Teramo: “Il Poliziotto un amico in più”

Il Progetto di educazione alla legalità, alla sua  12^ edizione ,prevede il   Concorso “Tutti liberi, nessun escluso nel rispetto delle regole” riservato agli alunni del teramano (dalla scuola dell’infanzia al biennio della scuola secondaria di secondo grado)

TERAMO – Quest’anno il Ministero dell’Interno ha inserito la Provincia di Teramo tra quelle che possono partecipare, nell’ambito del Progetto di educazione alla legalità “Il Poliziotto un amico in più”, al concorso dal titolo “Tutti liberi, nessun escluso nel rispetto delle regole”, riservato agli alunni che frequentano la scuola dell’infanzia, la scuola primaria, la scuola secondaria di primo grado e il biennio della scuola secondaria di secondo grado.
Il concorso, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e con l’UNICEF, ha come obiettivo quello di stimolare i minori a riflettere, in maniera creativa attraverso le arti grafiche, gli elaborati e gli strumenti multimediali, su quali sono i comportamenti e le azioni da compiere in collaborazione con i familiari, gli insegnanti, gli amici e le Istituzioni per creare un ambiente civile in cui tutti vedano rispettati i propri diritti e siano liberi di agire in considerazione del bene altrui.

L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito degli interventi volti a favorire la comprensione del concetto di “Polizia di prossimità” – grazie anche al coinvolgimento del mondo scolastico – si pone l’obiettivo di sviluppare una cultura della legalità, del rispetto dei diritti umani, della tolleranza, della solidarietà e dei valori in genere, su cui si fonda una società civile, considerata indispensabile per garantire il bene prezioso della sicurezza e della pacifica convivenza.

In questo quadro il progetto, quest’anno, intende sensibilizzare i ragazzi al rispetto delle regole, come presupposto indispensabile per garantire la libertà di tutti all’interno della società civile.

Trasmettere alle nuove generazioni l’importanza dei valori legati alla condivisione, presupponendo la libertà come spazio che ci è proprio e che termina dove inizia la libertà degli altri, è una scelta legata al rispetto di una serie di principi e di regole di condotta che, ci permettono di condividere dei valori.

La conoscenza e l’approfondimento dei temi legati alla libertà e alle norme, di fatto sono un punto fondamentale nell’ambito di un progetto complessivo di valorizzazione del concetto di legalità. In questo senso l’approfondimento di questi argomenti diventa un mezzo per favorire la collaborazione tra gli individui evitando ogni forma di pregiudizio nei confronti del “diverso”.

Tutti i dirigenti scolastici e docenti degli Istituti della  provincia di Teramo , già da questo ufficio informati, qualora decidano di partecipare al concorso, possono darne comunicazione alla Questura URP (tel.0861-259435 – fax 0861-259777) a cui potranno essere chieste anche eventuali delucidazioni.

I lavori dovranno pervenire in Questura URP entro e non oltre il 30 marzo 2012 e verranno esaminati da una Commissione di esperti nominata dal Questore. I vincitori a livello provinciale verranno premiati nel corso di una cerimonia che si terrà prima della chiusura dell’anno scolastico ed i premi anche quest’anno, come ormai consuetudine, saranno offerti dall’Associazione Industriali di Teramo. I lavori vincitori a livello provinciale saranno trasmessi a Roma presso il Ministero dell’Interno dove apposita commissione valuterà i vincitori a livello nazionale.

Maggiori informazioni sul concorso nella pagina web della Questura all’indirizzo http://questure.poliziadistato.it/Teramo.