Allenarsi per la salute into the wild, un progetto per il benessere delle donne

Il dott. Di Blasio dell’Università D’Annunzio sottolinea  le relazioni tra attività fisica e benessere della donna, tanto in quella sana, quanto in quella che versa in condizioni patologiche

CHIETI – Andrea Di Blasio,Dottore di Ricerca in Scienze del Sistema motorio all’Università D’Annunzio (Chieti-Pescara) nel seguente comunicato rende noto un progetto di ricerca, rivolto a donne trattate per carcinoma mammario, che si sta portando avanti  in collaborazione con l’Unità di Chirurgia Generale ad indirizzo senologico dell’Ospedale “G. Bernabeo” di Ortona, diretta dal prof. Cianchetti.

Spiega Di Blasio:

“Allenarsi per la salute into the wild” è una costola del progetto di ricerca “Allenarsi per la salute” promosso dalla sezione di endocrinologia del Dipartimento di Medicina e Scienze dell’invecchiamento dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, in collaborazione con l’Unità Operativa di chirurgia generale ad indirizzo senologico dell’ospedale “G. Bernabeo” di Ortona, sotto la supervisione dei prof.ri Giorgio Napolitano ed Ettore Cianchetti, che ha lo scopo di indagare le relazioni esistenti tra stile di vita e salute in donne trattate per cancro alla mammella, nonché l’effetto della pratica di diverse discipline motorie sui parametri psicofisici.

Nello specifico, “Allenarsi per la salute into the wild” ha lo scopo di indagare se l’esercizio fisico svolto in ambiente naturale abbia effetti psicofisici diversi da quello praticato indoor o in ambiente urbano, parificato per tipologia, durata ed intensità, in donne trattate per cancro alla mammella. A partire dal 24 settembre, le prime 28 donne trattate per cancro alla mammella sono sottoposte ad una batteria di test ed alla pratica di diverse discipline motorie, sotto la supervisione e conduzione dei dottori Andrea Di Blasio e Teresa Morano, membri dell’equipe di ricerca del Dipartimento di Medicina e Scienze dell’Invecchiamento dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio”, e con la collaborazione della cooperativa “Il Bosso” e dell’Associazione ISA, sul fiume Tirino e presso le strutture dei corsi di laurea dell’area delle Scienze Motorie dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara.

Nello specifico le partecipanti svolgeranno attività come canottaggio su canoa canadese, che nella pratica indoor sarà sostituito da un allenamento in modalità circuit training, nordic walking/walking ed una fusion tra pilates e Yoga, tutti adattati alle condizioni delle partecipanti.
Da diversi anni, mission dell’equipe di ricerca (composta dai prof.ri Ettore Cianchetti, Giorgio Napolitano, Ines Bucci, Sabina Gallina ed Angela Di Baldassarre e dai dott.ri Andrea Di Blasio, Pascal Izzicupo, Teresa Morano, Sara Verrocchio, Valentina Bucciarelli, Francesco Bianco, Simona Grossi, Alessandra Cimini, Massimo Rinaldi, Anna D’Eugenio e da tutto il personale medico ed infermieristico dell’U.O. di chirurgia generale ad indirizzo senologico dell’Ospedale “G. Bernabeo” di Ortona) e dello stesso progetto è produrre nuove evidenze e nuove soluzioni per il miglioramento della qualità delle cure delle donne trattate per cancro alla mammella, nel pieno rispetto dei principi della medicina traslazionale che, nel nostro caso, consente la traslazionalità dei risultati della ricerca nell’applicazione pratica, a Km0.

Il dott.Di Blasio sarà relatore nell’incontro  “Attività fisica e salute”,che nell’ambito delle iniziative del mese della prevenzione del tumore al seno, l’Associazione ISA organizza, per sabato 20 ottobre, alle ore 10,presso la Palestra Comunale di San Valentino in Abruzzo Citeriore via Porta Grande. In tale occasione si parlerà  dell’attività fisica come prevenzione delle patologie croniche non trasmissibili e del Nordic Walking quale mezzo di prevenzione primaria.

Allenarsi per la salute into the wild, un progetto per il benessere delle donne ultima modifica: 2018-10-19T01:12:19+00:00 da Redazione