Cantagallo (batteria), Dario Secondino (tastiere): un gruppo affiatato in grado di riproporre il repertorio della Pausini con grande professionalità, viste le numerose esperienze accumulate negli anni dei singoli nell’ambiente musicale.

Walter suona dal 2001, è chitarrista, arrangiatore e compositore, collabora con svariati gruppi e artisti locali tra i quali Riccardo Polidoro e Graziano Romani. Siro ha impugnato il basso all’età di 14 anni e non lo ha più lasciato suonando con tante formazioni. Tiziano è un amante sia del pop che del rock e spazia con disinvoltura da i Pink Floyd (Paintbox) a Laura Pausini (LauraLive). Dario ha girato il mondo con Mauro Masè (cover Lucio Battisti), è stato in tour in Italia con Tony Dallara e varie orchestre spettacolo.

I Laura Live saranno al Siren’s Corner domani sera. Le origini del gruppo, progetti attuali e futuri nelle parole di Nunzia Petrillo.

Come nasce la band e perché la scelta di fare un tributo proprio a Laura Pausini?

R – Conoscevo già il bassista e il chitarrista, due miei vecchi compagni di scuola, che poi hanno anche trovato gli altri componenti del gruppo. Parlando con loro della passione per il rock ed il pop abbiamo scelto la Pausini perché è la cantante italiana più conosciuta al mondo. Se ascoltiamo i suoi brani su disco e nei live sono differenti: in concerto assumono un taglio molto più rockeggianti. Nelle nostre serate riproponiamo queste ultime versioni aggiungendo magari qualche nostro accorgimento. La formazione che abbiamo adesso è nata da poco tempo. C’è stata un’esperienza precedente con altri musicisti più o meno due anni fa, ma è naufragata a causa di loro problemi. Il debutto con la line up attuale è avvenuto lo scorso 27 novembre all’Osteria della Musica a Cepagatti. La gente voleva una tribute band della Pausini: noi siamo gli unici ora in zona.

Come scegli la scaletta del concerto? Ti basi su quella di un tour in particolare della Pausini o c’è anche del tuo nel mettere insieme le canzoni per una serata?

R – Solitamente prendo un live completo e faccio degli accorgimenti in base a ciò che mi piace: cerco di optare per canzoni più ritmate, anche a gusto dei musicisti. Ci possono cioè essere brani che lei non propone nel live e noi li facciamo lo stesso perché ci regala emozione suonarli. Nel suo concerto lei mette molti momenti acustici, più di atmosfera. Nelle nostre serate per ora non sono previsti perché prediligiamo quelli invece in cui la gente può cantare e divertirsi. Come le persone che ci vengono ad ascoltare, anche noi siamo fans e dunque vogliamo divertirci tutti insieme. Ad esempio in una delle sue canzoni più note, “Il mio sbaglio più grande”, solitamente scendo dal palco e canto con il pubblico.

Di solito quando si sceglie un  cantante per un tributo si cerca anche di curare l’aspetto visivo, quello cioè del look. Come ti sei mossa in proposito?

R – Cerco di prendere alcune caratteristiche di Laura come magari i capelli liscio o il guantino, anche se lei varia sempre. Ha un abbigliamento piuttosto elegante, provo a riproporlo perché anche l’occhio vuole la sua parte. Cerchiamo di impegnarci al meglio: è un progetto importante per noi e dunque vogliamo curare ogni dettaglio. Penso che non conti solo essere bravi: ho dei musicisti con un passato importante alle spalle, ma voglio mettere a punto ogni mimino aspetto, come appunto quelli del look o delle movenze classiche della Pausini.

Cosa avete in programma nei prossimi mesi?

R – Suoneremo al Siren’s Corner di Francavilla domani, torneremo presto all’Osteria della Musica e poi anche all’In & Out. Stiamo vagliando anche proposte all’aperto perché si va incontro all’estate.

Come ultima domanda ti lancio un invito o al tempo stesso una provocazione: perché non portare questo progetto Laura Live fuori dai confini abruzzesi?

R – Mi piacerebbe moltissimo: io ho origini foggiane dunque sarebbe bellissimo un giorno suonare anche dalle mie parti. La concorrenza al sud è però più spietata. Ora lo scopo è di far circolare il nome della band. Stiamo prendendo contatti anche nel vastese e dalle parti dell’aquilano per vedere di fare altri concerti. Io ho partecipato al programma “Coverone” portando un brano di Laura Pausini. È stata una bella esperienza, spero continui. Ci sono stati finora bei riscontri da parte dei giudici e sono contenta.

Concerto dei Laura Live – Tribute Band: domani a Francavilla al Mare ultima modifica: 2012-03-29T09:17:32+00:00 da Piero Vittoria