Presentata la Campagna del Nastro Rosa 2015

presentazione Campagna del Nastro Rosa 2015

Si è svolta questa mattina la conferenza stampa di presentazione 

PESCARA – Si aprirà domani, martedì 13 ottobre, la Campagna della Lilt – Lega Italiana Lotta ai Tumori – Sezione di Pescara, del ‘Nastro Rosa 2015’ per la prevenzione del tumore al seno. Gli screening gratuiti, che potranno essere prenotati da domani e che si svolgeranno negli ambulatori della Lilt, in via Rubicone numero 15, vedranno impegnati un pool di medici specialisti, oncologi, radiologi, chirurghi estetici e nutrizionisti, per una gestione complessiva della tematica ed eventualmente delle patologie che dovessero venire alla luce. La tradizionale Campagna di prevenzione è stata presentata stamane nel corso di una conferenza stampa organizzata dal Presidente della Lilt-Sezione di Pescara Marco Lombardo, eletto anche Coordinatore regionale della Lilt Abruzzo. Presenti anche l’assessore alla Sanità e alle Politiche sociali Giuliano Diodati, il vicepresidente della Lilt Milena Grosoli, i componenti del Direttivo Paolo Lucente e Carla D’Angelo, il chirurgo Rossella Giovannelli e la nutrizionista Marina Manieri.
“Da qualche giorno la Torre del Comune di Pescara è tornata a illuminarsi di rosa, ad annunciare l’avvio della Campagna di prevenzione del tumore al seno e quest’anno abbiamo proposto una importante novità, puntando sulla multidisciplinarietà nel trattamento della patologia – ha sottolineato il Presidente Lombardo –, ossia l’utente che verrà nei nostri ambulatori per il classico controllo avrà modo di interloquire sia con i medici oncologi, che faranno la visita, sia con i radiologi, sia con i chirurghi specializzati nella chirurgia plastica ricostruttiva, e potranno avvalersi anche del supporto di un nutrizionista. Una scelta dettata dalla consapevolezza che la prevenzione del tumore alla mammella si fa, oltre che con lPescara, Campagna Nastro Rosa 2015e visite, anche creando un legame con le persone, spiegando loro le procedure per eliminare i fattori di rischio, come l’obesità, il fumo delle sigarette o l’abuso di alcol. I numeri oggi ci parlano di 48mila nuovi casi all’anno di tumori al seno; aumenta l’incidenza, ma si riduce la mortalità, ossia oggi riusciamo a guarire l’80-85 per cento dei casi, grazie anche alla prevenzione, ovvero individuare la malattia quando il tumore è piccolissimo contribuisce a guarire dalla neoplasia. Oggi il nostro impegno come Lilt è di dare il nostro contributo per abbattere ulteriormente quei numeri, eliminando quel 20 per cento di zoccolo duro. A tal proposito la Sezione della Lilt di Pescara si è dotata di un ecografo di ultima generazione per poter dare una mano ai colleghi che dovessero trovare lesioni, dunque l’ecografo sarà di supporto alla visita, ricordando però che l’ecografia non è diagnostica, ma è solo di supporto e ausilio nel caso di seni densi, mentre per la diagnostica si rinvia le pazienti alla mammografia. Dunque per la campagna di screening del 2015 avremo a disposizione un ecografo che utilizzeremo nei casi di bisogno. Ricordiamo che in tutta Italia, e anche nella Regione Abruzzo, c’è una campagna di screening della Asl che prevede l’esecuzione della mammografia gratuita ogni due anni alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni. Ma ultimamente purtroppo abbiamo visto un aumento dell’incidenza dei tumori nelle donne più giovani, più 30 per cento rispetto agli anni precedenti. Per questo noi rivolgiamo le nostre attenzioni soprattutto alle ragazze, di età compresa tra i 25 e i 49 anni, e vogliamo stimolarle a effettuare i controlli, così come vogliamo stimolare le più anziane, le over-70 che oggi possono e devono avere ancora una buona qualità della vita e dunque è giusto fare prevenzione. Tra l’altro per tutte le donne over-40 noi riteniamo sia più opportuno uno screening annuale, ossia una mammografia ogni anno, considerando troppo lungo l’intervallo dei due anni. Sempre nell’ambito della Campagna del ‘Nastro Rosa’ quest’anno abbiamo poi voluto offrire ai nostri pazienti la consulenza dei chirurghi estetici che offriranno un supporto nella ricostruzione mammaria, mentre, come sempre, ci sarà anche il supporto di una psiconcologa, la dottoressa Maria Di Domenico”. “Ancora una volta – ha detto l’assessore Diodati – si rinnova il connubio tra l’amministrazione comunale e la Lilt che è ormai una realtà importante sul territorio. Quando si parla di prevenzione, oltre alla nutrizione e agli screening, è importante abbinare anche una corretta e costante attività fisica, e soprattutto, come medici e come pubblica amministrazione, dobbiamo investire di più sulla prevenzione. Oggi invito tutti i cittadini di Pescara, a partire dalle donne, a partecipare alla campagna della Lilt e aderire allo screening”. Accanto alle visite mediche, la Campagna del Nastro Rosa ha previsto, però, anche l’organizzazione di altre iniziative, “ovvero – ha spiegato la dottoressa Giovannelli – il 25 ottobre saremo a Guardiagrele, con il Coordinamento regionale Lilt, e le sezioni di Pescara e Chieti, per una giornata di informazione sulla prevenzione, e in quella giornata chi acquisterà le tradizionali ‘Sise delle Monache’ le riceverà con il fiocco rosa della Lilt. Oggi nella lotta al tumore al seno dobbiamo considerare la ricostruzione come parte integrante del trattamento stesso della patologia sia per le tecniche chirurgiche disponibili ormai all’avanguardia, sia perché la demolizione è considerata un attacco all’integrità psicofisica della donna, dunque la ricostruzione è un’attitudine positiva della donna di fronte alla malattia e va offerta a tutte le donne che ne fanno richiesta. A tal proposito il 21 ottobre avremo anche il Bra-day, ossia la giornata mondiale sulla consapevolezza della ricostruzione mammaria, con eventi che si svolgeranno ovunque nel mondo, anche Pescara ha aderito e in quella giornata dalle 14.30 alle 16.30 io sarò a disposizione delle pazienti, nell’ambulatorio Senologico del dottor Marino Nardi, al terzo piano, ala ovest dell’ospedale civile di Pescara, per rispondere alle domande delle pazienti sulla ricostruzione del seno”. “Le visite della Lilt – ha puntualizzato il vicepresidente Grosoli – saranno aperte a tutte le donne, a partire da quelle di età compresa tra i 25 e i 49 anni; per sottoporsi allo screening gratuito le donne dovranno prenotare il proprio appuntamento telefonando solo il martedì e il giovedì, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18, ai seguenti numeri: 085/4283537; 392/9214970; 328/0235511. Alle chiamate risponderanno, solo in quegli orari e in quei giorni, i nostri volontari che, agendina alla mano, fisseranno gli incontri. Le prenotazioni si accetteranno solo sino a fine mese, ma poi esauriremo tutte le richieste proseguendo le visite anche a novembre e dicembre, come accaduto lo scorso anno, quando abbiamo garantito 400 visite; alle donne che aderiranno chiederemo solo di associarsi alla Lilt, al costo di 10 euro della tessera annua che dà diritto a partecipare a tutte le campagne di screening e alle iniziative promosse dalla Lilt. In più ricordiamo che, se durante la visita dovesse emergere una qualunque problematica, la donna verrà subito indirizzata e segnalata in ospedale per poter eseguire in urgenza ulteriori approfondimenti”.